MasterChef

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Nota disambigua.svg Oops! Forse cercavi il coso Spartan?
Cuoco che fa il dito medio.jpg
Suorgermana.jpg

Nonciclopedia si schiera a difesa dei
buoni sapori di una volta.
Aiutaci anche tu a tutelare le nostre eccellenze enogastronomiche come
la proboscide ripiena e l’insalata con dita.
E ricorda: Siamo quello che mangiamo!
Sì, sei un coprofago.

Donna terzo mondo che vende insetti.jpg

Una concorrente presenta il suo piatto ai giudici, un istante prima che Bastianich tiri fuori il revolver e la giustizi sul posto.

Quote rosso1.png Questo piatto fa schifo! Più lo guardo e più penso che dovrebbe stare in un letamaio! Quote rosso2.png

~ Tipica frase di Gordon Ramsay
Quote rosso1.png Cazzo, Joe, datti una calmata! Quote rosso2.png

~ Gordon Ramsay a Joe Bastianich mentre questo tenta di strappare le braccia a un concorrente reo di aver usato troppo sale
Quote rosso1.png Questo piato fa schifo, ti dovrebero enpicare, riportare en vita e costringerti a mangiarlo. Quote rosso2.png

~ Joe Bastianich a un concorrente nell'edizione Junior MasterChef
Quote rosso1.png Se mangio questo, dopo muoro! Che dilusione questo piato! Mi stai diludendo! Quote rosso2.png

~ Joe Bastianich contempla il piatto di un concorrente

MasterChef è un reality show sulla cucina andato in onda in circa trentordici edizioni, tra cui ricordiamo MasterChef USA, MasterChef Italia, MasterChef Bassano del Grappa, MasterChef Casa di mio zio Dagoberto, MasterChef Terra di Mezzo e MasterChef Da qualche altra parte. Esso prevede che 18 poveri cristi che sanno cucinare come Tiziano Ferro sa cantare si sfidino a colpi di uova al tegamino bruciate; dopo circa 20 puntate, l'unico concorrente a non essere strangolato dai giudici con una corda di pianoforte per l'esasperazione è dichiarato vincitore e suddetti giudici gli danno 20 secondi di vantaggio prima di braccarlo come un animale.

[modifica] Prove

[modifica] Mystery Box

Cuoca anziana.jpg

Una dolce vecchina sorride il primo giorno; inutile dire che entro 24 ore sarà raggomitolata in un angolo piangendo e succhiandosi il pollice.

I concorrenti devono preparare qualcosa di commestibile con quello che trovano in uno scatolone che i giudici hanno rubato al povero barbone in fondo alla strada, in genere contenente bottiglie vuote di birra, mattoni, spiccioli assortiti e cadaveri di tafani. Viene proclamato vincitore chi riesce a preparare qualcosa che non costringe i giudici a passare il resto della vita in un polmone d'acciaio. Chi vince ha quindi il diritto di scegliere l'ingrediente principale per l'Invention Test da una lista di tre; segue un momento di riflessione tendente all'infinito durante il quale il concorrente fa ambarabaciccicoccò per decidersi, mentre i giudici hanno il tempo per guardarsi male a vicenda, leggere tre volte tutto Guerra e pace o scaccolarsi mantentendo il consueto sguardo da bambino arrabbiato a cui hanno proibito di mangiare broccoli al cioccolato. Quando finalmente il concorrente si è deciso, uno dei giudici lo abbraccia incredulo al limite della commozione; se il concorrente cambia idea, il giudice tramuta l'abbraccio in una morsa che manderà il malcapitato sulla sedia a rotelle per un mese.

[modifica] Invention Test

Cuoco che fa il dito medio.jpg

Tipica reazione di un concorrente nello scoprire che l'ingrediente base per il piatto da preparare sono i crauti di Urano.

