Natura negli anime

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

[modifica] Legge della Stagionalità Metastabile

Può non esistere l'alternanza delle stagioni, essendo fissata una stagione non ben specificata dalle condizioni atmosferiche fisse, oppure cambiare da un giorno all'altro, l'inverno può durare ad esempio giusto il tempo del Natale.

[modifica] Legge del Tempo Atmosferico Costante

Le condizioni atmosferiche sono strettamente subordinate all'umore del protagonista. In particolare, piove solo quando accade un fatto molto triste - tipo la morte del migliore amico del protagonista; negli anime melanconici piove quasi sempre e compare il sole solo per sottolineare il buon esito di una vicenda.

Il vento è una componente pressoché inesistente negli anime, e serve a ribadire, solo con qualche fugace raffica, qualche affermazione particolarmente importante del buono/cattivone di turno; o, in alternativa, qualche cavolata immane da parte dello stesso (nel qual caso il suono del vento servirà a sottolineare il silenzio di tomba che segue a detta cavolata - silenzio spesso accompagnato anche da cespugli o giornali che rotolano, cani che abbaiano in lontananza, corvi che gridano "Aho" (cioè "idiota"), il canto delle cicale o il richiamo lontano dell' "Arrotino, l' ombrellaio, è arrivato l' arrotino...".

Corollario o Fenomeno della pioggia istantanea: Fenomeno presente in alcuni anime/manga, per esempio Ranma, in cui piove per un secondo, giusto il tempo di infradiciare il protagonista.

[modifica] Legge della Distruzione Continuata

Durante un combattimento, per quanto a lungo possa durare, e per quanto potenti i colpi sferrati, non si arriverà mai a corto di montagne da sbriciolare, mari da prosciugare o continenti da sprofondare; così che i contendenti possano continuare a oltranza.

[modifica] Legge del Territorio Immutabile

Anche se un personaggio vola/corre/schizza per chilometri, in tutte le direzioni non si vedrà mai la fine della terra e l'inizio del mare.

[modifica] Legge della Flora Unica

Sia che ti trovi in un bosco, in una pianura o su un monte le piante saranno sempre le stesse, dello stesso colore e forma, i fiori sempre sbocciati e le foglie tutte identiche.

Eccezione: Heidi (Che non è proprio un anime ma a nessuno importa).

[modifica] Legge delle Nuvole Perpetue

Nel cielo ci sono sempre nuvole. Ovunque ti trovi, a qualunque quota e con qualsiasi condizione meteorologica, il numero di nuvole presente nel cielo è sempre inversamente proporzionale alla felicità del protagonista. Più è triste, oppresso e afflitto e maggiore sarà il numero di nuvole presente: in tali casi si arriva a far scoppiare un temporale con la propria tristezza.

[modifica] Legge dei Petali di Ciliegio Imprescindibili

Nonostante non esista una stagionalità definita (vedi Legge della Stagionalità Assente), in molti anime ad un certo punto sarà la stagione dei ciliegi e da degli alberi completamente rosa che prima non esistevano cadrà una quantità indefinibile di petali, tutti nello stesso minuto. Ma solo se l'anime è ambientato in Giappone.

[modifica] Legge dell'Acqua ad Evaporazione Immediata

Quando piove, le gocce d'acqua che toccano il suolo svaniscono all'istante (anche se, viste da vicino, è possibile notare che prima si dividono in quattro altre goccioline più piccole), bagnando appena il terreno ma senza provocare la formazione di grandi pozzanghere.

Corollario: In caso della loro esistenza, le pozzanghere non sono mai superiori ad una misura prestabilita, e se lo sono è perché il/la protagonista ne verrà presto inzuppato.

Le leggi che governano gli anime
Gundam Pugni.gif
Derrick6.jpg

Libro I: Postulati fondamentali - Libro II: leggi della fisica - Libro III: sulla sfida tra bene e male ab aeterno - Libro IV: sulle arti marziali - Libro V: sulla natura - Libro VI: sul progresso tecnologico - Libro VII: anatomia e fisiologia - Libro VIII: psicosomatica - Libro IX: sugli indumenti - Libro X: sociologia - Libro XI: sesso - Libro XII: Leggi minori

Strumenti personali
wikia