NonNotizie:È stato un colpo al quorum

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Questo articolo è parte di NonNotizie, la tua fonte di disinformazione.
Condividi la NonNotizia su: Icona Facebook.png Icona Twitter.gif Icona MySpace.png Icona Google Plus.png


14 giugno 2011

Manifesto elettorale fascismo no attaccato alla sede di partito con Berlusconi.jpg

Per contrastare il virus il nostro Premier ha personalmente messo la sua faccia in una campagna informativa che invitasse all'utilizzo del voto negativo. Purtroppo la scelta del soggetto non ha fatto altro che diffonderlo tra la popolazione.

Ormai la notizia è stata confermata ed è ufficiale: Il 57% della popolazione italiana è stata contagiata dal temibile "Virulentis Abrogativus". Un soggetto contagiato da questa terribile malattia diventa masochista, non vuole stare al passo coi tempi e si rifiuta di accettare ogni qualsivoglia comodità offerta dalle fontane a pagamento e dai forni fisici ottenuti grazie alle radiazioni dei depositi di scorie nucleari.

E, come se non bastasse, un sostanzialmente trascurabile, risicato, insignificante, minuscolo 94,9% ha decretato che nessun presidente del consiglio italiano, attuale o futuro, potrà più fare un bunga bunga in santa pace, poiché verranno continuamente disturbati dalle telefonate della questura e psicologicamente messi sotto pressione dai mandati di comparizione giudiziari.

Dure le dichiarazioni del premier a riguardo:

Wikiquote.png
«Non c'è dubbio che questa tragedia della democrazia, che paralizzerà il governo per i prossimi sette mesi, vada imputata ai subdoli comunisti, che con abili stratagemmi, quali nascondersi nelle cabine elettorali e spostare le schede verso destra all'ultimo momento, sono riusciti a influenzare pesantemente l'esito del voto. Cribbio!»
(Berlusconi spiega l'esito della votazione.)

Stiamo pensando[citazione necessaria], ha proseguito il premier, a un disegno di legge volto ad abolire i referendum, per la salvaguardia della democrazia, ora in pericolo per colpa delle toghe rosse e dei centri sociali, per il bene dell'Italia.

Strumenti personali
wikia