Minaccia

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Grassonecattivo.jpg

Non c'è nulla di cui preoccuparsi.

Quote rosso1.png Se non la smetti io prendo quella sedia e te la metto intorno al collo come una sciarpa Quote rosso2.png

~ Un professore elogia i propri studenti

La minaccia è un invito formale utilizzato spesso dai truzzi e affini, per sfidarti in un duello cavalleresco. Se una volta si utilizzava lo schiaffo con un guanto, al giorno d'oggi il tamarro medio utilizza frasi colorite e acculturate, anche se in pratica poi non porterà mai a termine la minaccia. Per questo la minaccia è anche chiamata dai più l'arte del bla bla bla.

[modifica] Tipiche minacce tamarre

Folla ad un concerto.jpg

Un gruppo di persone in evidente atteggiamento minaccioso. Notare l'espressione inferocita di quello in basso a destra.

  • T'abbummodibotte (prego notare l'assenza di spazi, poiché uno spazio manderebbe in crash la mente del tamarro)
  • Contati le ossa che te le rimischio
  • Ti ritroverai in mezzo a un matrimonio di schiaffi e non riuscirai neanche a capire chi ti ha invitato
  • Ti prendo a calci a 2 a 2 fino a che non diventano dispari

[modifica] Minacce regionali

  • T'abbozz (Ti riempio di bozzi) - Lombardia
  • Ao! Mo te chiamo ji amici mia e te sfonnamo - Roma
  • Ou! Goio da metarte e man dosso?? - Veneto
  • Ti rumpu i cuorna! - Sicilia
  • Con un cazzotto ti incrino la salute!- Toscana
  • Abbasc a scol t vatt! (Nel cortile della scuola ti picchio)- Napoli
  • Ti chiavu nu suttamussu ca ti azu i deci centimetri...anzi no, ca sinnò ti fazzu nu piaciri, ngulacchitemmuartu! (Ti do un cazzotto sul mento così forte da farti diventare più alto di 10cm, anzi no, altrimenti per te sarebbe una cosa buona vista la tua misera statura) - Cosenza
  • Te do na pizza così forte che er muro te ne da n'antra! - Roma
  • Li cavelli artò nniti- Regno di Sicilia
  • Ti 'ni cavu l'occi! (Ti estraggo gli occhi dalle orbite) - Sardegna

[modifica] Minacce creative

Tizioevecchia.jpg

Un giovane poco prima di minacciare sua nonna.

  • Ti uccido la vita
  • Ti smeriglio gli zebedei
  • Ti dilanio l'ano
  • Ti faccio rimpiangere il regime di Stalin senza che tu lo abbia mai visto
  • Farò ricco il tuo dentista
  • Ti prendo a calci fino a farti sputare la scarpa
  • Ti picchio fino a spostarti in un altro universo
  • Ti ordino un vestito di legno
  • Ti spedisco nella troposfera e con la tua faccia da culo ci tappo il buco dell'ozono
  • Ti tiro nel muso
  • Ti rompo
  • Te scoppio la mamma
  • Ti ammazzo il cane
  • Ti parcheggio le mani in faccia!
  • Ti faccio le gengive orfane!
  • Vuoi un risottino di denti al sangue?
  • Hei! Ti pesano i denti? Se vuoi te li levo! (rigorosamente tradotto dal dialetto veneto)
  • Ti brucio la casa.
  • Ti distruggo la famiglia.
  • T'infilo un ombrello in culo e poi lo apro.
  • Ti deatomizzo.
  • Ti stampo le nocche in faccia.
  • Ti prendo a calci finché non ti apro un altro buco del culo.
  • Ti dedico "Hammer Smashed Face" dei Cannibal corpse (tipicamente metallaro come insulto)
  • Ti faccio fare il testimone in un matrimonio di schiaffi.
  • Ti zacco questa surra che manco gli scienziati di CSI riescono a ricomporti! (detto oristanese tipicamente biddaio)
  • Ti snocciolo
  • Ti rovino la carriera
  • Ti strappo le palpebre
  • Ti svernicio la faccia
  • Ti scortico le pupille sull'asfalto
  • Ti tiro dù scoppi nel muso
  • Ti stravolgo i connotati che nemmanco il Mossad riesce a riconoscerti
  • Ti rigo gli occhi
  • Ti mescolo come le carte
  • Ti avvito come el Principito

[modifica] Voci correlate

Strumenti personali
wikia