Memento

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Memento dito medio.jpg

Leonard ha una polaroid per ogni evenienza.

Quote rosso1.png ...Devo scriverlo. Scriverlo prima di dimenticarlo. Concentrati. Trova una penna, Leonard. Ma chi è Leonard? Ah, sono io. So chi sono, so tutto di quello che è successo prima dell'incidente. Forse... Aspetta dovrei avere una foto di me in tasca. Ah sì ecco, visto? Leonard sono io. Ma guarda quante foto... Chi saranno tutti questi tizi? "Non fidarti di questo", "non fidarti di quest'altro"... Sì, beh, grazie. Bell'aiuto che mi dai Leonard del passato. Perché ho tirato fuori le foto? Forse per chiamare Teddy, il suo è l'unico numero che mi sono scritto. Ok lo chiamo. Ma cosa dovevo dir OMMIODDIO PERCHÉ C'È UN TIZIO LEGATO NELL'ARMADIO??? ...Devo scriverlo. Scriverlo prima di dimenticarlo. Concentrati. Trova una penna, Leonard... No, ragazzi, seriamente questo metodo è una gran fregatura. Quote rosso2.png

~ I pensieri di Leonard

Memento è un film del 2000 di Christopher Nolan, è considerato all'avanguardia come sceneggiatura e rientra in quella categoria di film riassumibili con un grande "Mah".

La parola "memento" deriva dal latino e significa "persona balbuziente che cerca di indicare la parte anatomica del viso posta al disotto della bocca". Per quale motivo sia stato scelto questo titolo è tutt'ora ignoto, Nolan afferma di esserselo dimenticato perché è accaduto dopo l'incidente.

Detto questo, passiamo alla descrizione della trama. Chiedo scusa se non si capirà granché ma vi assicuro che non è mia la colpa.

[modifica] Trama

Stop hand.png
Attenzione, da qui in poi questo articolo contiene spoiler.

Ti ricordi quella volta che per sbaglio hai toccato la vagina a tua madre? Ecco, se continui a leggere te ne pentirai allo stesso modo.

Leonard Shelby è un agente assicurativo che in seguito ad un incidente perde la cosiddetta memoria a breve, ovvero la capacità di crearsi nuovi ricordi. Egli ricorda perfettamente la sua vita prima del misfatto ma in seguito è costretto ad appuntarsi su fogli o fotografie tutto ciò che gli accade poiché lo dimentica nel giro di pochi minuti. Si è dimenticato però di appuntarsi come abbia fatto, da semplice agente assicurativo, ad acquisire le capacità di un militare addestrato. Il film esordisce con lui che guarda foto senza sapere perché e ammazza persone che poi sono vive, particolare che fa intuire allo spettatore che le scene vanno a ritroso nel tempo. Spaesato e spaventato, lo spettatore mette in pausa, controlla la custodia del DVD e si rende conto che è diretto da Christofer Nolan. Lo spettatore si rassegna al fatto che non capirà nulla, ormai l'ha noleggiato e se lo guarda. Lo spettatore preme "play". Lo spettatore bestemmia.

[modifica] Roba in bianco e nero

Dopo la prima scena comincia una sequenza in bianco e nero, presumibilmente cronologicamente antecedente, in cui possiamo sentire i pensieri del protagonista il quale, al pari dello spettatore, non ricorda perché si trova in quel contesto.

Quote rosso1.png Sono sveglio. Perché sono in una stanza d'albergo? E perché è in bianco e nero? Che film è, Schindler List? No, troppo vecchio. American History X? Più probabile. Controllo nei cassetti anche se sono vuoti. Vuoti, a parte la Bibbia... Un momento... Sin City! Vi prego, ditemi che questo film è Sin City. Quote rosso2.png

~ Le riflessioni di Leonard

Le scene in bianco e nero vengono usate durante tutto il film e si alternano magistralmente alle scene a colori per dare il tempo allo spettatore di andare a prendere altre patatine senza perdere particolari importanti.

[modifica] Altra trama

La narrazione principale riparte mostrando fatti avvenuti prima della prima scena ma dopo la scena in banco e nero, la cosa comincia a farsi contorta.

Si scopre che la moglie di Leonard è stata stuprata e uccisa davanti agli occhi del marito, il quale, nel tentativo di salvarla, ha preso a testate il suo riflesso nello specchio credendo fosse l'aggressore. In seguito al trauma il protagonista perde la memoria a breve e giura a se stesso che avrebbe trovato il responsabile per vendicarsi, poi se lo dimentica, lo giura altre tre o quattro volte e poi decide di appuntarselo con un tatuaggio sul petto. L'aggressore è un certo John G. (Pronunciato Giongi), che è lo stesso tizio che viene ucciso da Leonard nella scena iniziale. Quindi sembra uno di quei film che già all'inizio ti spoilera chi è il colpevole facendoti passare la voglia di seguire la vicenda. Dopo un momento di esitazione lo spettatore prosegue nella visione fiducioso, poiché di solito una strategia narrativa di questo tipo prelude ad un interessante colpo di scena finale. Ma ci torneremo più avanti.

