Mazzancolla

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Wwf.jpg
Attenzione
Il WWF ha dichiarato questo articolo politicamente scorretto nei confronti della natura.
Se non vuoi diventare tu stesso una specie a rischio corri ad adottare un Panda!
Mazzancolla

Mazzancolla.jpg

Il maschio si riconosce perché... è più grande.

Stato di conservazione

Stato estinzione minimo.png
Rischio minimo (surgelata)

Classificazione scientifica
Regno: Animali commestibili
Phylum: Gamberi palestrati
Famiglia: Fritture
Genere: Di paranza
Scopritore: Capitan Findus

La mazzancolla, o gambero imperiale, è un crostaceo della famiglia in cui lava i panni sporchi, inoltre è un decapode e quindi esce solo quando non piove, altrimenti si rovinano gli interni. Il suo nome è composto da "mazza" e "n'colla", probabilmente attribuitogli per il fatto che il maschio della specie, per non inciampare, mette il suo "puparuolo" in spalla.
Per qualche ragione il termine non è stato adottato dai cinesi, eppure dire "mazzancolla" dovrebbe essere più facile che pronunciare "gambelo impeliale", oltre a far meno ridere i clienti.
È un ibrido, frutto dell'incrocio di un gamberetto e un flacone da 500g di nandrolone.
Secondo una credenza nepalese è una delle reincarnazioni del Buddha, secondo una cassapanca kazaka questa è una grossa stronzata.
Il bestio, pur vivendo nel mare, è più simile a un ragno che ad un pesce, ci tenevo a dare questa informazione perché la prossima volta che penserete di ordinarle al ristorante, ne terrete conto[1].

Wikiquote.png
«È molto buona, io la preparo con brandy, coriandolo, antimonio e un filo di aceto balsamico
(Gualtiero Marchesi su mazzancolla.)
Wikiquote.png
«È molto buona!»
(Giampiero Galeazzi su qualsiasi cosa, nel caso specifico sulla mazzancolla.)

La mazzancolla è molto aggressiva, a dispetto delle ridotte dimensioni è capace di staccare un grosso pezzo di corallo e usarlo per mettere in fuga i barracuda (suoi acerrimi nemici), è anche molto avida quindi, scampato il pericolo, ne ricava collanine e corre a venderle a un vu' cumprà sul bagnasciuga. Questa attività le ha portate nel mirino della Guardia di Finanza per evasione fiscale, anche perché (dopo aver spremuto del tutto i soliti tartassati) è piu facile incastrare un gamberone che un industriale brianzolo.

[modifica] Descrizione

Mazzancolla vs scampo.jpg

La mazzancolla è un animale battagliero ma con lo scampo non la scampa.

Specie molto diffusa nel Mar Mediterraneo, nelle fiamminghe[2] dei ristoranti e in tutte le migliori pescherie rionali. Come tutti i crostacei ha l'intero corpo rivestito da una corazza, detta carapace perché il rapace col ca... che la rompe.
La parte anteriore del corpo è chiamata cefalotorace, essa è costituita dalla fusione della testa col tronco (praticamente un Mike Tyson marino). Contiene tutto ciò che è di vitale importanza per l'animale: sistema nervoso, branchie, cuore, carta di credito, stomaco e tessera della bocciofila. Sul davanti è presente un robusto rostro dentato, utilissimo durante l'accoppiamento per "scardinare" le difese della femmina e tenere alla larga altri pretendenti. Dal carapace partono le antenne, oramai rese inservibili senza l'utilizzo di un decoder a manovella, e le antennule, con funzione olfattiva e di equilibrio rispetto alla gravità e alle correnti marine. Togliendo una di queste, la mazzancolla va in avvitamento e finisce per piantarsi addosso ad uno squalo, animale notoriamente poco propenso alla constatazione amichevole.
Possiede un discreto numero di zampe, ve ne sono di anteriori e posteriori, questo è assodato, ma nessuno ha mai stabilito il loro numero, se non altro perché mangiandole si procede frettolosamente ad eliminarle per arrivare alla ciccia. Quelle posteriori sono utilizzate per il nuoto, quelle anteriori per il tiro con l'arco ma sono per lo più d'intralcio, se le togliamo e facciamo "seccare" la mazzancolla, essa diventa un formidabile apribottiglie.

