Nomadi

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Nota disambigua.svg Oops! Forse cercavi Rom?
Tuareg1.jpg

Augusto Daolio, leader deceduto dei Nomadi.

Quote rosso1.png Hey, Chris, non solo la faccia da matto irlandese... Quote rosso2.png

~ Augusto Daolio sul rispettare gli altri membri
Quote rosso1.png Lo Specchio ti riflette Quote rosso2.png

~ I Nomadi su cose incredibili
Quote rosso1.png Adesso mi voglio anche più bene, visto che ho smesso di fumare ! Quote rosso2.png

~ Danilo Sacco mentre fuma sul palco
Quote rosso1.png La nazionale non può vincere il mondiale, se non gioca Massimo Vecchi (ex giocatore di serie C-2) Quote rosso2.png

~ Danilo Sacco prima dei mondiali 2006
Quote rosso1.png Il mio gruppo preferito ! Quote rosso2.png

~ Bossi sui Nomadi
Quote rosso1.png Dio è morto Quote rosso2.png

~ Nomadi su Dio
Quote rosso1.png Questo è plagio! Quote rosso2.png

~ Friedrich Nietzsche sul titolo

I Nomadi sono un giovane gruppo musicale nato nell'entroterra emiliano. La loro "musica" è entrata nel cuore di miliardi di persone a causa dell'immensa qualità dei testi e delle performance. Nel susseguirsi degli anni, vari cambi di formazione (manco fossero l'Inter) ne hanno sconvolto lo stile.

[modifica] La formazione (4-3-1-2)

[modifica] Vecchi Nomadi

Nomadi band.jpg

Fra una migrazione e l'altra, i Nomadi allietano i loro fans con delle performance dal vivo.

  • Augusto Daolio: voce (nasale, peggio di Eros Ramazzotti) del gruppo fino al 1992, quando decise di ritirarsi in paradiso per poter suonare con Gesù nel musical "Jesus Christ Superstar". Voci maligne dicono che abbia lasciato i nomadi a causa di frequenti mal di stomaco. Resterà nella storia di questo gruppo per la sua grande capacità di scrivere i testi, come testimonia la canzone "Suoni"...
  • Antonio Campari: entrò nel gruppo perché gli altri pensavano fosse figlio di quello degli aperitivi
  • Gabriele Coppellini detto Bila: batterista capellone, uscì dal gruppo nel '69 perché tanto i Nomadi non avevano futuro
  • Chris Dennis: vecchio ubriacone scozzese in gonnella, che finge di suonare un violino scordato per far esaltare i suoi connazionali. Lasciò i Nomadi nel 1990 perché si era accorto, che nella canzone "Hey Nomadi" (dove peraltro lui suona il violino...) Daolio lo definì "matto Irlandese" provocando la sua furia omicida. Recenti indagini del RIS di Parma hanno fatto emergere la tesi di una sua partecipazione all'assassinio di Augusto Daolio da parte dei beduini musulmani. Riuscì nella difficile impresa di trasformare i Nomadi in due diverse cover band dei Nomadi.
  • Gualberto Gelmini: padre della romantica Marystar, fu cacciato dal gruppo a causa delle sue idee politiche (bolsceviche)
  • Umberto Maggi: bassista dell'età di mezzo, i Nomadi si accorsero della sua esistenza quando si ruppe un braccio
  • Dante Pergreffi: ottimo suonatore di basso, ma come primo lavoro faceva il gestore di un autoscontro...
  • Elisa Minari: dolce donzella che con la sua bocca ha allietato gli altri membri fino a metà anni '90. Memorabile la sua performance nella canzone "Ti Voglio", durante l'album live "Le strade, gli amici, il concerto".
  • Francesco Gualerzi: grande polistrumentista, esperto di flauti, fu cacciato dal gruppo dopo aver perso la scazzottata con Danilo Sacco. E ci vuole coraggio per riuscire a prenderle da Danilo Sacco.

[modifica] Nomadi odierni

Bambini rom.jpg

I figli dei Nomadi.

  • Beppe Carletti: il più giovane del gruppo, omonimo e sostenitore di Beppe Grillo, "suona" le tastiere con le sue manine sante... quando non è impegnato nella sua attività preferita. Leader del gruppo, ha i capelli lunghi, naturalmente tinti.Specialista nel far soldi con opere di bene.
  • Daniele Campani: batterista proveniente dal genere dance, da piccolo ha subito un trauma alle corde vocali e non è più riuscito a parlare... almeno finché non non fu aiutato da Elisa Minari.
  • Cico Falzone: detto Panzone a causa della sua esile corporatura, è il chitarrista del gruppo. Allievo diretto di Jimi Hendrix, è famoso per la sua capacità di emozionare il pubblico con le sue esibizioni. Si, anche lo stimolo alla defecazione è un'emozione.
  • Massimo Vecchi: bassista (160 cm), in giovinezza fu calciatore di una grande squadra (Pistoiese). Si ritirò dal calcio a causa di una frattura al cervello.
  • Sergio Reggioli: per gli amici "Sergione". Violinista, chitarrista, percussionista, flautista, bassista, batterista, triangolista, trombettista, calzolaio e bestemmiatore del gruppo.
  • Danilo Sacco: eclettico artista famoso per la sua voce squillante e per i suoi cambi di look (da palla da biliardo a capellone), idolo di tutto il popolo nomade, marocchino, bulgaro, ceceno e chi più ne ha più ne metta, è il membro più amato e coerente del gruppo. Di religione Buddhista, in ogni piccolo intervallo tra una strofa ed un' altra non lesina mai di affermare la sua frase preferita: Che Dio vi benedica!
  • Cristiano Turato: in vista della nuova era i Nomadi hanno clonato, oltre a loro stessi, anche Piero Pelù spacciandolo con un altro nome, mentre Sacco, sfanculando il gruppo che in fondo in fondo lo odiava, intraprende la carriera solista! Singolari i fan, che, dopo averlo idolatrato per anni lo ora dicono che sì, in effetti non aveva una gran voce, leccando i piedi a Pelù.

[modifica] Concerti e appuntamenti vari

Uomo con scroto enorme.jpg

Possibili conseguenze derivanti dall'ascolto prolungato della musica dei Nomadi.

[modifica] Live Tour 2009

Il tour sarebbe dovuto partire a giugno, ma Danilo Sacco dovette dare forfait a causa di un piccolissimo infartino causato dalle migliaia di sigarette che fumava ogni giorno. I suoi compagni, che ovviamente lo rispettano, hanno fatto il tour come se niente fosse... Peccato che gli scagnozzi che avevano assoldato per sostituirlo facessero più schifo di Spitty Cash.

[modifica] Novellara

Ogni anno tutte le comunità rom, inclusi i ceceni e i leghisti, si riuniscono, a metà febbraio, in questo odioso paese emiliano per 3-4 giorni. Giorni passati (sia per il gruppo che per i fan) tra alcool, droga e "musica". Si narra che una volta Danilo Sacco sia riuscito a cantare dopo aver bevuto una damigiana di vino e mentre fumava 34 sigarette, 6 delle quali infilate nel culo. Famoso anche il gesto anticonformista di Massimo Vecchi, che, dopo una gara di bestemmie persa contro Sergio Reggioli, si impegnò nello spaccare il basso in testa ad un marocchino che cercava di invadere il palco.

[modifica] Prospettive future

I Nomadi sono al lavoro per incidere un nuovo disco, il cui nome sarà "Continuiamo a Rompervi Il Cazzo".


Strumenti personali
wikia