Mission: Impossible

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Quote rosso1.png Come sempre, se tu o qualunque altro utente doveste morire durante la lettura di questo articolo, Nonciclopedia negherà di essere al corrente della sua esistenza. Quote rosso2.png

~ Lo staff.
Massone Impassibile
Mission impossible ghana poster.jpg
Sottotitolo: «Si, ma almeno provaci!»
Paese: Praga
Regista: Brian di Nazareth
Casa produttrice: Impossible Movies Factory
Sceneggiatura: Criptata
Anno: 1996, bei tempi!
Genere: Teatro in maschera
Colore: Verde e rosso, da non masticare
Suono: Occhio ai decibel.

IIIIIIIIIIII

Interpreti e personaggi
Il naso di Tom Cruise

Mission: Impossible è un film del 1996 con Tom Cruise e altri attori che non vale nemmeno la pena di nominare. L'importante è che ci sia Tom Cruise.
Al massimo si darà un po' di spazio a Brian De Palma, che è stato sul set solo per applaudire Tom Cruise. Del resto Tom Cruise non ha bisogno di un regista.
Il film trae ispirazione dall'omonimo telefilm andato in onda quando ancora si usavano i pantaloni a zampa, ergo: nessuno lo conosce. D'altronde non c'era neanche Tom Cruise.

[modifica] Trama

Una squadra dell'IMF (Intelligence Mother-Fuckers) guidata da Jim Phelps viene spedita a Praga per seguire un certo Golytsin che ha intenzione di rubare la Lista Nozze dall'ambasciata americana. La Lista contiene la cronologia web di tutti gli agenti dell'agenzia. La squadra di Phelps approfitta di un festino all'ambasciata per infiltrarsi e fotografare il comunista mentre ruba la Lista. All'inizio la missione fila liscia come l'olio, gli agenti riescono perfino a mangiare un pezzo di torta, ma poi cominciano a morire e l'unico sopravvissuto di quella strage del sabato sera è Ethan Hunt (Tom Cruise) e la lista viene rubata. Ethan viene contattato da Kittridge, il capo dell'IMF, che gli confessa che la missione era tutta una farsa e la Lista era solo la ricetta per la torta di mele. L'IMF ha organizzato il tutto per scoprire chi era la talpa che voleva vendere la lista alle madri degli agenti e accusa proprio lui di esserlo. Ethan sa benissimo di non essere una talpa, lui ci ha sempre visto abbastanza bene, e allora usa una giggomma al gusto di tritolo e scappa via. Torna alla base della squadra e scopre che anche Claire, la moglie di Phelps, si era salvata grazie alla protezione del suo fondotinta; assieme decidono di scoprire chi è la talpa.
Ethan mette assieme una squadra composta da Marsellus detto Luther Wallace, che si fa passare per un hacker, e Leòn, che si è messo un nome tedesco, Frank Krieger. Decidono di rubare la vera Lista Nozze dalla sede della CIA a Langley e ci riescono grazie ad una gran botta di culo e un attacco di bulimia dell'unico tizio che può sgamarli. Ethan organizza uno scambio per vendere la Lista alla misteriosa Max, rappresentante del Comitato Mamme d'America in cambio di buoni pasto e il nome della talpa.
Lo scambio avviene su un treno, posto adatto a queste operazioni pericolose poiché pieno di scudi umani e facile[citazione necessaria] da abbandonare. Mentre Max cerca di scaricare la Lista e bestemmia per la connessione lenta Ethan si traveste da Jim per fare uno scherzo a Claire e va a prendersi i soldi. Nel vagone con i soldi incontra Claire che lo saluta con «Ehilà! Vecchio "talpone"!» e allora Ethan capisce che i traditori sono proprio lei e il vecchiaccio, così si leva la maschera e anche lei allora si leva la maschera rivelando di essere Jim Phelps e poi arriva Jim Phelps che si leva la maschera rivelando di essere Claire e allora Jim la uccide per negligenza.
Ovviamente se in un film c'è un treno ci sarà sicuramente anche un inseguimento sul tetto del treno. E così è anche qua. Phelps beve un sorso di Olio Cuore e scappa sul tetto del treno, Krieger si scopre essere un traditore e cerca di fare la barba a Ethan con le pale di un elicottero. Alla fine i cattivi muoiono, Max viene arrestata per pedofilia (ci provava con Ethan) e Ethan dice «Basta! Mollo tutto!» e infatti lo rivedremo in altri quattro film.

[modifica] Produzione

Il film (come altri di questo genere) fu prodotto anche grazie all'appoggio della CIA, che ogni anno dedica un po' dei suoi fondi al cinema per attirare i giovani verso la carriera nell'intelligence o il lavoro senza contratto tra le fila degli agenti non ufficiali (quelli dei lavoretti sporchi).

[modifica] Sequel

Mission: Impossible ha avuto tre seguiti molto apprezzati, più il secondo capitolo. La saga al completo è composta da:

[modifica] Curiosità

  • Nella scena in cui Ethan si cala nella sala del terminale a L'Angley si può vedere la corda che lo sorregge. Che sbadati!
  • Tom Cruise non ha usato nessuna controfigura durante le riprese, se non si considerano i tacchi alti.

[modifica] Voci correlate

QUESTA PAGINA SI AUTODISTRUGGERÀ TRA 5 SECONDI


Strumenti personali
wikia