NonNotizie:Facebook cancella Nonciclopedia dall'universo

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Questo articolo è parte di NonNotizie, la tua fonte di disinformazione.
Condividi la NonNotizia su: Icona Facebook.png Icona Twitter.gif Icona MySpace.png Icona Google Plus.png


17 maggio 2010

Facebook - Diario di bordo di Nonciclopedia Channel. Mattino

«Mi sveglio alle 10:00, mi stropiccio gli occhi e prima ancora di fare colazione sono su Facebook. Chissà se Manuela Arcuri ha accettato la mia richiesta di amicizia. Ancora niente. Ne approfitto per pubblicare una notizia flash. Ma la pagina pubblica di Nonciclopedia non c'è più. Sparita nel nulla. Nessun riferimento, nessun risultato nelle ricerche.

Visualizza immagine
Sergente Maggiore Hartman.JPG

Lui è troppo cattivo per FB

Ma... è mai esistita? Forse è stato solo un lungo sogno... forse mi sono sognato i 42mila fan... forse mi sono sognato un anno e mezzo di lavoro (effettivamente io che lavoro ce la vedo dura)... forse mi sono sognato le centinaia di commenti quotidiani e battute postate in bacheca. Forse ero io che sognavo qualcosa di troppo bello per durare. Beh oggi mi sveglio ed è ancora buio. Forse è il nero della censura, che si spande a macchia d'olio e piano piano finisce per inzuppare tutte le cose belle.»


Sono queste le parole di incredulità di Nonciclopedia Channel, il facebukkiano più ricercato del momento, con più amici di Maria de Filippi. Sono bastati un paio di culi scintillanti e qualche parolaccia del sergente Hartman per far chiudere la seguitissima fanpage di Nonciclopedia. Il Grande Fratello dice che pensare è male, ridere è male, bisogna onorare il partito, lucidare gli stivali e andare a letto presto. E poi dobbiamo pensare ai bambini. Che non son più quelli di una volta, costruiti a pane e botte.

Nonciclopedia annuncia che: "Ricorreremo in Cassazione! Non potete fermarci: siamo in missione per conto di Dio."

Lapidaria la risposta dei portaborse portavoce di FB: "Dio è morto. Proprio ieri sera. Ora comandiamo noi."

[modifica] Fonti del male (da non leggere assolutamente)


Strumenti personali
wikia