Con l'ingrediente scelto, tutti i concorrenti devono preparare qualcosa che possibilmente non si spanteghi per terra corrodendo il pavimento. Per prima cosa ogni concorrente deve guardare con odio il vincitore della Mystery Box, avendo cura, qualora i loro sguardi dovessero incontrarsi, di passarsi lentamente il pollice sulla gola. Dopodiché ciascuno degli altri concorrenti deve lamentarsi della scelta, dicendo che "non è giusto, uffa!" e additando il povero cristo che ha scelto l'ingrediente base dicendo che è uno stupidino e che ha i pidocchi. Una volta che tutti hanno preparato il piatto evitando a fatica di scoppiare in lacrime dopo i generosi complimenti di Bastianich, lo portano ai tre boia con la stessa espressione di un poveretto che ha appena accompagnato la ragazza a vedere Twilight. Adesso i giudici si sfregano le mani, sorridono sadicamente mostrando i loro denti acuminati e assaggiano il piatto. A questo punto, per motivi di audience, è possibile che almeno uno dei concorrenti svenga per l'emozione; se non sviene nessuno, ci pensa Gordon Ramsay a tramortirne uno a caso con una martellata sulla nuca. I giudici guardano quindi con attenzione il piatto dei concorrenti, e ogni volta estraggono le pagliuzze per vedere chi avrà la sfiga di doverlo assaggiare. Dopo aver mandato giù a fatica mezzo boccone, il giudice guarda il concorrente e lo insulta in aramaico antico, prima di fargli notare tutti i difetti del suo piatto, dargli della testa di cazzo e mandarlo al suo posto con l'autostima ridotta peggio di un divano su cui si sia stravaccato un elefante obeso. Alla fine della prova, che al confronto il supplizio di Tantalo è una leggera ramanzina, viene nominato vincitore uno dei concorrenti, che ottiene dalla vittoria un duplice vantaggio: può scegliere la sua squadra per la prova in esterno del giorno dopo e non ha motivo di temere, a differenza degli altri suoi pari, che i giudici irrompano di notte nella sua stanza urlando per percuoterlo con delle mazze da cricket.

[modifica] Prova in esterno

Il vincitore dell'Invention Test sceglie la sua squadra, avendo cura di selezionare tutti i concorrenti più forti per ritrovarsi ad affrontare un team di larve umane che ignorino da che parte si impugni una padella. Ciascuna delle due squadre (Scapoli e Ammogliati nella primissima edizione, Squadra rossa e Squadra blu dalla seconda in poi) deve preparare da mangiare per un oceano di persone, a matrimoni, battesimi, sagre dell'anacardo, feste della polenta incarognita e tanti altri eventi gradevoli quanto una coltellata nelle gonadi. Alla fine del pranzo/cena/brunch/aperitivo/ultima cena/merenda/colazione/spuntino di mezzanotte gli invitati decidono quale delle due squadre ha vinto, mentre la loro anima viene maledetta per sempre mediante una cerimonia Voodoo officiata dal capitano della squadra perdente. I vincitori avranno la possibilità di assistere dalla balconata dello studio al Pressure Test, arrivando talvolta a sputare sulla nuca dei perdenti in segno di disprezzo e derisione.

[modifica] Pressure Test

Cuoco lego.jpg

Raramente chi perde il Pressure Test è ulteriormente punito con la trasformazione in un omino Lego.

Prova destinata a chi ha perso una sfida, non ha mangiato tutta la pappa o ha messo una puntina sulla sedia dei giudici; può essere una prova diversa a seconda di quanto male i giudici vogliono a chi è a rischio eliminazione. Consiste in genere nell'assaggiare un particolare piatto preparato per l'occasione nientepopodimeno che dal cognato del nipote del cugino del proctologo di uno dei giudici e nel ricrearlo utilizzando solamente una bottiglia d'olio di gomito e una cesta di vimini rotta. Altre volte i giudici possono decretare il vincitore mediante la preparazione di una semplice portata, come può essere un foie-gras con le patatine o una torta nuziale a otto piani. Chi se la cava peggio è eliminato, e deve togliersi il grembiule e preparare un piatto di ornitorinchi al sugo sporcandosi indecentemente i vestiti, venendo additato e deriso dai concorrenti ancora in gioco.

