Nazionale di calcio della Scozia

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Bouncywikilogo
Per quelli che non hanno il senso dell'umorismo, su Wikipedia è presente un articolo in proposito. Nazionale di calcio della Scozia
Quote rosso1 Eh, ma la Scozia davanti è poca roba... hanno questo Miller che è proprio poco Quote rosso2
~ Salvatore Bagni trenta secondi prima del vantaggio della Scozia, gol di Miller, sull'Italia
Nazionale Scozia kilt e giardiniere Willie

La Nazionale di calcio della Scozia

La Nazionale di calcio della Scozia è, guarda un po', la nazionale di calcio[oddio, calcio...] della Scozia. È famosa per nessun motivo particolare, in effetti non è nemmeno famosa.

[modifica] Cenni storici

Sebbene i comuni compendi storici citino come prima partita della Scozia, non solo, prima partita tra nazionali di calcio in assoluto, un miserevole 0-0 con i padroni vicini Inglesi risalente a un qualche anno dell'800, altre fonti ben più attendibili[1] affermano con sicurezza che quello non fu assolutamente il primo incontro disputato dalla nazionale, ma solo un tassello di una serie cominciata da millenni.

[modifica] La preistoria

Ronaldinho-preistorico

Nessinho in azione.

Il primo match della Nazionale di calcio scozzese avvenne nella preistoria, al tempo in cui i dinosauri come Margherita Hack e Pippo Baudo vivevano allo stato libero e la fine del mondo era prevista per il Cretaceo[2]. Nel nuovissimo stadio di Loch Ness Park, si disputò la storica partita Mostri vs Alieni, con la squadra dei Mostri capitanata da un giovane e scattante attaccante, Nessinho, brasiliano naturalizzato, capace di 4 reti e 7 sbranamenti in quel match. Mediano davanti alla difesa in quell'occasione un esordiente Sean Connery, il quale se ne stava piantato lì davanti con una doppietta geneticamente modificata a sparare su qualsiasi alieno si provasse ad avvicinare. Totalizzò 97 uccisioni, ma non riuscì ad evitare un gol del fortissimo esterno americano E.T. Smith, giocatore dei quattro volte campioni continentali dell'Area 51. La partita finì quindi 4 a 1 e in tutti i "processi" sulla Cave-tv la Nazionale dei Mostri scozzesi era considerata favorita per gli imminenti campionati del mar della Tetide. Non partecipò poi alla competizione poiché squalificata. Si scoprì infatti che i dirigenti della Federazione scozzese avevano nascosto il fatto che Nessinho era in verità un transessuale, che quindi non poteva giocare per la nazionale, non essendo state introdotte ancora le quote rosa. Nessuno sa che fine abbia fatto il calciatore, ma la nazionale fu squalificata per 65 milioni di anni da tutte le competizioni e il Loch Ness Park fu abbandonato, tanto che quando l'impianto di irrigazione si ruppe l'acqua continuò a uscire per così tanto tempo che, quando finì la squalifica, lo stadio era ormai un lago ed era infestato da una certa Nessy, una signora mostro che passava - e passa tutt'ora - il tempo a palleggiare e a piangere sui "bei tempi andati quando giocavo a pallone". Ad oggi ancora non si sa da dove sia venuta.

[modifica] Qualche milione di anni più avanti

Quando poi la squalifica finì, gli Alieni se ne erano andati già da un pezzo e dalle parti della Scozia bazzicava solo qualche Romano con brame di conquista. O meglio, le brame le avevano solo gli imperatori, i soldati volevano solo portare a casa la pellaccia. Così scozzesi e Romanorum si misero d'accordo e invece di combattere cominciarono a giocare a pallone. I Romani erano anche un po' Italiani e quindi molto catenacciari, erano infatti famosi per la difesa in stile Vallo di Adriano, che risultava invalicabile anche ai formidabili fluidificanti Sarmati, figuriamoci a qualche scozzese a cavallo di pecore. Le partite finivano tutte 0 a 0 perché gli scozzesi a segnare ormai non ci provavano neanche più, mentre ai Romani bastava un pareggio per mantenere intatto l'Impero[3]. Inoltre in attacco giocava uno dei più brocchi centravanti di sempre, l'Imperatore Adriano che, se non era ubriaco era talmente scazzato/depresso da perdere i contrasti contro i fantasmi che la Scozia schierava in difesa

