Ministero della Difesa

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Risiko situazione critica.jpg

Il Ministro della Difesa italiano gioca a Risiko con i corrispettivi stranieri.

Logo di Wikipedia sballonzolante.gif
Per quelli che non hanno il senso dell'umorismo, su Wikipedia è presente un articolo in proposito. Ministero della Difesa
Quote rosso1.png La difesa è il miglior attacco. Quote rosso2.png

~ Ministero della Difesa
Quote rosso1.png Credo che la razza umana debba riflettere sulle uccisioni. Quanto male occorre compiere per poter far del bene Quote rosso2.png

~ Robert McNamara grattandosi le balle
Quote rosso1.png L'epoca delle grandi guerre è finita, ormai le spese per la difesa sono solo formalità Quote rosso2.png

~ Matteo Renzi firmando un assegno da mezzo miliardo di euro per una nuova portaerei
Quote rosso1.png Lei è un vigliacco, vigliacco. Dovete ringraziare la sensibilità delle forze dell'ordine che vi avrebbero spazzato via in due minuti Quote rosso2.png

~ Ministro La Russa sul corretto funzionamento di una democrazia
Quote rosso1.png E comunque non lo leveremo il crocifisso, possono morire. Il crocifisso resterà in tutte le aule della scuola, in tutte le aule pubbliche. Quote rosso2.png

~ Sempre il Ministro La Russa parlando di argomenti inerenti il suo dicastero
Quote rosso1.png Ai miei tempi si chiamava Ministero della Guerra e i bombardamenti[1] arrivavano in orario! Quote rosso2.png

~ Nostalgico del ventennio su Ministero della Difesa

Il Ministero della Difesa è il dicastero preposto all'amministrazione delle forze armate italiane. Tra i suoi compiti principali si contano: l'organizzazione della parata militare del 2 giugno, l'assegnazione delle onorificenze e le doverose limitazioni della sovranità popolare qualora fosse necessario.

[modifica] Cenni storici

I due marò.jpg

E i nostri due marò? Il Ministero della Difesa se ne frega! Vergogna!!!

Nell'antichità non esisteva l'equivalente dei Ministri della Difesa né, tantomeno, il corrispettivo del Ministero della Difesa. Esistevano tuttavia dei messi, dei legati ad esempio presso Greci e Romani, che venivano inviati nei paesi da invadere a dichiarare guerra o a temporeggiare creando un diversivo. Di solito, quando i regnanti nemici scoprivano l'invasione, li uccidevano subito[2], tanto per prendersela con qualcuno. Nel medioevo il compito di gestire l'esercito veniva di solito assegnato a nobili da altri nobili, i quali passavano sostanzialmente le loro giornate a mangiare carne, a trincare vino e a scopare amabilmente le loro mogli[3], quando, ovviamente, non erano impegnati a saccheggiare i possedimenti dei loro vicini e a guerreggiare per decidere chi dei due contendenti avesse le unghie degli alluci più piene di sporcizia. In quell'epoca, sostanzialmente in assenza di Stati Nazionali e Governi da rappresentare, non c'era bisogno della consulenza di un Ministro della Difesa o affini. Più tardi, con la formazione degli Stati Nazionali e l'invenzione delle calzamaglie attillate[4], si vennero a creare delle figure che affiancavano il sovrano per consigliarlo e indirizzarlo verso le azioni migliori da compiere per il bene del Paese e il male dei Paesi confinanti, come ad esempio autorizzare esecuzioni di massa, saccheggi, torture e tornei di Scala Quaranta.

[modifica] Il Ministero della difesa in Italia

Amedeo Guillet diavolo.jpg

L'attuale Ministro della Difesa italiano

Il Ministero della Difesa, o autorità assoluta del male supremo, è una delle principali istituzioni italiane. A capo di tale ministero vi è il Ministro della Difesa, chiamato dal governo garante superiore dell'ordine pubblico e dalle opposizioni con il simpatico pseudonimo di Satana. Il compito principale del Ministero è quello di mantenere sempre aggiornate le forze armate, per evitare le figure barbine fatte durante la Prima guerra mondiale ed il suo sequel. Inutile dire che le operazioni di ammodernamento prosciugano enormi quantità di denaro pubblico per quelle che possono essere considerate, dato il momento storico, gare tra nazioni sulla lunghezza del pene. Le forze armate attualmente alle dipendenze del Ministero sono: Esercito Italiano, Marina Militare, Aeronautica Militare e l'Arma dei Carabinieri (orgoglio del Ministro della Difesa).

