NonNotizie:Attentato climatico a New York

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Questo articolo è stato scritto in diretta da New York da un coraggiosissimo inviato di Nonciclopedia. Grazie Tommy, torna presto!

Questo articolo è parte di NonNotizie, la tua fonte di disinformazione.
Condividi la NonNotizia su: Icona Facebook.png Icona Twitter.gif Icona MySpace.png Icona Google Plus.png


29 ottobre 2012

Tempesta Sandy a New York.png

In questa foto si possono vedere gli alieni coreani, atei ed abortisti che arrivano in aiuto dei terroristi climatici.

New York - In questi attimi, la Grande Mela sta subendo il più vasto disastro che abbia mai visto, secondo solo all'attentato dell'11 settembre 2001 e al concerto di Justin Bieber al Madison Square Garden. Un manipolo di terroristi climatici, guidati dal criminale internazionale Edmondo Bernacca che si era finto morto per poter attuare indisturbato il suo attacco, sta per raderla al suolo.

L'uragano, dopo essere tranquillamente passato su qualche insignificante isola caraibica, è stato dirottato da questi deliranti geni del male verso la patria degli hot dog di ratto, allo scopo di mettere in ginocchio gli USA.

La tempesta è stata chiamata Sandy, perché i terroristi, per concentrarsi, ascoltano di continuo la canzone "People from Ibiza" di Sandy Marton. Questo ultimo particolare rende ancora più vergognoso l'attacco.

Nel frattempo New York, reduce da attacchi alieni, zombie, omosessuali e scimmieschi, ha già preparato la strategia di difesa grazie alla sapiente direzione di Barak Obama, giunto sul posto al volante della sua batmobile.

Il piano originale prevedeva di chiamare gli Avengers, ma la Disney non ne ha concesso i diritti, impegnata com'era a comprarsi George Lucas. Così si è deciso di evacuare la città e di trasferire tutti gli abitanti in un luogo sicuro: Guantanamo.

Le istituzioni più importanti come Wall Street, le scuole ed Burger King delle sesta strada sono state chiuse, con la speranza di poter ripristinare i servizi il prima possibile.

Doppio arcobaleno a New York dopo la tempesta.png

I due arcobaleni costruiti da Barack Obama per mettere in salvo i cittadini.

Nel frattempo abbiamo raccolto alcune testimonianze del fiero popolo americano:

Wikiquote.png
«Spero che invadano tempestopoli e che facciano giustizia perché gli Stati Uniti sono i più meglio e gliela faremo pagare!»
(Dick, contadino incestuoso)
Wikiquote.png
«Credo che ne farò un film!»
(Woody, pensionato con hobby del cinema)
Wikiquote.png
«Anche io ci farò un film, ma più fico»
(Michael, fan delle esplosioni insensate)
Wikiquote.png
«Bisogna stare uniti e andare avanti. La colpa è di Mitt Romney, ma noi possiamo farcela!»

Dal centro di New York è tutto: il nostro inviato resterà sul posto per raccontarci gli aggiornamenti minuto per minuto. Di sicuro vi terremo sempre infor... Ah, bene... Capisco... Sì, mi informano dalla regia che non riescono più a contattare il nostro inviato...

Ti ricorderemo per sempre, grande Tommy.

[modifica] Fonte


Strumenti personali
wikia