NonNotizie:Inala pancetta, salvo per miracolo

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Questo articolo è parte di NonNotizie, la tua fonte di disinformazione.
Condividi la NonNotizia su: Icona Facebook.png Icona Twitter.gif Icona MySpace.png Icona Google Plus.png


12 gennaio 2011

Zampone.gif

Pochi grammi ed è subito assuefazione.

Forlì - A distanza di poche ore dal terribile fatto accaduto a Bologna, dove un neonato è morto per una indigestione di aria fritta, un altro piccolo batuffolo rosa stava per perdere la vita a Forlì dopo aver inalato un pezzo di pancetta. Salvo per miracolo grazie all'intervento delle forze dell'ordine, il bimbo è stato subito affidato ad un centro di recupero per tossicodipendenti.

A quanto rivelano le autorità, il piccolo sniffava abitualmente pancetta accompagnandola saltuariamente al fumo di lunghi wurstel cubani. È questa la nuova frontiera della droga tra i minori: gli insaccati. Le statistiche parlano chiaro: ormai colla, cocaina e alcool, difficili da ottenere per un giovane in età scolare, sono stati soppiantati nel 90% dei casi da salumi di vario genere, reperibili liberamente ai supermercati o al baretto sotto casa.

Giro di vite per le macellerie. Sembra che il governo stia per emanare un decreto legge che vieta la vendita di insaccati ai minori, arrivando anche alla reclusione in caso di mancata osservazione della legge. Insorgono le associazioni di categoria che parlano di allarmismo ingiustificato, anche se la realtà purtroppo è quella di una vittima da mortadella al giorno, un prezzo davvero troppo alto per un po' di carne macinata invenduta.

Intanto per quanto riguarda quest'ultimo caso, i genitori della vittima sono stati arrestati con l'accusa di tentato omicidio, dato che secondo un testimone oculare super segreto il bimbo in realtà non voleva saperne di assumere il pappone in cui l'insaccato era celato. Sembra infatti che solo tra una pernacchia sul pancino e una stupida canzonetta dei due genitori si fosse convinto ad assumere la terribile droga suina. I due malfattori avrebbero già assunto un avvocato e starebbero preparando la propria difesa puntando il dito contro le grandi multinazionali della carne, colpevoli secondo loro di un esasperato lavaggio del cervello tramite le pubblicità in televisione. Per tutta risposta Citterio, Beretta e Simmenthal si sarebbero già costituiti parte civile.

Ma in questa lotta tra genitori incoscienti e industrie alimentari senz'anima, l'unica vittima rimane l'innocenza. L'innocenza violata di un bambino che per la sua insana dipendenza da wurstel sarà costretto in questi giorni a diventare adulto di colpo, costretto ad una dieta vegetariana a base di grossi zucchini e freddi cetrioli.

[modifica] Fonte


Strumenti personali
wikia