L'attuale Ministero venne alla luce strisciando fuori dal cadavere del Ministero della Guerra fascista. Il babbo del nostro dicastero preferito fu retto durante quasi tutta la sua esistenza da Zio Benito che, similmente al resto dei ministeri, amministrò con tanta saggezza da far collassare l'intero sistema a trenta secondi dall'apertura delle ostilità. Una delle clamorose vittorie del Ministero della Guerra fu la creazione del primo nucleo di mezzi corazzati italiani, che si dimostrarono i più scadenti dell'intero conflitto. A guerra terminata, per far capire che non cercavano rogne, il nome del dicastero fu mutato in quello attuale. L'idea dei mezzi corazzati però non venne abbandonata in un cassetto e lasciata marcire, come giusto, anzi venne ripresa e portò alla costruzione del glorioso Carro armato Ariete. Il governo italiano se la banfò con i colleghi stranieri, ottenendo solo commenti ironici e risatine. Sconsolato il Ministro decise di comprare una partita di carri armati da chi la roba la sapeva fare bene.

[modifica] Altri Ministeri della Difesa

Atomic ratzinger.jpg

L'attuale Ministro della Difesa Vaticano

[modifica] Stati Uniti d'America

Negli USA, seguendo i principi della democrazia, la carica di Segretario alla Difesa è ricoperta, similmente a quella di presidente degli Stati Uniti, da un'organo collegiale formato da banchieri, massoni e militari. Recentemente l'élite dei massoni ha perso influenza a causa dell' arrivo dell'élite dei petrolieri.

[modifica] Germania

In Germania il metodo di selezione per il ministro non è mai cambiato, ed è chiamato agogé prussiana. I burocrati che partecipano al concorso sono abbandonati nella foresta nera completamente nudi e dotati di un cucchiaino e di un dono a scelta fra: una razione di fagioli, una scatoletta di fiammiferi o un paio di scarpe. Chi riesce a sopravvivere viene automaticamente nominato ministro.

[modifica] Russia

Nella Russia imperiale il ruolo di ministro veniva ricoperto a rotazione dai nobili annoiati vicini allo Zar. Alla fine di ogni anno il ministro di turno passava il testimone al nobile che lo seguiva in graduatoria, che a malincuore accettava il gravoso incarico. Durante la trascurabile parentesi comunista il ministro della guerra veniva sorteggiato tra gli iscritti al partito che riuscivano a sopravvivere alle purghe bimestrali. Con l'arrivo della democrazia [5] si è ritornati al vecchio sistema zarista. In ogni caso in Russia la carica di Ministro della difesa è solamente una formalità, dato che tutto il potere è nelle mani del Presidente eletto dal popolo.

[modifica] Curiosità

Icona scopa.png
L'abuso della sezione «Curiosità» è consigliato dalle linee guida di Nonciclopedia.

Contribuisci a scop migliorarla disintegrando le informazioni nel corpo della voce e aggiungendone di inappropriate

  • Il Ministero della Difesa Italiano ha la bomba atomica. Nel senso che è grande quanto un atomo e non spaventa manco le formiche.
  • Uno degli obiettivi principali del nostro Ministero della Difesa è l'annessione della Corsica. Prima però bisogna sbarazzarsi della Sardegna.

[modifica] Voci correlate

[modifica] Note

Cioè, stai davvero leggendo le ♪♫note♫♪?! Pazzesco...
  1. ^ Degli Alleati.
  2. ^ In culo al detto Ambasciator non porta pene.
  3. ^ Praticamente tutto uguale ad oggi insomma...
  4. ^ Importantissima invenzione tutta occidentale che, ricordiamo, viene di solito attribuita a Giorgio Armani.
  5. ^ ???
Strumenti personali
wikia