Mazzancolla sportiva.jpg

Gli occhi sono circa un paio, neri e palliformi[3]. Osservando lo sguardo di una mazzancolla morta viene subito in mente quello di Maurizio Gasparri, anche se meno spento e incredulo. La bocca c'è, ma su questo punto è richiesto un gesto di fiducia perché, contrariamente alla Santanchè, non la apre mai, soprattutto a sproposito.
La parte caudale ha la funzione di timone nel nuoto e di remo nella tipica fuga all'indietro, una volta in padella diventa la parte più buona da mangiare. Essa termina con una spina appuntita, il telson, che ha lo scopo postumo di pungerti il dito quando tenti di strapparle la parte non commestibile. Negli individui adulti il sesso è facilmente distinguibile, il maschio non solleva la tavoletta e la femmina gli fa il cazziatone.
Ha colorazione biancastra, tendente al rosa tenue e al grigio. Negli esemplari surgelati l'accesa colorazione arancio-rossa è ottenuta in vari modi: tramite un colorante chimico[4], prendendole ripetutamente a ceffoni, oppure dicendogli frasi oscene.

[modifica] Comportamento

Mazzancolle in varie foto.jpg

Caratteristiche comportamentali delle mazzancolle:
sono di fede musulmana, vanno al cesso assieme come le donne, adorano il trenino dell'amore, amano giocare con l'Hula hoop.

Contrariamente al gamberetto, che frequenta chiassosi open bar (è nota la sua passione per i cocktail), la mazzancolla è un animale che ama le atmosfere soft, soprattutto se c'è musica dal vivo e servono un mojito accettabile. La rivista Nature ha finanziato uno studio durato un anno per stabilire se la mazzancolla è addomesticabile. L'equipe degli studiosi, composta da tre uomini, ha vissuto in un batiscafo per tutto il tempo, ricavando le seguenti conclusioni:

  1. la mazzancolla non riesce a contare fino a dieci, nemmeno sottoponendola a forti scariche elettriche;
  2. non comprende la differenza tra "seduta" e "zampa";
  3. messa viva nell'acqua bollente non grida come l'aragosta, ma supplica in modo umiliante.

Il professor Rasmus Amebäck, lo svedese responsabile del progetto, ha voluto comunque ringraziare Nature per l'opportunità concessagli di lavorare con due luminari dell'ittiologia mondiale quali: il russo Ljubomir Kanišcev (laureato in "Fritture di paranza" con master a Trapani) e il suo collega francese Jean-Pierre Sufflé (docente esimio ed autore del testo universitario: "Portaci un bocale di Chablis, che ci sta bene!"). All'insaputa degli scienziati, Nature aveva incaricato una mazzancolla di sviluppare uno studio parallelo sul comportamento di tre uomini isolati in un batiscafo, questi gli episodi significativi contenuti nel Rapporto Mazzankol:

  • Giorno 235: lo svedese ha iniziato a pronunciare "Jean-Pierre" con la evve moscia ed ha uno strano sorrisetto stampato tra la barba.
  • Giorno 258: accesa discussione tra il russo e lo svedese, quest'ultimo non vuole spartire quello che ha definito "ghiotto boccone".
  • Giorno 272: il russo convince lo svedese con una grossa chiave inglese.
  • Giorno 331: l'armonia regna sovrana, il festoso grido "Facciamo il trenino! Facciamo il trenino!" è oramai quotidiano.
  • Giorno 348: le mie colleghe mazzancolle hanno iniziato a fare il trenino, provo disgusto... tirateci fuori di qui!

[modifica] Curiosità

Mazzancolle umane.jpg

Una scolaresca di Pordenone mentre chatta con un allevamento di mazzancolle cileno.

  • Un progetto della Marina militare delle Maldive, denominato "Plan MZZNCLL", prevedeva l'utilizzo di mazzancolle addestrate a portare addosso piccole cariche esplosive, da utilizzare in caso di uno sbarco di invasori. Nel 2007 il ministro della difesa Isaac Gargoyles ha cancellato il progetto. L'inevitabile mega-grigliata in riva al mare ha causato 3 morti e 8 feriti, uno dei soggetti fu messo sul fuoco ancora con la carica addosso.
  • Questo animale potrebbe vivere fino a circa 110 anni, raggiungendo i 30 metri di lunghezza e il peso di un autobus. Di norma, dopo un paio di mesi di vita, inizia a prendere in giro gli halibut e finisce mangiato.
  • Le mazzancolle sanno fare i rebus, sono ghiotte di ribes e di un sacco di altre robes[5].
  • Contrariamente alla cozza, la mazzancolla può dirsi carina.
  • All'acquario di Genova è possibile vedere le mazzancolle, il martedì e il venerdì sono nel menu del ristorante interno.
  • Regalare una mazzancolla in Tunisia significa: "amore destinato a durare".
  • Regalare una mazzancolla nel Sudan significa che non puoi essere nel Sudan.


[modifica] Note

Cioè, stai davvero leggendo le ♪♫note♫♪?! Pazzesco...
  1. ^ Si, sono bastard inside
  2. ^ grosso piatto da portata di forma ovale
  3. ^ suvvia, non facciamo i pignoli, si capisce
  4. ^ non ve lo volevo dire ma è così
  5. ^ ma sarò deficiente?!

[modifica] Voci correlate

Strumenti personali
wikia