NonNotizie:"Il duce era troppo buono"

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Questo articolo è parte di NonNotizie, la tua fonte di disinformazione.
Condividi la NonNotizia su: Icona Facebook.png Icona Twitter.gif Icona MySpace.png Icona Google Plus.png


4 maggio 2009

Di canio.jpg
IL DVCE APPROVA QVESTO ARTICOLO.

Il soggetto a sinistra è stato a lungo esposto alle inalazioni nocive di questa pagina:
se non hai niente da perdere, va' pure avanti, se invece hai famiglia o altre responsabilità a tuo carico: chiudi subito la pagina ed eliminala dalla cronologia.

SVBITO!
Ducee.gif

Predappio (prov. Istanbul) - "Mussolini era troppo buono". Questa l'affermazione di una tribù di cannibali diabetici, scoperta da Marcello Dell'Utri durante un viaggio all'interno della propria smisurata modestia. Il volto pulito della mafia é poi stato tratto in salvo da un Calderone, ma non prima di aver finito la stesura degli autentici diari di Mussolini; anche se, a detta dei più critici, mancano alcuni dettagli salienti. Poco credibile, infatti, il passaggio in cui il duce avrebbe criticato aspramente il serial tv "Romanzo criminale", colpevole, a suo dire, di plagiare i sindaci di Roma e spingerli a dire stronzate.
Scopriamo però che il duce, in realtà, era contrario alle leggi razziali, anche se odiava i nani; aveva amici ebrei che viaggiarono per Auschwitz in prima classe, e, non da ultimo, non fu colpa sua se il fascismo divenne un orrendo regime: lui passava di lì per caso.
Nonostante le molte prove che portano diversi esperti a ritenere tali diari un autentico falso, diverse testate giornalistiche libere ed indipendenti come il Giornale e il Corriere della sera hanno propeso per l'avallare tacitamente la tesi del bibliofilo del PDL, già co-fondatore di Forza Italia (anche se questo purtroppo non costituisce di per sé un reato).
Dell'Utri, non pago di essere se stesso, fa sapere di ritenere il duce un grande uomo di cultura e lo paragona a quella salma comunista ed incartapecorita di Montanelli. Dell'Utri é lo stesso umanoide che paragonò Paolo Guzzanti a Baudelaire, gli spettacoli del Bagaglino alle pièces di Shakespeare, la camorra ai supereroi Marvel e se stesso a un grande bibliofilo.
Dell'Utri, grande studioso di Nice (o Nicce o magari Nitsce o come cazzo si scrive), si appresta inoltre a pubblicare in tre volumi il frutto delle sue ricerche esegetiche: "Così parlò Berluskha", "Al di là del bene e della mala", "10 motivi per cui Gasparri NON è un personaggio di fantasia".


[modifica] La fonte

Corriere della Sera "Dell'Utri: «Mussolini? Era troppo buono»". genio incompreso, 4 maggio, 2009

Strumenti personali
wikia