NonNotizie:Traffico di organi in Italia

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Questo articolo è parte di NonNotizie, la tua fonte di disinformazione.
Condividi la NonNotizia su: Icona Facebook.png Icona Twitter.gif Icona MySpace.png Icona Google Plus.png


31 gennaio 2009

Organo 2.jpg

In Italia il traffico di organi è molto diffuso in ambienti clericali

Nuova sconvolgente notizia dal ministero degli Apparati Genitali Roberto Maroni: In Italia sarebbe presente una fitta rete di traffico di organi di minori, soprattutto tra i clandestini, evento contrastabile solo con la nuova banca del seme. "Mediante la quale" aggiunge il Ministro del Sudoku Roberto Calderoli, sfoggiando i nuovi reni e il fegato della collezione autunno-inverno "l'individuazione e la castrazione chimica e fisica dei padri dei piccoli sarà più veloce ed efficiente, così da eliminare il problema alla radice". Polemica la risposta dal Centro Nazionale Trapianti. Il dottor Josef Mengele, interpellato, avrebbe dichiarato: "In Italia non c'è traffico di organi di pampini, gli organi che utilizziamo sono tutti regolarmente registrati e prelevati da Giuliano Ferrara, il quale per la sua massa fisica è costretto quotidianamente a produrne di nuovi. Forse preleviamo anche qualche organo da qualche pampino epreo, ma ropa di poco conto..."

A sostegno della tesi del Maroni interviene la senatrice Maria Burani Procaccini: "Io col Maroni ho sempre lavorato a gomito stretto, abbiamo condiviso molto di più delle semplici idee politiche e delle copulazioni, perciò mi sento in dovere di affermare che lo amo e a giugno ci sposeremo con rituale celtico, sacrificando agli dei la sua attuale moglie." E i bambini? "I bambini? Quali bambini? Ah sì, ne avremo molti."

Nessuna dichiarazione invece dal Ministro della Chirurgia Plastica Mara Carfagna, a quanto pare si sarebbe riservata del tempo per pensarci su, si aspetta una sua risposta verso la fine di febbraio 2011. Al Telefono Azzurro risponde invece solo la segreteria telefonica.

[modifica] Fonte


Strumenti personali
wikia