NonNotizie:Blitz animalista alla Lacoste

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Questo articolo è parte di NonNotizie, la tua fonte di disinformazione.
Condividi la NonNotizia su: Icona Facebook.png Icona Twitter.gif Icona MySpace.png Icona Google Plus.png


2 dicembre 2008

275px-Black bloc.jpg

Una tipica manifestazione pacifica di 100% Animalisti.

Un gruppo di 300 attivisti di 100% Animalisti, associazione sovversiva legata a Fogna Nuova, si è introdotto nottetempo nello stablimento Lacoste di Berlusca City allo scopo di liberare il celebre coccodrillo, simbolo del marchio d'abbigliamento sin dal 1927. Dopo aver superato la security della ditta, composta di guardie del Circo Orfei, gli spart gli attivisti sono giunti nell'ufficio del Mega Direttore Galattico, trovando però una brutta sorpresa. Infatti un coccodrillo nato negli anni '20 ben difficilmente può essere ancora vivo, così, dopo essersi presi a martellate sulle palle per essere arrivati un po' in ritardo, si sono resi conto che solo la loro ben nota astuzia avrebbe potuto salvarli. È subito partita dunque la querela alla Lacoste per maltrattamenti sugli animali. L'Associazione Mondiale Tennisti, nonché un migliaio di donne incazzate nere perché il coccodrillo Lacoste fa tanto figo, hanno minacciato battaglia.

[modifica] Aggiornamento delle 23:40

Direttamente dall'ospedale veterinario San Francesco di Roma ecco la dichiarazione di uno dei pochi animalisti sopravvissuti al linciaggio:

Wikiquote.png
«Maledizione, siamo arrivati tardi... forse di 70-80 anni! Ma noi non ci arrendiamo, a costo di rimetterci la faccia continueremo a prender botte fino a che non otterremo riconosciuti nella costituzione ONU anche i diritti degli acari della polvere. Non perdetevi il prossimo appuntamento di 100% Animalisti: incursione con bombe molotov alla Macelleria Peppino & figli»


Strumenti personali
wikia