Moderatore

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Nerd-1-.gif

Il moderatore nell'iconografia tradizionale.

Quote rosso1.png He's a man with a mission, got a serious mind! Quote rosso2.png

~ Eurythmics su i moderatori

~ Moderatore in pieno delirio di onnipotenza
Quote rosso1.png La questione per quanto MI riguarda si chiude qui. Quote rosso2.png

~ Moderatore che ha appena chiuso un topic sul fatto che TU non potrai più postare niente


I Moderatori sono coloro che, per ispirazione divina, hanno acquisito il diritto di stabilire cosa è giusto e cosa no postare in un forum, o altri luoghi di Internet dove la gente lavora in comunità. Convinti di essere fondamentali alla sopravvivenza della democrazia, in realtà sono quasi più inutili di Mr. Lui.

[modifica] Le funzioni di un Moderatore

Moderatore 1 : Quote rosso1.png He's just another scripture thumping hack from Galilee! Quote rosso2.png
Moderatore 2 : Quote rosso1.png Put yourself in my place. I am law and order. What about our priesthood? We can not be divided![1]
Quote rosso2.png

Due moderatori di Nonciclopedia decidono se tenere una pagina o meno

Le funzioni di un moderatore variano a seconda dell'habitat che si sceglie. (Tratto da Il Vadaviailmecum del perfetto Moderatore; AA VV[2] Mondadori; 1990)

[modifica] Sui forum

[modifica] Nelle discussioni

Giudizio universale moderatore.jpg

Tipico moderatore preso da un raptus di onnipotenza.

Non appena vede un topic dove due o più persone stanno discutendo pacificamente di una cosa che non gli interessa, il moderatore ha il dovere di intervenire nella discussione per bloccarli. Questo generalmente avviene usando la frase: "Oh! Basta ragazzi! Questa discussione inutile è durata troppo, o la smettete o la cancello."

[modifica] Nei topic neonati

Quando un moderatore si imbatte in un topic che è appena stato creato, e che tratta di cose che non capisce o che non gli interessano, il moderatore è tenuto a cancellarlo sprezzante. Ecco un paio di esempi

  • "E il naufragar mi è dolce in questo mare??? Ma che accidenti ti sei fumato? No, no... qui si chiude." (il soggetto in questione non ha letto Leopardi e non afferra la citazione, quindi cancella il topic)
  • "La TV influenza il voto dei cittadini? Senti, idiota: io non voto, quindi non seccarmi." (il soggetto in questione non vota, quindi non seccatelo, e quindi cancella il topic)

[modifica] Parolacce e Pedofilia

Quando andate su un forum vietato ai minori di 18 anni ricordatevi sempre di non usare parolacce! Ci sono bambini che leggono (infatti basta cliccare "OK" quando il computer ti chiede se hai diciott'anni). In caso vi scappasse un cazzo, quindi preparatevi a essere corretti con frasi tipo "Eh, no-no-no! Le parole brutte non si usano!" (il soggetto in questione uccide i ciechi per rubare i loro cani, che poi abbandona in autostrada). Ma ancora peggio è fare un accenno alla pedofilia! Infatti i moderatori non capiscono la differenza tra uno stupratore di bambini e uno che trova bella una ragazza di tredici anni, e in quel caso non si limitano a cancellare il post, ma passano subito alla soluzione definitiva.

[modifica] Altre comunità

[modifica] Su Nonciclopedia

Non lasciatevi ingannare dal suo aspetto di difensore del buon senso: il moderatore di Nonciclopedia è tale e quale a quello da forum. Egli infatti, è pieno di buon senso, e lo usa per cancellare le pagine che non (lo) fanno ridere di cui a nessuno importa. Alla domanda "Ma a te chi te l'ha detto che a nessuno importa?" la risposta è il 20% delle volte "Dio", mentre nell'80% dei casi si tratta di un appunto su un errore ortografico commesso nel porre la domanda.

