NonNotizie:Larrondo ha segnato

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Questo articolo è parte di NonNotizie, la tua fonte di disinformazione.
Condividi la NonNotizia su: Icona Facebook.png Icona Twitter.gif Icona MySpace.png Icona Google Plus.png


5 marzo 2013

Marcelo Larrondo.jpg

Un tranquillissimo Marcelo Larrondo: non si è ancora accorto di aver segnato.

Firenze - Incredibile episodio durante l'incontro di calcio tra Fiorentina e Chievo Verona. Partita che, nel primo tempo, si era sbloccata prima con una punizione di Manuel Pasqual ribattuta in rete da una folata di vento e poi da un negro che tentava di vendere fazzoletti a Paloschi. Nel secondo tempo la gara non decolla più ed allora, Vincenzo Montella, allenatore dei viola corrotto da Luca Campedelli, decide di inserire in campo Marcelo Larrondo e rinforzare così il reparto difensivo del Chievo.

Arriviamo al minuto 78: Romulo, un raccattapalle rumeno ubriaco fradicio, viene a sapere dell'ennesimo debito in matematica del figlio, furente scaglia un calcio ad un pallone di passaggio che finisce in area di rigore, dove un accorrente Luca Toni schiaccia di mandibola sull'accorrente nuca di un ignaro Larrondo che insacca nell'accorrente rete. L'argentino torna al gol dopo venticinque anni e dopo un digiuno lungo un'ora. A pranzo si era sbafato tre panini con la porchetta.

Vane le proteste del Chievo che reclamavano un fuorigioco di Toni sostenendo che al momento del lancio si trovasse ancora nel parcheggio, visto che il guardalinee Filini è certo di aver visto Virdis in linea con Beppe Bergomi.

Dopo questo gol Larrondo è stato trasferito all'ospedale S. Maria Nuova di Firenze, dove è tuttora in cura per il trauma cranico subito.

[modifica] Fonti

La Gazzetta dello Sport

Strumenti personali
wikia