Nascondino

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Piccione e gatto giocano a nascondino.JPG

Son grande o son piccino, son furbo o son cretino,
volatile o felino, per sempre nascondino!

- Contatore: “47... 48... 49... 50! Chi è fuori è fuori, chi è dentro è dentr...!”
- Tizio che stava dietro al contatore: “Tingolo per me!”
- Contatore: “Ma vaffanculo!!!”
Quote rosso1.png Intingolo per me! Quote rosso2.png

~ Gordon Ramsay giocando a nascondino

Il nascondino è un gioco di strategia inventato da Salvatore Riina.
È un passatempo adatto a tutte le età, il cui unico cavillo è saper correre e avere un po' di fiato, per cui è un gioco non adatto alla gente morta.

[modifica] Cosa serve

  • Fucile a pallettoni.
  • Voglia di divertirsi oppure molti alcolici.

[modifica] Preparazione

Si raggiunge un posto piuttosto isolato e si cercano elementi depauperabili e per i quali nessuno ne lamenti il danneggiamento, come bottiglie di birra vuote, bottiglie di Becks piene, cani, polli e secchioni. Li si posizionano a venti passi, si fruga in auto sogghignando, ci si batte la mano in fronte esclamando: Cazzo, no! Il fucile è rimasto a casa! E ora che facciamo? e ogni volta si ripiega sul nascondino.

[modifica] Come si gioca

[modifica] Fase iniziale

Oronzo Canà.jpg

«Non vèle, hai guardèto! Ricomincia a contère da chèpo, strònzolo!»

Nella prima parte si seleziona il "contatore", ovvero l'elemento più debole e sfigato del gruppo. Codesto soggetto non ha alcun diritto: lui conta, lui deve subire angherie di ogni genere senza controbattere, lui ha il diritto di non parlare[1].
Occasionalmente viene offerto al povero soggetto, solitamente il più piccolo, grassottello, butterato, quattrocchi e malato terminale, una possibilità di scelta:

- Bastardo: “Scegli un dito della mia mano destra per sapere fino a quanto devi contare, su!”
- Sfigato: “Bene! Mmmm... Anulare!”
- Bastardo: “Ahahah! Scemo, hai scelto il 150!”
- Sfigato: “Ma...!”
- Bastardo: “Zitto! Ora scegli un dito della mia mano sinistra per la velocità di conta: lumaca, lento, normale, veloce o flash, forza!”
- Sfigato: “Ouf... Eeeh... Pollice!”
- Bastardo: “Ahahah! Coglione, hai scelto la lumaca!”
- Sfigato: “Ma...!”
- Bastardo: “ Zitto! Inizia a contare ad alta voce, avanti!”
- Sfigato: “Come cacchio faccio a star zitto e a contare ad alta voce?!”
- Bastardo: POW!
Fantozzi nel cesso; Al, John e Jack sott'acqua; bambino poco sveglio prova a nascondersi; Seymour Skinner prova a nascondersi.JPG

Esempi di errato approccio al nascondiglio:
1) È sempre meglio verificare che il nascondiglio sia sufficientemente capiente;
2) Non basta un quintale di buona volontà, serve anche un'oncia di arguzia;
3) Se sei poco sveglio evita tassativamente di giocare a nascondino;
4) Due cose sbagliate non ne fanno una giusta.

[modifica] Fase intermedia

Il giocatore sfigato comincia a contare con un braccio di traverso sugli occhi mentre i suoi amici vanno a nascondersi o gli tirano giù i calzoni.

[modifica] I nascondenti nasconditori nascondivendoli ricercati

La maggior parte fugge all'orizzonte e si arma di sassi in gran quantità, cosicché il cercatore che s'avvicini troppo venga tenuto a distanza di sicurezza e non riesca a identificare i lanciatori.
Qualcuno più pigro, in presenza di selva, taiga e altri tipi di macchia vi ci si ficca in mezzo, si arma di sassi e fruste di rovo e segue la stessa procedura dei colleghi di cui sopra.
Pochi esemplari virtuosi scelgono la strada del mimetismo: c'è chi si tinge le unghie di rosso e si nasconde in un campo di fragole; c'è chi, in mancanza di campo di fragole, si fionda in un cespuglio di ortiche e, per camuffare le sue stesse urla, fa finta di essere un gatto incastrato in una grondaia; degni di nota sono pure coloro che si travestono da azoto gassoso e si mescolano all'atmosfera che li circonda.

