NonLibri:Diario della Madonna

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Scomunicaimminente

Questa pagina offende il Signore ed i suoi seguaci!
Smetti di leggerla, o sarai scomunicato, arso vivo
e messo sotto sale per compiacere il Signore.

[modifica] 21 Marzo 7 D.C.

Caro diario, non ce la faccio più.

Da quando Giuseppe è schiattato lasciandomi solo la casa io ho difficoltà ad andare avanti, a sbarcare il lunario.

Devo resistere ancora qualche giorno perché Dio ha detto che mi pagherà gli alimenti di questo mese e pure gli arretrati.

Già lo vedo il mio futuro in una serena isoletta greca a sorseggiare vino e poltrire.

[modifica] 21 Marzo 7 D.C. Pomeriggio

Caro diario, questo pomeriggio è il peggiore che ricordi da molto tempo.

Stamattina mi sono svegliata tardi per colpa dei dolori al fondoschiena e a svegliarmi è stato il rabbino che insegna a Gesù che ha iniziato a bussare con veemenza.

"Cos'è successo?" ho chiesto io dolorante.

"Suo figlio a mensa ha messo vino nell'acqua di un compagno per farlo ubriacare e abusare di lui."

"Abusare di lui?" ho detto mentre ero pensierosa perché sapevo che Gesuino in realtà quell'acqua l'aveva trasformata e se lo viene a scoprire il padre Iddio lo pesta.

"Sì lo ho scovato mentre gli abbassava i pantaloni e gli toccava... beh, CI SIAMO CAPITI!".

Povero Gesù è così confuso sessualmente, ricordo ancora quando ci aveva provato con una gallina.

Devono capirlo, è diverso, non è come noi: è il figlio di Dio.

[modifica] 22 Marzo 7 D.C.

Caro diario, ieri notte è passato Dio anticipando la sua visita.

Poveraccio è venuto tutto ubriaco pretendendo la cena e mossa dal mio spirito caritatevole gliel'ho preparata.

Gesuino quando viene il papà è sempre contento ed ha iniziato a schiamazzare ma Iddio lo ha pestato perché aveva mal di testa.

Non gliene faccio alcuna colpa: era in preda ai fumi dell'alcol.

Povero ex-maritino, la vita è ingiusta con lui ed io gli voglio un gran bene.

[modifica] 22 Marzo 7 D.C. Sera

Caro diario, oggi Gesuino non è andato alla sinagoga perché è ancora dolorante per le botte prese ieri da suo padre.

Stamattina mi sono svegliata e Dio non c'era più nel letto ma mi ha lasciato un bigliettino, che ho fatto leggere a Gesuino perché io non sono in grado, che diceva che entro la fine della settimana avrò gli alimenti con tanto di arretrati.

Non vedo l'ora, finalmente potrò andarmene da questo buco chiamato Nazareth.

[modifica] 23 Marzo 7 D.C. Pomeriggio

Caro diario, Gesù non è ancora tornato dalla sinagoga. Sono andata a cercarlo ma il rabbino mi ha detto che se n'è andato prima visto che è stato cacciato per non aver portato le offerte.

"Ma siamo poveri" gli ho detto e lui ha risposto "Ed io sono ebreo".

Sono preoccupata, i vicini dicono di averlo visto incamminarsi con uno sconosciuto e


Ommioex che gioia, Gesuino è appena tornato! Zoppica un po' ed ha portato un sacchetto pieno di monete ed è andato a dormire.

Dopo mi racconterà, che gioia se gli fosse capitato qualcosa non me lo sarei mai perdonato.

E suo padre mi avrebbe ammazzato.

[modifica] 24 Marzo 7 D.C.

Caro diario, sono sconvolta. Gesù si prostituisce.

[modifica] Risfoglio le vecchie pagine. 30 Febbraio 3 D.C.

Caro Diario,Giuseppe non mi desidera più come una volta.

"Maria, da quando mi hai tradito con quel vecchio pennuto dell'Arcangelo Gabriele non ti guardo più con gli stessi occhi di prima. Sapevo che ti piacevano gli uccelli, ma con lui hai veramente passato il limite. E poi ci hai fatto anche un figlio. E non azzardarti a ripetermi la tua solita cazzata che hai concepito senza mai fare sesso, perché stavolta ti bastono. Sono un povero falegname ma non un povero cretino!" mi ha detto quando ho cercato per l'ennesima volta di riaccendere la sua passione sopita.

"Ma non è stato Gabriele è stato nostro signore Yahweh nel sonno!" risposi io ma lui non ci credeva. Sono molto triste e sto pensando di ravvivare il nostro rapporto con un ménage à trois, o anche a quattro o a cinque; ma soltanto l'idea di avere tutta la Santissima Trinità nel mio letto mi fa un po' di ribbrezzo.

Ma io sono una donna di mondo e chiuderò gli occhi ancora una volta; male che vada lacrimeranno sangue.

[modifica] 27 Marzo 7 D.C., Pomeriggio: un incubo mi sveglia

Caro diario, oggi mi sento triste.

"I had a dream" dirà un giorno quello stupido popolo che mio figlio deciderà di elevare al dono della parola chiamandoli "Inglesi", ma che per ora si chiamano "Britanni" e altro non sono che delle rozze scimmie senza nessun intelletto, sporche e puzzolenti.

Madonna-scalza-in-una-valle-di-chiodi

Il sogno.

