Manuali:Comunicazione

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Breve manuale per imparare a parlare davanti alle persone, senza fare la figura dei coglioni.

[modifica] Perché farlo?

Intanto chiediamoci perché dovete sottoporvi a questa terribile tortura psicologica: Ecco alcuni casi tipici in cui dovrete e vorrete usare la parola.

Donna semi nuda che mangia l'uva

Ecco un valido motivo del perché farlo!

  1. Il vostro capo ha la laringite e voi siete l’unico che parla in italiano.
  2. Il capo del vostro capo è un simpatico burlone che ama farvi fare figure di merda.
  3. Il vostro ruolo vi impone di parlare a quel gregge di pecore dei vostri sottoposti.
  4. Se non lo fate verrete licenziati.
  5. Volete abbordare una bella gnocca.

Bene ora che abbiamo esplorato le varie motivazioni vediamo come si fa:

[modifica] I requisiti del Bravo Public Speaker[1]

Ricorda che chi ben comincia finisce male, chi comincia male finisce peggio

[modifica] Requisiti minimi per blaterare in pubblico

[modifica] Buona preparazione della relazione

Imparate due ore prima il vostro discorso in cui spiegate che, per necessità, alcuni dipendenti dovranno essere licenziati. In questo caso sarebbe una buona precauzione vestirsi con un armatura. Inoltre, prendere a caso da internet documenti riguardanti il tema non vi aiuterà.

[modifica] Buona gestione dello stato emotivo

Ricorda, Presentarsi con la camicia sudata malgrado fuori ci sia -10 non va bene. Puoi sempre usare Le sostanze psicotrope, possono aiutare, ma nuociono gravemente alla salute. E se avrete il cervello in pappa, come farete a parlare?

[modifica] Convinzioni potenziati riguardo la comunicazione

Per dare l'idea della sicurezza e per guadagnarvi il consenso generale, usate paroloni difficilissimi e incomprensibili come quelli sopra.

[modifica] Ottima capacità di raccogliere il feed back

Se quella gnocca in terza fila si passa la lingua sulle labbra mentre voi parlate, e vi guarda in modo arrapato, quello è un feedback di alto profilo che va colto.

[modifica] Flessibilità e capacità di adattamento alle diverse tipologie di pubblico.

Se non lo sapevate parlare a degli allevatori di Yack è diverso che parlare a dei dirigenti d’azienda. Infatti i primi puzzano meno. Tenetelo a mente.

[modifica] I consigli per ridurre lo stress:

Fry-urlo

Lo stress uccide.

[modifica] In ogni occasione in cui ci si deve trovare a parlare al pubblico, bisogna prepararsi.

Se non siete scemi questo l’avevo già scritto.

[modifica] Conoscere, anticipatamente, la composizione dell’auditorio

Potete ingaggiare un investigatore privato e ravanare nella vita degli spettatori al fine di ricattarli se fanno domande scomode; naturalmente, se questo vi pare troppo oneroso, potete provare leggendo i fondi del caffè o le interiora dei polli. Se anche questo non vi riesce, chiedete all'organizzatore la lista dei partecipanti.

[modifica] Individuare le aspettative

È un po’ come rispondere alla domande inespresse: non vuol dire un cazzo.

[modifica] Pianificare gli obbiettivi:

Sapere dove volete andar a parare è sempre un suggerimento ever green, infatti se non avete la minima idea di quello andate a dire forse è il caso che vi diate ammalati. Immette nel vostro discoroso millemila citazioni inutili,. che fanno sempre effetto. Esempio:

Wikiquote
«La pianificazione è alla base del successo.»

[modifica] Preparare il materiale di supporto e, in caso, per la fuga

Questa è la parte che, vi consigliamo va, fatta fare alla segreteria, specie se è una bonazzae, in tal modo potrete congratularvi con lei e scroccare un uscita. Se questo vi pare una ferita all'orgoglio, Rendetevi conto che, dopotutto, voi non siete in grado di maneggiare qualsivoglia programma per PC.

[modifica] Creare una convenzione linguistica con chi vi ascolta.

Infatti se parlate ad un gruppo di cinesi in arabo, questi non capiranno un dannata fava[2]

  • variante:Potete anche provare a parlare con i rutti, ma non credo funzioni molto.

[modifica] Ridurre la distanza tra relatore e partecipanti

Il che non vuol dire iniziare a fare lingua in bocca con la prima fila, o mostrare qualche filmato porno prima di partire. Non va bene neppure raccontare storielle zozze magari con protagonisti le mogli o i mariti dei partecipanti.

[modifica] Un po’ di inutili suggerimenti carpiti dai grandi comunicatori

1.Ciascuno di noi ha il proprio modello del mondo:

  • Trad: ognuno la pensa come cazzo gli pare e non sarai certo tu con quattro merdose slide a fargli cambiare idea.

2.Per entrare in sintonia è fondamentale rispettare il mondo altrui:

  • Trad: solo se sei un fottutissimo leccaculo allora ti ascolteranno.

3. Il significato della comunicazione è nella risposta che ottieni:

  • Trad: prova a dire ad un gruppo di africani alti due metri “sporchi negri” e capirai il significato della sibillina frase.

4. Non esiste il fallimento, solo il feedback (desiderato o meno)

  • Trad: una figura di merda rimane una figura di merda anche in inglese.