Braveheart urlo di guerra

Tipico ultrà della Scozia

Quando poi l'Impero crollò, sconfitto in casa da Visigoti prima ed Eruli poi, in Britannia giunsero gli Inglesi. Questi erano dei grandissimi stronzi e quindi gli scozzesi, impregnati di whisky, non potevano che attacar briga anche con loro. Dopo alcune amichevoli e tornei triangolari con la vicina Inghirlanda si arrivò allo scontro finale e mortale con quei teinomani.

In quel tempo la Nazionale scozzese era capitanata da Wallace, centroattacco carismatico e letale, in tutti i sensi. È famosa di quell'epico incontro, l'Haka[4] eseguita dagli scozzesi, terminata con l'esibizione dei candidi culetti degli stessi in faccia ad inorriditi damerini inglesi[5]. Dopotutto però gli inglesi erano più bravi a giocare il pallone e gli scozzesi schieravano una pecora in porta. Infatti Braveheart e compagnia le presero di santa ragione.

[modifica] Dall'era moderna ai nostri giorni

Dopo altre pesanti sconfitte subite nei secoli sempre ad opera degli Inglesi, finalmente fu indetta un'assemblea straordinaria dei più alti dirigenti della federazione, eccone il verbale

- Dirigente federale numero 1: “Ehi! Brutto puzzone smettila di sguazzare con quei porci che dobbiamo parlare di quei quattro figli di una maiala della squadra di calcio!”
- Dirigente federale numero 2: “Ma vai a scoparti tua madre, brutto culo a tromba!”
- Dirigente numero 1: “Ormai è stanca mia madre non ce la fa più, tu piuttosto, prestami tua figlia vecchio rimbambito, che hai la prostata che scoppia!”
- Dirigente numero 2: “L'ha già noleggiata il vecchio McMac che vuole vedere cosa succede incrociando una pecora con quella vacca di mia figlia! E vattene un po' affanculo!”

Come si può facilmente intuire, questa riunione risultò determinante per il rendimento dei giocatori della Scozia.

Nel XX secolo infatti, con l'allentarsi delle norme sulle streghe e sui maghi in campo la Nazionale scozzese riuscì ad impiegare molti stregoni e fattucchieri, i cosiddetti "Maghi di Wimbledon". Si disputò proprio in quello stadio infatti il nuovo capitolo dell'eterna lotta tra Scozia e Inghilterra. Quel giorno del 1928 è considerato festa nazionale e si crede che il giorno dopo abbia persino nevicato; quel giorno la Scozia vinse contro l'Inghilterra. I "Maghi" scozzesi[6] sculacciarono per bene quei fighetti inglesi, Harry Potter e Ron Weasley furono visti uscire dal campo in lacrime lamentandosi poiché pensavano si giocasse a Quidditch.

[modifica] La nazionale oggi

La Nazionale scozzese ad oggi fa cagare. Uno dei principali motivi di questo è la qualità piuttosto scadente[piuttosto?] del campionato nazionale, la Scottish Premier League. Prova di questo è il fatto che da 427 anni vinca ogni singolo campionato una delle due squadre di Glasgow, ovvero i Rangers[7] e il Celtic, poiché le altre squadre sono troppo impegnate a suonare la cornamusa e a mangiare salsiccie di frattaglie, oltre ad essere scarse.