[modifica] Concorrenti tipici

Master Chief MasterChef.jpg

Il vincitore dell'edizione MasterChef Spartan.

[modifica] Il rosicone

Il rosicone non aspira affatto al titolo di MasterChef, partecipa al programma solo per il gusto di lamentarsi perché i giudici apprezzano i piatti degli altri e vomitano solo alla vista del suo tacchino alla panna montata. Naturalmente non vince mai, perché se vincesse non avrebbe motivo di rosicare, perderebbe la sua raison d'être e aprirebbe un grosso strappo nel tessuto del continuum spazio-temporale.

[modifica] Il/la ciccione/a

Come in Hell's Kitchen, non può mancare il/la concorrente dal peso corporeo pari a quello di Venere. Il pianeta. Cresciuto a pane, porchetta, Nutella e burro fuso, questo concorrente è il terrore dei suoi longilinei avversari, dato che il tempo da loro impiegato in compagnia di amici e famigliari, lui l'ha trascorso a preparare e, soprattutto, mangiare cibo. Può essere sconfitto soltanto da un concorrente con più passione di lui o da una porta troppo stretta.

[modifica] L'armadio a due ante

In genere ex membro di un reparto d'elite di Uruk Hai di Sauron, l'armadio a due ante è un individuo spesso barbuto dall'aspetto di un orso grigio che però, sotto l'apparenza da duro, nasconde un morbido ripieno di caramello. Questo tipo di concorrente non vince mai, ma se ne va sempre con dignità, talvolta lasciandosi scendere sulla guancia una virile lacrima di commozione, gesto che gli vale il rispetto dei suoi amici plantigradi.

[modifica] Giudici

[modifica] Gordon Ramsay

Gordon Ramsay incazzato.jpg

Gordon Ramsay, piacevolmente sorpreso dal piatto di un concorrente, fa del suo meglio per cercare di sorridergli.

In un programma di cucina avente per protagonisti dei poveracci ansiosi di farsi urlare in faccia non poteva mancare Gordon Ramsay. Nonostante sia famoso per la sua poca pazienza, a volte dimostra dei comportamenti umani, ad esempio quando evita di prendere a sprangate nella schiena i concorrenti, cortesia che Bastianich non comprende e ritiene anzi controproducente.

Fegato con le cipolle.jpg

La sfida era preparare del fegato che sembrasse fegato e sapesse di fegato, tu hai preparato del fegato che sembra merda e sa di vomito!

[modifica] Joe Bastianich

Imprenditore americano che ha preso da Raz Degan ripetizioni di italiano e da Claudio Bisio ha appreso come avere una chioma fluente. Nell'edizione americana aveva la funzione di far sembrare umano Gordon Ramsay, mentre in quella italiana il suo compito consisteva nel cercare di pestare selvaggiamente i concorrenti, salvo essere trattenuto a malapena ogni volta dai colleghi Cracco e Barbieri.

[modifica] Carlo Cracco

Chef barbuto che, se uno sguardo truce potesse uccidere, verrebbe impiegato come arma di distruzione di massa dagli Stati Uniti il cui compito consiste nel guardare con disprezzo il malcapitato di turno salvo poi assaggiare il suo piatto, scompigliargli affettuosamente i capelli ed esclamare "Bravo/a, campione/principessa! Ma chi è lo cheffino di papà? Ma chi è!?".

[modifica] Bruno Barbieri

Sosia certificato del ragionier Filini col pallino della cucina, Barbieri è a metà strada tra Bastianich e Cracco, alternando complimenti e pacche sulle spalle a ramanzine e fendenti d'ascia.

[modifica] Vedi anche...



Strumenti personali
wikia