NonNotizie:Ancora arresti collegati al Death Note

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Questo articolo è parte di NonNotizie, la tua fonte di disinformazione.
Condividi la NonNotizia su: Icona Facebook.png Icona Twitter.gif Icona MySpace.png Icona Google Plus.png


8 aprile 2008

Gran Gay Al seminudo.JPG

Gli sconvolgenti effetti del Death Note

Alabama - Due giovani studenti di 10 anni del Liceo Classico di Tivoli, in Alabama, sono stati arrestati, torturati per ore e infine sciolti nell'acido dopo essere stati colti in fragrante mentre utilizzavano il loro Death Note a scuola durante l'ora di latino.

Più di una volta il professore avrebbe intimato loro di mettere via il loro Death Note, ricordando ai giovani che durante l'ora di Latino non si uccide nessuno (a meno che non si sia professori), ma i due avrebbero minacciato l'uomo con il quadernetto porta sfiga e il povero Cristo non ha potuto far altro che chiamare le autorità, intervenute prontamente catturando i giovani con uno stratagemma degno del mitico detective L.

"Abbiamo trasmesso il filmato porno, "Non è un paese per checche", in ogni classe" hanno spiegato gli inquirenti ai microfoni di "Contatti", il noto magazine di annunci sessuali, "ben sapendo che l'utilizzatore del Death Note ha bisogno di conoscere il nome e il volto di chi intende uccidere. Nel momento in cui abbiamo trasmesso il filmato nella classe dei due fanciullini, la protagonista della pellicola è morta all'istante stroncata dall'esplosione del suo clitoride". Questo avrebbe quindi indicato con assoluta certezza i colpevoli, che comunque erano stati già precedentemente indicati dal professore della loro classe, rendendo quindi totalmente inutile lo sforzo degli agenti.

Mentre venivano torturati, il più giovane dei due imputati, il signorino Light Yagami, preso dalla disperazione avrebbe tentato di giustificarsi dicendo che il quaderno in loro possesso, pieno zeppo di nomi e strane annotazioni simili a note e appunti sulle assenze ingiustificate, non era altro che il registro di classe, ma è risultato da subito un patetico tentativo di salvarsi la pelle. Nel frattempo nella classe dei ragazzi, perquisita da cima a fondo, sono stati sequestrati altri libri e quaderni su cui comparivano nomi e cognomi di persone del presente e del passato e, secondo le prime indiscrezioni, le autorità avrebbero scoperto chi fu ad uccidere davvero John Kennedy, ritrovando più di una volta il suo nome e le modalità della sua morte su diversi libri di storia.

[modifica] Fonte


Strumenti personali
wikia