NonNotizie:Noemi confessa: sono un uomo

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Questo articolo è parte di NonNotizie, la tua fonte di disinformazione.
Condividi la NonNotizia su: Icona Facebook.png Icona Twitter.gif Icona MySpace.png Icona Google Plus.png


7 maggio 2009

Brindapapishining.jpg

L'unica foto ritenuta reale dagli esperti.

Nappule - Con sommo sgomento l'opinione pubblica quest'oggi ha appreso che la giovane Noemi Letizia, la ragazzina di Napoli rea di confondere il nostro amato Presidente del Consiglio con Enrico Papi, è in realtà un uomo, come lei stessa ha confessato.

Dopo che il premier è stato ingiustamente seppellito dalle calunnie della sinistra che inquina il nostro paese e si è sottoposto ad un serrato confronto televisivo con se stesso a Porta a porta, incalzato dalle scomode domande dell'indomabile Bruno Vespa, il colpo di scena improvviso di quest'oggi va a fugare definitivamente ogni dubbio anche sulle discusse foto falsificate della festa della bella Noemi.

"Alla festa ero senza trucco e in più occasioni mi si vedeva il pisello da sotto la gonna perché non portavo le mutandine" ha confessato la cara piccola Noemi in un pianto a dirotto ai microfoni di Radio Maria "Non potevamo rischiare che Papi venisse accusato di frequentare festini gay. Avrebbe infangato la sua nota reputazione di amatore latino."

Risolto quindi il mistero che, ricordiamo, ha incrinato persino il matrimonio tra Silvio e Veronica Lario, dando da mangiare a milioni di giornalisti in tutto il globo durante questa settimana, rubando persino lo spazio sui media dedicato all'emergenza stupri di cani rabbiosi in Abruzzo, fenomeno che sta dilagando tra le macerie delle città abbandonate per il terremoto proprio mentre leggete questa notizia. Ora non resta quindi che tornare a tifare per la Fiat e i suoi affari internazionali prima che gli Americani scoprano che in Italia la metà degli operai è in cassa integrazione e il rapporto dollaro-euro è nettamente svantaggioso per i cugini d'oltreoceano già da un paio d'anni.

[modifica] Fonte


Strumenti personali
wikia