[modifica] Calciatori

  • Craig Gordon: portiere del condominio dove va in ritiro per tirchieria la Nazionale scozzese. È forte solo in Football Manager 2007 dove in 37 partite subisce solo 6 gol.
  • Steven Naismith: nessuno lo conosce, nemmeno Wikipedia, dunque non ragioniam di lui, ma guarda e passa.
  • Kris Boyd: nonostante sia stato acquistato dai Rangers esclusivamente perché ottimo cuoco di Haggis, riesce a segnare una media di 43 gol a partita, mettendo a nudo il gran livello del calcio scozzese.
Trainspotting squadra di calcetto

Un quintetto che ha dato tanto[nulla] alla Scozia

  • Giardiniere Willie: grande mediano sardo naturalizzato che rastrella (letteralmente) ogni pallone/avversario/Bart Simpson che gli capiti a tiro. Inoltre è solito fermare le azioni d'attacco avversarie tirandosi su il kilt.
  • Mark Renton, Francis Begbie, Spud e Sick Boy e Tommy: tutti e cinque campioni di calcetto con la fortissima squadra dei Trainspotting FC hanno già debuttato nel calcio a 11 e in nazionale. Su di loro pesa una squalifica per doping, ma in verità si tratta di un complotto, erano solo antidolorifici e antistaminici[e la marmotta confeziona la cioccolata]. Per quanto rigurda l'unico non drogato del gruppo, Begbie, è in carcere per aver lanciato un modellino del Duomo di Milano boccale da birra in faccia a Silvio Berl qualcuno.
  • Burkey!Smith!Cautious Dave!Jimmy Pube Face!Fat Rossco!Vaseline Boy![8]: si sono messi a giocare a pallone poiché non avevano nulla da fare. Ora giocano nel fortissimo Team Squirrels di Carneyhill e fanno un sacco di soldi cedendo i diritti delle loro partite a GXT. Sono famosi per le loro epiche partite a tressette e per avere un vizio persino intrigante e sensuale: giocare a calcio col pallone in fiamme.
  • Darren Fletcher: dato che gioca nel Manchester United viene trattato come il salvatore della patria, l'uomo in grado di portare la Scozia ai vertici del calcio mondiale. Per ora ha problemi anche a uscire dalla vasca da bagno.
  • Kenny Miller: autore dello storico gol all'Italia. Suscitò con quell'atto sia bestemmie che risate, bestemmie per il gol subito, risate per la figura di merda di Bagni.
  • James McFadden: è considerato dagli addetti ai lavori una grande ala. La digos sta investigando sul motivo, si prospetta una Tangentopoli bis.
  • Shaun Maloney: in verità è nato in Malesia, ma con qualche magheggio è diventato scozzese. Per quale motivo la Scozia lo abbia voluto poi resta un mistero. È tenuto in gran considerazione perché unico scozzese del Celtic che non abbia bisogno della mamma per allacciarsi le scarpe.
  • Alex McLiscio: da giovane ballava il liscio in campo, ora lo fa in panchina da allenatore.
  • Paperon de' Paperoni: dirigente federale famoso per investire oculatamente i capitali[eufemismo]. Sotto la bandiera del risparmio, ha costruito lo stadio della Nazionale su una torbiera, in modo da spendere meno per il riscaldamento.

[modifica] Vittorie

Sterpaglia

[modifica] Note

  1. ^ Mio cuggino, Il calcio e la brughiera in 5 volumi, edizioni Meeenghìa, 1999,9
  2. ^ Si diceva addirittura che sarebbe caduto un asteroide nello Yucatan, quali idiozie!
  3. ^ Tanto il Mondo era loro, quindi vincevano comunque tutto, anche la Confedereshon Cup
  4. ^ Un altro errore frequente è attribuire l'invenzione di questa danza ai Neozelandesi
  5. ^ Si dice che un gran numero di monocoli sia caduto a terra a seguito di tanta indignazione
  6. ^ Più che altro ladri che speravano nell'indulto e parenti di zio Paperone
  7. ^ non affiliati con il Texas
  8. ^ cfr [1]


Strumenti personali
wikia

Utente:Mufufu/Diario di bordo