Manuali:Cucinare un gatto

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Bombah
Questa pagina fa parte della
sezione Manuali di Nonciclopedia
Trappola gatto

Come prima cosa bisogna catturare l'ingrediente principale.

Quote rosso1 Mhm... Quanto l'é buonino!!!! Quote rosso2

~ Beppe Bigazzi mentre vede un documentario sui gatti
Quote rosso1 L'Italia e la Cina sono divise da... Più o meno tutto, ma unite dall'amore per la buona cucina.[citazione necessaria] Quote rosso2

~ Beppe Bigazzi mentre cerca di trovare del buono nella cucina asiatica


Il gatto è da secoli una dei piatti più deliziosi della cucina internazionale assieme al cane e Nutella e ai barboncini Findus; il gusto delle sue carni è simile a quello del coniglio ma contiene più vitamine ed inoltre consente a chi si ciba di esse di cadere in piedi anche se ci si dovesse lanciare dal Pirellone.

[modifica] Ricette

Esistono diverse ricette per cucinare un gatto in modo facile e veloce, qui di seguito sono riportate le migliori, scelte per voi da un'apposita commissione proveniente da Vicenza.

[modifica] Gatto alla Bigazzi

  • Catturare un gatto a caso
  • Procurarsi un fiume o un torrente, se manca va bene una fogna.
  • Sedici cubetti di Dado Star
  • Rosmarino
  • Vino rosso o in alternativa mescalina

Prendere il gatto e privarlo della testa -senza provocargli dolore altrimenti diventa duro-, dopodichè lasciarlo tre giorni a mollo in un torrente affinché le sue carnine bianche si ammorbidiscano. Si badi a non scegliere un fiume posto dopo una fabbrica di pesticidi altrimenti dovrete accontentarvi di giocare a Shangai con le sue ossa. Si ponga il corpo dentro una pentola contentente brodo creato con dell'autentico dado Star, si aromarizzi con rosmarino e si lasci cuocere a fuoco lento per tre ore. Si consiglia di servire insieme a vino rosso o, in alternativa, con sangue del gatto se ottimo e abbondante.

[modifica] Gatto arrosto

Gatto in salmì

Servire con contorno di viscere di primate vivisezionato

Preparazione della carneficina degli ingredienti:

  • Agguantare un felino dal pelo fulvo, preferibilmente di nome 'Fuffi'
  • Disporre aglio, salvia e assa fetida rosmarino a piacimento
  • Ottenere 20 g di latte intero, preferibilmente con tecniche barbare da mucca precedentemente procuratasi
  • Olio, sale e pepe

Lavare poi il felino a lungo in acqua corrente, meglio se di zone non troppo distanti dalla provincia vicentina, scuoiarlo con una certa malgrazia ma mantenendo intatta la pelliccia[1]- se possibile coprirlo di insolenze e improperi per liberare bile -, infine abbatterlo.

Tritare finemente gli odori, scaldare e imburrare la graticola la quale, una volta rovente, ospiterà le stanche membra del vostro animale preferito.
Martirizzare il felino ripetendo al contrario almeno tre slogan della LAV, osservare compiaciuti e rigirare con sdegno gli arti dell'animale fino a rosolatura completa.

[modifica] Gatto in umido

Il procedimento è identico a quello per cucinarsi il gatto arrosto, solo che il felino deve essere catturato, ucciso e mangiato in un giorno di pioggia. La neve e la grandine aggiungono +10 a tutte le stats del gatto, per cui prestate attenzione.

[modifica] Gatto alle microonde

Mew2

Tipico esemplare ideale per questo tipo di ricetta

  • Catturare un gatto nato e cresciuto nei pressi della ridente cittadina di Cernobyl
  • State attenti a catturare un esemplare il cui aspetto esteriore sia il più possibile fedele a un normale gatto e non a un mutante in grado di staccarvi la testa con la forza del pensiero
  • 2Kg di uranio
  • Tuta antiradiazioni
  • Una tanica di Lemonsoda
  • Tante bombole per la fiamma ossidrica

Prendere il gatto con i guanti, verificare che sia fosforescente ed accopparlo con un paletto nel cuore, dopodichè lo si lascia sette giorni a mollo in un torrente locale, per purificarlo dai germi e dai batteri. Se dopo questo trattamento esistono ancora dei lembi di pelle, procedere alla fase successiva, ovvero al condimento che sarà effettuato infilando dei bastoni di uranio[2] nel culo dell'animaletto; contemporaneamente levare i bulbi oculari del felino e lasciar bollire in una pentola colma di acqua pesante al fuoco di un fiamma ossidrica per circa nove anni. Servire con contorno a piacere.

[modifica] Gatto dei 100% animalisti

Gatto ubriaco

Se vi cibate di questo gatto dovrete smaltire la sua sbornia.

  • Andare sul forum dei 100% Animalisti, tanto per odiarli al punto giusto
  • Procurarsi un loro gatto
  • Una katana
  • Una lavatrice
  • Una vasca idromassaggio
  • Un caminetto, se non lo si possiede rubarlo a qualche animalista

Intrufolarsi abusivamente nella villetta di qualche membro dei 100% Animalisti e sottrarre uno o più gatti - tanto è noto che un singolo attivista ne può gestire anche 200 - perché difficilmente se ne accorgeranno. Dato che spesso questi gatti sono stati nutriti con cibo pregiatissimo e senza badare nè a spese nè a come pagare i mutui si prega di prestare una maggiore attenzione perché si rischia di ottenere una vera leccornia. Terminate la vita del gatto con un colpo di katana al collo, indi sbattetelo in lavatrice, fatelo decantare per un mese nella vasca idromassaggio ed infine cucinare allo spiedo sul caminetto.

[modifica] Ricetta estrema

Occorrente:

  • 44 gatti
  • un frullatore
  • un ascensore con motore idraulico
  • una gru
  • carta da parati bollita nel catrame
  • un'anaconda viva
  • un televisore al plasma
  • Un reattore nucleare
  • cento chili di calcestruzzo
Bush che mangia un gattino

Il risultato dopo la fusione nucleare è ... Disumano!

Non abbiamo il coraggio di scrivere di come questi gatti verranno frullati, pressurizzati, trasportati, avvolti, accecati, cementati, conditi col sugo di pomodoro... Be' l'ho già fatto, quindi tanto vale...

  1. I gatti andranno frullati vivi per ottenere un composto omogeneo.
  2. Dopo aver condito con abbondante olio d'oliva, usate la pompa idraulica dell'ascensore per pressurizzare il risultato.
  • Usate la gru per trasportare la brodaglia sulla cima di una montagna.
  • Avvolgete il composto nella carta da parati e fatelo cuocere a bagnomaria.
  • Il televisore al plasma servirà da stampo; malmenate e torturate il frullato di gatto per 72 ore.
  • La pasta, troppo sollecitata dai vostri pestaggi e dai trattamenti inverosimilmente malvagi che avete compiuto, inizierà a frizzare come l'acqua minerale.
  • È il segno: buttate lo pseudo-felide nel reattore.

Basterà lavorare un po' con l'anaconda, e il risultato non sarà dissimile da una pelliccia di cane marinata nell'acido solforico per settimane.

  • Il calcestruzzo darà consistenza all'impiastro che avete combinato.
  • Ora mangiate, nell'apice della vostra disumanità. Siete dei mostri!

[modifica] Note

  1. ^ sempre ottima come centrotavola
  2. ^ non impoverito mi raccomando

[modifica] Voci correlate

Strumenti personali
wikia