NonNotizie:Imitatore de "La Zanzara" si finge Mussolini, Gasparri abbocca e marcia su Roma

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Un finto Benito Mussolini beffa l'ex ministro di Fratelli d'Italia Maurizio Gasparri.

Questo articolo è parte di NonNotizie, la tua fonte di disinformazione.
Condividi la NonNotizia su: Icona Facebook.png Icona Twitter.gif Icona MySpace.png Icona Google Plus.png


11 marzo 2014

A volte gli scherzi fatti con le migliori intenzioni possono avere esiti tragici.

È di pochi istanti fa la notizia di un fallito colpo di Stato, sventato dall'intervento congiunto di forze dell'ordine e commessi di Montecitorio in tenuta antisommossa[1].

[modifica] Ma partiamo dall'inizio

All'origine di tutto, una telefonata della trasmissione radio "La Zanzara" a Gasparri, da parte dello stesso imitatore che in precedenza aveva beffato Vendola, Odifreddi e altri.

Gasparri ha ricevuto la chiamata la mattina del 10 marzo, mentre stava settando le impostazioni del suo nuovo tablet, azione che lo teneva impegnato da oltre un mese.

Motorola startac st7867w-01.gif DRIIIN

Gasparri : Quote rosso1.png Pronto? Quote rosso2.png

Ducee.gif

CAMERATA GASPARRI AAA-TTENTI!

CAME-RRA-TTA GAS-PA-RRRI! MI SENTITE? SONO LA VOSTRA UNICA GUIDA, L'ITALICA STELLA POLARE IL CUI BALUGINÍO GIUNGE ANCORA, CON ROMANA INCROLLABILE TENACIA, ALLA NOSTRA MARTORIATA PATRIA!

G. : Quote rosso1.png Ahò, ma che è? No guardi, co' Wind me trovo bene, nun me interessa Vodafone... Quote rosso2.png

IN QUESTE CONCITATE ORE, QUANDO LE SORTI DELL'ITALICO SUOLO VENGONO DECISE DA OSCURE TRAME DI PALAZZO E LE PAVIDE DEMOCRAZIE BORGHESI RIMANGONO INERTI DI FRONTE ALLA ROVINA DEI POPOLI, OCCORRONO ARDITEZZA E SPREZZO DEL PERICOLO!

G. : Quote rosso1.png 'Spetta, spetta, mò... 'sta voce... ma che, è 'no scherzo? Quote rosso2.png

CAME-RRA-TTA GAS-PA-RRRI! NON RICONOSCE-TTE LA MIA VOCE? VORRESTE FORSE TOCCARE COLLE DITA IL MIO COSTATO?

Gasparri 1.jpg

Pronto a gettare il cuore oltre l'ostacolo!

G. : Quote rosso1.png Oddìo! Siete Voi! E parlate a me! Ma Duce, ma... io credevo... er, che lei... fosse... insomma... in Paradiso. Quote rosso2.png

LEI NON HA FEDE, CAMERATA GASPARRI! DOPO AVERMI LIBERATO DAL CAMPO IMPERATORE, I NAZISTI MI SOSTITUIRONO CON UN SOSIA, MENTRE IO MI FACEVO IBERNARE SFRUTTANDO LA STESSA TECNOLOGIA POI USATA DAL CAMERATA DISNEY.

Purtroppo il tono stentoreo - ma chiaramente parodistico - dell'imitatore ha avuto un effetto dirompente sull'animo di Gasparri, a giudicare dall'ansimare all'altro capo del telefono. Lo scherzo stava scappando di mano.

La Russa in mimetica.jpg

Armiamoci e partite!

SONO STAT-TI TEMPI DURI! MA ORA SONO TORNAT-TO, E CHI MI HA TRADI-TTO, LA PAGHERA'!

G. : Quote rosso1.png Beh, se siete qua per Fini, tranquillo. Quello è disperso da anni. Quote rosso2.png

CAMERATA! SERVE UNA SCOSSA A QUEST'ITALIET-TA IN PERENNE ATTESA DI UN UOMO FORTE! È TEMPO DI RIPRENDERCI CIÒ CHE CI SPETTA! È TEMPO DI UNA NUOVA GLOR-RIOSA MARCIA SU ROMA!

Fini disperato.jpg

Lo sapevo, cazzo! Lo sapevo che sarebbe tornato!

G. : Quote rosso1.png Ma io già ce sto a Roma... Quote rosso2.png

SILENZIO! A CHI I DICASTERI?

G. : Quote rosso1.png A Renzi? Quote rosso2.png

A NOI!

G. : Quote rosso1.png Ma porc. Quote rosso2.png

RAGGIUNGE-TTEMI A MONTE-CCI-TTORIO! CHE LA RIVOLU-ZZIO-NNE ABBIA INIZIO!

[modifica] La gloriosa marcia

Gasparri ha subito avvertito colleghi e tutti gli intellettuali di Destra
ERRORE IRREVERSIBILE DEL SISTEMA
in circolazione perché si unissero all'impresa; noleggiato quindi un tandem a tre (quelli a due erano finiti), insieme a una sagoma di cartone di Julius Evola si è diretto, fascio in resta, alla volta di Montecitorio.

Franato rovinosamente nella prima buca, ha abbandonato il tandem per prendere il tram. Senza biglietto, però, e venendo sgamato subito da un controllore di origini indiane. Al quale Gasparri opponeva fiera resistenza:

Wikiquote.png
«Ahò, se voi 'r biglietto prima ridacce i Marò!»

rifilandogli infine il nome tarocco "Eja Eja Brazorf". Risultato, 52 Euro e discesa immediata.

Wikiquote.png
«Li Maròttaci sua!»

Fatto di corsa l'ultimo tratto, Gasparri è arrivato, cianotico e in iperventilazione, in una Piazza affollata da una manifestazione del nuovissimo "Movimento dei cappi infuocati" (un nome garanzia di moderatismo, assicura il capo), e avvicinatosi il più possibile con il passo del giaguaro, a 20 metri dal Palazzo ha tentato il tutto per tutto, caricando a testa bassa verso il portone. Proprio nel punto più sorvegliato.

Wikiquote.png
«Per l'Impero Italiano! Per l'Abissinia!»
(Gasparri all'arrembaggio.)

La reazione immediata delle forze dell'ordine ha purtroppo vanificato il colpo di mano: circondato, per Gasparri sembrava la fine. Ma all'improvviso un'esplosione: da una nuvola di zolfo usciva La Russa in mimetica, su un MAS a pedali, distogliendo l'attenzione dei presenti. Gasparri ha colto l'occasione al volo: dribblati i poliziotti con una finta di occhio, è riuscito a scappare tra i vicoli, facendo perdere le sue tracce.

La Russa, vistosi accerchiato, si è arrampicato sull'obelisco. Giunto in cima, ha disteso il suo mantello nero e si è tuffato, planando verso l'orizzonte.

"Boia chi vola!" le sue ultime parole.

Li stanno ancora cercando.

[modifica] Fonte

La burla precedente.

[modifica] Note

  1. ^ resa obbligatoria da Laura Boldrini dopo le ultime intemperanze dei pentastellati

StellaWoSNonNotizie.png

Questa notizia è entrata nella
Walk of Shame NonNotizie

con 13 voti a favore su 13.



Strumenti personali
wikia