[modifica] Il cercatore

Il contatore che termina di contare si trasforma all'istante in cacciatore. Questi si straccia i vestiti sul torace, ne fa una bandana per la testa, cita una frase di un film d'azione americano e comincia a fiutare l'aria circostante. Di norma non s'allontana dalla "tana" per più di quattro o cinque passi, un po' per timore che gliela facciano sotto il naso, un po' per paura delle sassate. Ogni fruscio lo mette sul chi va là, un riflesso sospetto fa pompare in lui l'adrenalina a cinquemila, con un rumore di passi rischia addirittura che gli scoppino le carotidi. Quando ormai il cacciatore è divorato dall'angoscia può capitare che abbassi la guardia e qualcuno riesca a far breccia:

Wikiquote.png
«QUESTO - È - TINGOLO PER MEEEEE!!!»
Neytiri.JPG

Lei ti vede. È inutile che ti nascondi, non c'è gara.

A quel punto si possono avere due conseguenze:

  1. Il cacciatore resetta le sue condizioni psico-fisiche e riacquista la capacità di ragionare: la partita continua.
  2. Il cacciatore perde completamente la testa, cercando di inseguire qualunque cosa si muova nel raggio di un ettometro. Urla ossessivamente, le pupille si dissolvono, la sua saliva diventa velenosa e comincia a stazionare intorno alla base con la furia di una femmina di cinghiale con la cucciolata. Strilla alcune frasi tipo State lontani da me! Se vi avvicinate ne ammazzo uno! Voglio un elicottero e un milione in contanti entro un'ora! A quel punto per lui è finita: un'ondata formata dai giocatori ancora in gara si precipita contemporaneamente alla tana, facendola esplodere. Il cacciatore tenta di "tingolarne" almeno uno, ma la fiumana di nemici è troppo densa, il suo cervello va in sovraccarico ed esplode.

[modifica] Fase finale

Qualunque sia l'esito della partita, lo sfigato del gruppo perde in ogni caso e ogni sua protesta viene sedata nel sangue.

[modifica] Varianti

  • Rimpiattino: variante del nascondino in cui non si capisce quale sia la variante. Ligabue dice che li ha messi via, i rimpiattini, e quando vuole ci rigioca. Ma cos'è che può essere messo via, ha un nesso col nascondino ed è collegato in qualche modo con Ligabue? Eh, bella domanda...
Mars Attacks fumetto.JPG

Uno scenario assai comune nelle fasi finali di nascondino. A volte capita che i cacciatori si prendano un po' troppo sul serio.

  • Buio ghei: variante libidinosa: si gioca completamente nudi; quando il tizio che che fa la conta trova un giocatore nascosto tocca a lui star sotto.
  • Sardina: variante tenebrosa: si gioca in un bosco di notte. Un giocatore solo si nasconde, gli altri brandiscono torce, forconi, fuoristrada e mastini da guerra e lo cercano.
    Si chiama Shifta o Tovarish quando il gioco si fa in casa, contatore della luce disattivato, e la penitenza è un soggiorno permanente nei campi di concentramento siberiani.
  • Sardona: variante bastarda di "sardina": si gioca sempre in un bosco di notte. Solo che, dopo che il giocatore che sta sotto si è andato a nascondere, tutti gli altri lo lasciano lì e se ne vanno a letto.
  • Sardella: variante sarda: i giocatori che vengono scoperti trovano una scusa per protestare: e lui ha barato, e hai contato troppo veloce, e c'ho l'enfisema femorale... Inizia dunque un acceso battibecco e finisce a cazzotti che è un piacere.

[modifica] Curiosità

  • A Padre Pio non piace il nascondino: deve sempre nascondersi due volte e contare il doppio.
  • Abramo Lincoln, quando giocava a nascondino, dimostrava la sua furbizia: si rifugiava sul monte Rushmore e faceva finta di essere la sua faccia: nessuno lo scovò una sola volta in cinquant'anni di partite.
  • Quando il cacciatore ha l'evidente intenzione di non lasciare il campo libero nemmanco per un femtosecondo è necessario elaborare dei diversivi: uno molto in voga nel XVI° secolo era causare deliberatamente epidemie e aspettare che il cacciatore morisse di vaiolo.
- Ricercato: Eh eh eh! Non mi troverà mai!
- Cacciatore: “Ti ho visto! Sei dietro la censura!”
- Ricercato: “Merda!”

[modifica] Note

  1. ^ Questo non elude la norma del "nessun diritto" ed è di fatto l'eccezione che conferma la regola
Strumenti personali
wikia