Nazionale di calcio del Marocco

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

La Lavavetri United, nota al mondo come nazionale di calcio del Ma Rocco!, è una disorganizzazione calcistica chiamata una volta Leoni dell'Atlante, poi il nome è stato cambiato perché la DeAgostini, sponsor ufficiale, s'è comprata il marchio per farci una serie di fascicoli sugli oroscopi; ovviamente si sono poi offerti di trovare un nuovo nome dignitoso.

[modifica] Storia

La Lavavetri United viene fondata nel x+32y a.C., ed esordisce contro l'Assiria, perdendo millemila a 3. La nazionale, nota per i leoni da esportazione in Spagna e Portogallo (guidavano i trattori) ha ricevuto grazie a questa notorietà tutta una serie di sfottò che rimarranno nella storia (fra i quali ciuccialeoni rimane il più noto e offensivo, atto a descrivere che la loro unica possibilità di fare sesso era con i leoni, dato che molti dei giocatori erano più brutti della fame e del colera).

La loro lotta è stata sempre quella di cercare di arrivare ai Mondiali e alla Coppa d'Africa, cosa che avrebbe permesso loro di mangiare (se non ti qualifichi non ti pagano); la cronistoria delle qualificazioni sta lì a dimostare l'elevato numero di caduti sul campo (vinta una Coppa d'Africa rubandola durante una cerimonia di premiazione, e 5 coppe del Nonno, mangiate subito dopo).

[modifica] La lotta contro il colera

Paperone.jpg

Se li avessero avuti molti giocattori sarebbero ancora vivi...

Colera, un grande amico dei giorni più lieti, ha sterminato più volte i lavavetri, riducendone il loro numero e la loro capacità riproduttiva, già minata dall'alimentazione a base di sabbia e urina; la lotta è da sempre stata cardine fondamentale di questa nazionale, che più d'una volta però è riuscita a vincere questa gara infida, attraverso rimedi efficaci e duraturi.

[modifica] Colore della divisa

La divisa, essendo fatta in pura canapa fumabile, è verde brillante, ma spesso alla fine del match non si trova più la maglietta in quanto i giocatori, stremati dalla fatica e dalla fame, oltre a mangiarsi l'erba del campo si mangiano anche la maglietta; per evitare scandalosi inconvenienti, che in Marocco costerebbero l'amputazione degli arti, i pantaloni e le mutande sono costruiti in acciaio inox 18/10 (distruggibili solo con le Miracle Blade), mentre per le scarpe e i calzini si usa tessuto lavabile (nessuno ha tentazione di mangiare i calzini altrui, data la vasta puzza che emanano).

[modifica] Rosa dei giocatori

I giocattori (più attori che giocatori, a dirci la verità, vista la facile tendenza a cadere e a bestemmiare), sono i seguenti:

  • Na-dir Lami-agri, nella vita spelatore di arance e limoni;
  • Karin Ferrocchin, l'unico gay marocchino rimasto nella storia;
  • Manza Budel, macellaio di vacche e vacche...;
  • Youssef l'Acciacc, il giocatore più infortunato della storia;
  • Selavia Sbagghiai, giocatore errante nel campo;
  • Amin Erbati, venditore di fumo;
  • Michél Crètin, berbero di sceme origini;
  • Islam Yahoo, rappresentante della filiale islamica del portale di ricerca più ignorato al mondo;
  • Muro d'Ani, pornoattore;
  • Chic'ha LaMuffi, uomo raccoglitore di muffe da collezione;
  • Jeunesse Manché, nato vecchio;
  • Badr El Kazzddouri, alla ricerca del satellite perduto...;
  • Giusé Safari, giuda turistica in luoghi tranquilli;
  • Cussin Karìa, cuoco dai prezzi poco economici;
  • Iusé Muntari, parente alla lontana di un noto calciatore;
  • Giammai Benedit, un ateo convinto;
  • Edil Hermach, un noto immobiliarista dalle finanze larghe grazie ad attività extra;
  • Salatin Ccà, proprietario di un bar;
  • Carì Armandi, mobiliere allegerisci portafogli;
  • Rachì, uomo senza voce (e senza palle);
  • Hassan Allah, figlio di Dio;
  • Tarì Sekì, produttore di sciroppo per la tosse;
  • Izam Arad, speaker di Radio Damasco;
  • Nabil El Zhar, nobile sempre incazzato;
  • Bark Bucà, pescatore sfortunato;
  • Iccià U Ceron, truccatore della domenica;
  • Sofia Allodole, primo dragking della storia a giocare a calcio a livello professionistico;
  • Marrone Cimanca, detesta la grafica base di Ubuntu;
  • Salam Bengiallun, venditore di salumi avariati;
  • Munir l'Arsenal, trafficante d'armi allo sbaraglio (gli piace la Champions League);
  • Nabil Baha, anonimo scemo del villaggio.

E per forza che muoiono di fame, sono troppi, non potevano starsene a casa loro? Mah...

[modifica] Obiettivo dichiarato

Arrivare alla fine del mese...


Strumenti personali
wikia