[modifica] Un incredibile esempio di civiltà da Yahoo! Answer

Che ci crediate o no, per una volta da Yahoo! Answer viene un esempio di civiltà. Detto sito, infatti, ha eliminato la figura del moderatore, e tutti si moderano a vicenda ad armi pari. O meglio: in realtà uno staff ci sarebbe, ma probabilmente preferisce dedicarsi a altre cose, e così ci pensano gli utenti stessi. Purtoppo se nessuno è un moderatore è un po' come dire che lo sono tutti, infatti, se ci si crea qualche leggera antipatia, può succedere che ti arrivi una notifica di violazione delle linee guida senza aver fatto un beneamato cazzo.

[modifica] Wikipedia

Il tipico moderatore di Wikipedia deve, per diventare tale, fottersene bellamente di tutto quello che viene scritto nelle discussioni. Inoltre è generalmente qualcuno che vuole soltanto occupare una posizione di potere, ed ha magari una cultura pari a zero. Molti di loro sono così ignoranti che vicino alle modifiche non scrivono "senza fonte", ma "davvero??".

[modifica] Giornalino scolastico

Non è un luogo su Internet, ma anche esso ha i suoi moderatori. Si tratta di prof rompicoglioni, spesso aiutati da compagni spioni più rompicoglioni di loro (visto che non hanno neanche la scusa che li pagano per farlo). Essi censurano a cazzo di cane tutto quello che vedono. Cioè, non tutto: solo le battute che fanno ridere, gli articoli che contengono informazioni, la satira che fa riflettere e le recensioni che dicono qualcosa che non tutti sanno su quello che trattano.

[modifica] Il potere dà alla testa

Admin prende a calci un utente e un mod assiste alla scena.gif

Il contributo dei moderatori a mantenere l'ordine è fondamentale.

Quello che si impara frequentando un moderatore è che il potere da alla testa. Infatti si può tranquillamente, anche da utenti normalissimi, dire la propria opinione su quello che accade in un forum (o affini), ma una volta che si è stati nominati moderatori il modo di vedere le cose cambia. Rivediamo insieme i punti sopra analizzati.

  • Discussioni: Cosa fa una persona normale che vede due persone discutere di qualcosa che non gli interessa o che non conosce? Semplice: li ignora, continuando a fare quello che stava facendo. Dopo essere stato corrotto dal potere ricevuto dall'Admin, però, non si può fare a meno di interrompere tutte le discussioni a cui non si è invitati dicendo che devono essere chiuse.
  • Topic neonati: Invece la persona normale cosa fa vedendo che è appena nata una discussione di cui non capisce il senso? Semplicissimo: con uno sforzo uguale, se non minore, a quello necessario per cancellarla posta la domanda: "Scusa, ma in che senso? Di cosa stai parlando?". Invece il moderatore arriva implacabile e, con condiscendenza, cancella. A nulla valgono le suppliche, tipo: "Ma lo avevo aperto da soli cinque minuti! Che ne sai che a qualcuno non interessi?" (nel caso del Moderatore di Nonciclopedia "non faccia ridere?").
  • Parolacce: È legittimo riprendere qualcuno che dice le parolacce. Fa un po' suorina, ma a volte ci vuole. Ma se deciderete di bere al calice dei potenti, diventando moderatori, sappiate che poi inizierete a farlo dicendo frasi tipo: "Non credere di poter usare questo linguaggio in questo forum, carino. Ci sono le regole da rispettare. Allora cosa vogliamo fare? Buttiamo via tutte le regole? Da oggi non ci sono più le regole?" (mi preoccupa quante volte ha detto "regole")
  • Su Nonciclopedia: Se su Nonci trovate un articolo che non farebbe ridere neanche la Hunziker (proprio come in questo caso), che cosa fate? Semplice: non ridete. Questo, però, per il moderatore è troppo semplice! Egli ha una missione! E così la pagina viene cancellata.

[modifica] Note

Cioè, stai davvero leggendo le ♪♫note♫♪?! Pazzesco...
  1. ^ È solo un altro galileo che cita le scritture!/Mettiti nei miei panni. Io sono la legge e l'ordine. Che mi dici della nostra classe sacerdotale? Non possiamo essere divisi!; su consiglio della Associazione Italiana Plagiatori giuro di non aver mai sentito parlare di un musical di Andy Lloyd Webber su Gesù.
  2. ^ Admin Vari

[modifica] Voci correlate

Strumenti personali
wikia