5. Le resistenze del pubblico sono un segno di mancata sintonia.

  • Trad: ma lo vuoi capire che devi essere un lascivo leccaculo o no?

6. Non esiste un pubblico che fa resistenza, esistono solo comunicatori poco flessibili.

  • Trad: vuoi che te lo ripeta? : L E C C A R E I L C U L O.

[modifica] Il luogo dell'incontro

Allevamento suini

Non vorrai mettere questi attenti ascoltatori vicno a degli umani casinisti ed insensibili?

[modifica] Arriva in anticipo e verifica che sia tutto a posto

Il fatto che tu ti sia sbronzato sino alle 5 del mattino, ed abbia giaciuto con donne di dubbia fama non è una scusa; Devi andare lo stesso a controllare che tutto sia pronto, anche se in mutande e con l'uccello ancora gocciolante.

[modifica] Controlla che i dispositivi siano collegati e ben funzionanti

Se non lo sapessi anche il tuo cervello rientra tra i dispositivi sopraddetti. Ricorda anche di Verificare che il proiettore non sia stato usato per mostrare il film “Moana, il Trans e la tettona” potrebbe essere imbarazzante e la gente potrebbe farsi una brutta idea di te.

[modifica] A ferro di cavallo: se il numero dei partecipanti non è elevato è la soluzione migliore

Tale suggerimento non vale se dovete parlare ad un gruppo di Pony di Monterufoli, le battute potrebbero distrarvi. E mi raccomando, dividete gli ascoltatori per zona: non vorrete far capitare famiglie con diverbi secolari vicine, vero?

[modifica] Illuminazione, verificare che sia ottimale per tutti

Inutile dire che l’associazione italiana ciechi salta questo punto.

[modifica] Come progettare un intervento di successo:

[modifica] Definizione dei tempi

Tanto niente è facile come sembra e tutto necessita di più tempo di quanto si pensi. Quindi mettiti un innesto sottopelle che, ogni volta che devi dire qualcosa di importante/d'effetto.

[modifica] Contenuti e livelli di approfondimento

Il numero di cose che dirai è inversamente proporzionale al numero di persone che capiranno qualcosa. E ricorda: Tanto anche se approfondisci, molti di quelli che ti ascoltano si saranno addormentati.

[modifica] Fasi dell’intervento

Prima fai prima te ne vai.

[modifica] Verifiche e feedback:

Per quanto ci provi non capirai mai se la gente ha capito, hai mai provato a chiedere ad una mucca cosa pensa mentre guarda il treno? Bè le persone che partecipano a questi incontri hanno la stessa consistenza.

[modifica] Come comunicare con efficacia.

[modifica] Inizio

[modifica] Salutare, cogli l’occasione di dire buongiorno con un sorriso:

Si lo so che i partecipanti sono un gruppo di beoti a cui sputeresti volentieri in faccia, ma non puoi fare altrimenti.

[modifica] Identificazione: di chi sei da dove vieni e cosa fai.

Uomo vestito da donna

Di questo è meglio non parlarne.

Devi far vedere che sie una persona per bene, educata, sensibile e etero. Insomma, il contrario di quello che sei veramente. Falsifica i tuoi interessi, adeguandoli a quelli degli ascoltatori. E ricorda di non dire che ti ecciti vedendo le suore carmelitane.

[modifica] Qualifica: fornisci indicazioni della tua attività

Anche se sei li per caso ed il tuo ruolo è quello di un meschino passacarte, questo è il momento per riempirti la bocca di stronzate del tipo: sono il projet manager senior del progetto, oppure mi occupo di trade ass management; anche se non sai cosa vuol dire, non ti preoccupare: neanche quelli a cui rivolgerai la parola capiranno.

[modifica] Argomento: annuncia il titolo dell’argomento

Attenzione se stai presentando il “Regolamento (UE) n. 925/2010 della Commissione, del 15 ottobre 2010, che modifica la decisione 2007/777/CE e il regolamento (CE) n. 798/2008 relativamente al transito nell'Unione di carni di pollame e di prodotti a base di carne di pollame provenienti dalla Russia" forse è il caso che ti inventi qualcosa di meno incasinato.

[modifica] Sorprese: annuncia video questionari per accrescere l’aspettativa

Non vale dichiarare che alla fine della riunione un gruppo di rumene soddisferà gli appetiti sessuali degli astanti. Come pure non vale mostrare dei dossier contenenti notizie scabrose sui propri capi, non andrete troppo lontano.

[modifica] Domande: precisa quando potranno fartele

Per evitare domande inutili potresti raccontare qualche simpatico aneddoto di quella volta che eri in Russia e una tale Politoskaia, si era permessa di intervistare Putin.

[modifica] Esposizione efficace

Bhe... ecco... diciamo che è meglio se paghi un oratore e lo istruisci. O magari chiedi al tuo gemello di sostituirti.

[modifica] Fine

Se dopo aver letto questo breve manuale, sei ancora convinto di parlare in pubblico, allora o sei un caso clinico, o sei una persona che non sa fare nulla nella vita tranne che riempire la testa delle persone con le tue inutili farneticazioni.

[modifica] Note

  1. ^ l’inglese fa sempre figo
  2. ^ È scontato, ma l'ho detto per venire incontro alle tue capacità mentali
Strumenti personali
FANDOM