FANDOM


Mauro Repetto dance

È UN UCCELLO?

Mauro Repetto dance

È UN AEREO?

Mauro Repetto dance

NO! È MAURO REPETTO!

Quote rosso1 Ah, lo scemo che ballava! Quote rosso2
~ Pier Paolo Pasolini su Mauro Repetto

Mauro Repetto è il termine medico con cui si indica convenzionalmente la massa tumorale asportata dal tremolante corpo di Max Pezzali nel 1993.

Origini modifica

Bud & Terence

Mauro Repetto e Max Pezzali al Festival di Castrocazzo, 1991.

Nato a Genova e cresciuto a Pavia a causa della professione dei genitori (brigatisti latitanti), Repetto inizia a stupire in tenera età: a cinque anni è campione regionale di danza del ventre, a otto è maestro di balli di gruppo all'English National Ballet, a undici sconfigge sonoramente Don Lurio in una sfida a Gioca Jouer, ma solo dopo avergli fratturato le rotule con un tubo di piombo.
Frequenta il liceo scientifico Josef Mengele dove è costretto a dividere il banco, la merenda e la fidanzatina di allora con un ripetente, Max Pezzali, di circa venticinque anni più vecchio. I due, accomunati da un'infanzia di sacrifici e ristrettezze, iniziano a scrivere canzoni assieme, sognando il successo. E un letto. Con un materasso vero.

Dopo una prima fase di sperimentazione contrassegnata da brani oltremodo intimisti (Geloni, Bronchite, Pane e cicoria), il duo, ribattezzatosi dapprima "Pezzali e quell'altro" e poi "883", sfonda con l'hit Non mi menare, il cui ritornello diventa ben presto un tormentone:

Non mi menare
Ti posso pagare
Non spaccarmi la faccia
Porto pure gli occhiali

Da qui in poi gli 883 si specializzano in musica per sedicenni scritta da sedicenni, e sfornano canzoni che parlano di cotte adolescenziali, di giri in motorino e di tipe che non se li cagano manco di striscio.
L'intesa è ottima: Max Pezzali firma i testi e gli arrangiamenti, organizza le tournée, suona e canta; Repetto sculetta, saltella e agita la sua folta chioma sul palco.

Zucchero filato nero modifica

Nel 1993 Repetto dà i primi segni di insofferenza. La stampa lo sbeffeggia con nomignoli come:

  • Quello che balla degli 883.
  • Il biondino degli 883.
  • Il tarantolato degli 883.
  • Quello brutto degli 883.
  • Il puzzone degli 883.
Costume Pippo

Repetto oggi.

Anche l'amico Pezzali fa di tutto per metterlo in ombra: nel video di Sei un Mito il povero Mauro è utilizzato come semplice comparsa, nel ruolo di un vaso di ciclamini che balla scomposto nell'angolo destro dello schermo al minuto 1:45.
Lo smacco è bruciante e Repetto decide di abbandonare il gruppo, tra le lacrime delle poche ma affezionate fans che lo avevano scambiato per Simon Le Bon.

Approdato negli Stati Uniti con grandi speranze e la caratteristica valigia di cartone, Repetto investe tutti i suoi soldi e la sua collezione di cetriolini dalle forme bizzarre in un progetto ambizioso: la regia di un film per bambini liberamente ispirato a Vizi e orifizi, l'autobiografia di Milly D'Abbraccio, a sua volta tratto dal diario-romanzo La gioia di darsi agli altri di Madre Teresa di Calcutta. È un'altra delusione: i presunti produttori, Vanna Marchi e il Mago do Nascimento, scappano coi soldi di Repetto, che reagisce con un gesto estremo e tenta di annegarsi. Sotto la doccia.

Nel '95 incide Zucchero filato nero, dodici canzoni in cui si diverte a fare a pezzi con una motosega i concetti stessi di musica, intonazione e comune senso del pudore. Brani come Voglia di cosce e sigarette, Porno a Las Vegas e Ma mi caghi?, pregni di una carica trasgressiva paragonabile solo ai filmati su Youtube di quel tizio che si incendia le sopracciglia, saranno di ispirazione al noto cantautore Mariottide, che non a caso ammetterà l'enorme debito di riconoscenza nei confronti di Zucchero filato nero definendolo:

Wikiquote
«L'album che ha scavato le classifiche!»

Premi modifica

  • Sei dischi di platino per l'album Hanno ucciso l'uomo ragno.
  • Cinque pelapatate di diamante per l'album Nord sud ovest est.
  • Tredici tombini in ghisa per l'album Zucchero filato nero.
  • Miss Boccoli d'oro L'Oréal de Paris (1992).
  • Miglior cosplay di Pluto al Salone Internazionale del Travestitismo di Frosinone (1998).

Avvistamenti modifica

L'ultima apparizione pubblica di Repetto risale al '98, quando irrompe sul palco durante un concerto di Max Pezzali e tenta di pugnalare l'ex-amico con una bottiglia rotta di Bacardi. Da allora le voci sul suo conto si susseguono:

  • Si dice lavori a Disneyland Paris e che nei panni di Pippo si faccia frustare dalle annoiate signore dell'alta borghesia francese.
  • Si dice che si trovi in Ecuador e che abbia intrapreso un redditizio commercio di spazzole per tergicristallo.
  • Si dice che sia stato murato in un pilastrino di cemento di un caseggiato in via Sputazza 21 a Roncole Parmense, per uno sgarro fatto alla mafia delle signore dei bagni degli Autogrill.
  • Si dice che abbia avuto due figli dalla moglie Brandi, una seducente bambola gonfiabile.

Attivo anche come talent scout, ha scoperto e lanciato quello che lo stampa specializzata definisce come il suo erede designato: Billy Ballo.

Original video