Peter griffin momento.jpg

Memento. Memento. Memento. Memento.

Le scene proseguono a ritroso mostrandoci la catena di eventi che ha portato Leonard ad uccidere Giongi: Leonard si ritrova in un cesso con una bottiglia in mano ma invece di dare uno sguardo alle sue foto decide di farsi una doccia, entra in bagno un tizio poco rilevante ai fini della trama e lui lo aggredisce senza nemmeno guardarlo prima in faccia. Facciamo un attimo di pausa e andiamo a fondo nella questione: dici di non avere più ricordi da quando è successo l'incidente, quindi senza rileggerti tutti gli appunti che ti sei scritto sulla tua vita non sai di essere un rinnegato che sta mettendo in atto una caccia all'uomo immischiandosi in pericolosi giri criminali, perché devi aggredire d'istinto il primo stronzo che trovi? Seriamente, uomo, per quanto ne sai poteva essere tuo zio.

A questo punto viene mostrata la storia di Sammy Jankis, un vecchio cliente di Leonard che aveva lo stesso disturbo della memoria. È finita che Sammy aveva ucciso la moglie diabetica farcendola di cannoli, perché si dimenticava che fosse diabetica. Poi, cioè prima, Leonard incontra Natalie, la quale sembra volerlo aiutare ma in realtà cerca di usare il suo disturbo per mandarlo al supermercato a fargli la spesa senza che lui lo sappia. Poi salta fuori che anche Teddy, alias John G., lo stava usando per procurarsi la cocaina, mentre il povero mentecatto era ancora convinto di andare al supermercato a prendere la farina per Natalie. Durante il percorso Leonard aggredisce e ammazza gente, ruba auto e partite di droga con disinvoltura, ma nemmeno uno straccio di poliziotto che lo arresti.

[modifica] Altra roba in bianco e nero

Le seguenti scene in bianco e nero raccontano fatti avvenuti prima della prima scena a colori, dopo la prima scena in bianco e nero, ma dopo la seconda scena a colori, la quale viene prima della prima scena a colori ma, come ricordiamo, dopo la prima scena in bianco e nero. Ha perfettamente senso.

Si può osservare Leonard mentre parla al telefono, si fa tatuaggi, parla ancora al telefono... ora che ci penso non lo si vede mangiare per tutta la durata del film, nonostante l'intera vicenda si svolga nell'arco di alcuni giorni. Si notano inoltre dei fascicoli contenenti informazioni riguardo a Giongi, ma alcune parti sono state cancellate, forse da qualcuno che non vuole che Leonard trovi John G., forse dallo stesso Leonard. Per dare un senso a tutto ciò bisognerà attendere l'atto finale, il quale fungerà da filo conduttore tra tutte le scene precedenti.

[modifica] Ancora Trama

Vi ricordate quando dicevo:

Quote rosso1.png ...poiché di solito una strategia narrativa di questo tipo prelude ad un interessante colpo di scena finale. Quote rosso2.png

Quote rosso1.png Per dare un senso a tutto ciò bisognerà attendere l'atto finale, il quale fungerà da filo conduttore tra tutte le scene precedenti. Quote rosso2.png

E invece no. Il film è finito così.

[modifica] Finale?

Eh... non c'è.

[modifica] Interpretazioni

  1. Teddy è in realtà John G. ed ha mentito a Leonard per tutto il tempo per pararsi il sedere.
  2. Teddy dice la verità, Sammy è in realtà Leonard, Leonard ha ucciso sua moglie (che per miracolo è sopravvissuta) ma non se lo ricorda, ha già ucciso anche il responsabile dello stupro ma continua ad uccidete tutti i John G. che incontra perché tanto nessuno lo arresta.
  3. Leonard si trova in un sogno e le fotografie sono il suo totem. Leonard sta per Leonardo DiCaprio.
  4. Gli addetti al montaggio hanno fatto un abominevole casino ma Chris Nolan ha detto che va bene così.
  5. Teddy ha scattato fotografie a caso per poi metterle in tasca a Leonard e divertirsi.
  6. Spiegatemi a cosa serve il personaggio di Natalie ai fini della trama.
  7. Se guardate il film al contrario, probabilmente comprenderete la sequenzialità degli eventi. Purtroppo il finale è sempre di libera interpretazione quindi comunque non ci capiremo un emerito cazzo.
Strumenti personali
wikia