E pensare che Gesù mi ha anche predetto che un giorno questi Britanni affermeranno anche di essere superiori a noi medio-orientali; che si ricordino che, mentre loro saltellavano urlacchiando da un albero all'altro, noi disquisivamo di filosofia, ecco.

Sì, ho fatto un sogno, anzi un incubo, ho sognato che camminavo in una valle di chiodi, in mezzo alle lacrime. E altro non è, in fondo, questa mia vita fatta di dolori e poco rispetto per una ragazza madre. Giuseppe ha provato ad andare all'ufficio di collocamento per sgraffignare qualche soldino in più, ma c'era una file enorme di cittadini di Neapolis; purtroppo non è riuscito ad ottenere niente, anzi gli hanno pure rubato i pochi sesterzi che teneva nascosti in una saccoccia della giacca.

È un mondo difficile.

Tua per sempre, Mary.

[modifica] 28 Marzo 7 D.C., Quaresima: Dio si incazza

Siamo in tempo di Quaresima e Dio è sempre più incazzoso: alla mia ennesima richiesta degli alimenti e di un po' più di soldi, è sbottato e mi ha fatto capire a cosa può arrivare l'ira di Dio: "Senti brutta stronza, ora m'hai rotto. Dimentichi che sono Dio e potrei avere tutte le donne che voglio, quindi piantala di fare la preziosa. Ora ti punisco: come castigo per i tuoi continui piagnistei, tra qualche anno manderò tuo figlio quaranta giorni e quaranta notti nel deserto, senza cibo. E non mi tormentare ulteriormente altrimenti lo faccio crocifiggere. E adesso preparami la cena e portami una birra Nazareth bella fresca. Veloce, chè non ho tempo da perdere, io! Mi devo occupare anche delle cose del mondo, non te lo dimenticare, mica posso stare sempre dietro a una sciacquetta come te!"

È dura la vita di noi donne e spero che un giorno inventino una qualche congrega che ci possa proteggere. La si potrebbe chiamare, "femministe " per esempio.

Ora basta fantasticare però, vado che c'ho da fare.

Per sempre tua, Mary.

[modifica] 28 Marzo 7 D.C. Sera

Caro diario, oggi il mio ex, Iddio, mi ha mandato quelli che secondo lui sono gli alimenti: un cestino di frutta con allegata una lettera dove c'è scritto "AHAHAH!!!".

Ma veramente, che pessimo gusto, appena racimolo un po' di soldi gli mando l'avvocato.

[modifica] 29 Marzo 7 D.C. Sera: Mi ammazzo, non ce la faccio più!

Caro Diario, alla mia età è tempo di bilanci, e oggi ho fatto il bilancio della mia vita: sono vecchia, ho un figlio che si crede il Messia, sono sicura che Gesuino a 30 anni e passa vivrà ancora a casa, ha sempre lo stesso gruppetto di amici e tra loro si chiamano apostoli. Sono 12 come i mesi dell'anno, e tra loro c'è un certo Giuda, un tipo molto losco, che non me la conta giusta. Ho paura che mio figlio sia finito in un gruppo di omosessuali.

Inoltre non ho un lavoro fisso e un uomo fedele.

Ragion per cui oggi non ce la faccio più e voglio porre fine alla mia triste esistenza impiccandomi. Finalmente avrò la pace.

Addio mio caro Diario!

Ero morta. Ma poco dopo Dio è tornato a casa e ha fatto il miracolo: mi ha resuscitata.

Dopodichè mi ha fatto pulire la casa e preparare la cena.

È un mondo di merda.

[modifica] 1 Aprile 7 D.C. Sera: Odio il pesce!

Caro Diario, oggi giornata del pesce.

Spilla pesce dorato con scritta Jesus

Il simbolo della nuova religione.

Mio figlio Gesuino ha deciso che i seguaci della sua nuova "religione" come la chiama lui, avranno il simbolo del pesce.

Ho fatto un pranzo con le poche cose che avevo (dei pesci ormai marci) e ho invitato un paio di conoscenti; pensavo che sarebbe stata una buona idea, dato che avrei fatto una bella figura con poca fatica e sarei stata invitata di conseguenza a tanti altri pranzi.

Poi però è arrivato quello stronzo di mio figlio Gesù (quanto lo odio a volte) e ha moltiplicato i pesci per cento!

Risultato: centinaia di piatti da lavare per me, tutto il vicinato è venuto a casa a mangiare a sbafo fino al tramonto, gli animalisti mi hanno accusata di strage ittica, la pescheria del paese mi ha denunciata per concorrenza sleale, la macelleria non mi fa più credito perché dice che oggi non ha venduto nulla a causa mia.

Ma non è finita qui: Dio è tornato a casa, e quando gli ho chiesto cosa mi aveva portato, mi ha detto "Sto pesce". Che scherzo idiota.

Mi chiedo ancora cosa potrebbe capitarmi, questo non è un giorno, è uno scherzo. Siano maledetti i pesci e chi li ha inventati.

[modifica] 7 aprile 7 DC, Pomeriggio: Macellazione che Passione

Caro diario, scusami se ti sto trascurando in questi giorni ma sto uccidendo e macellando agnelli a più non posso, pare che tutti vogliano l'agnello di Dio, e questo esiste solo nella mia modesta casa.

Una volta finito questo mio duro lavoro, tornerò a scrivere più assiduamente di prima. Questa è una promessa.

Per sempre tua, Mary.


Strumenti personali
FANDOM