Aiuto:Manuale/Manuale di umorismo

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

< Aiuto:Manuale(Reindirizzamento da Manuale d'umorismo)
Scorciatoia
A:UMOR
Wikiquote
«Ciao, sono Piero, ho 84 anni e leggo Nonciclopedia da quando ne avevo 30 e da allora non sono riuscito a smettere di ridere: aiutatemi!»
(Pier Paolo Pasolini)
Merda
Questa cacca non fa ridere, anche se ha un nome buffo.

Se sei giunto su questa pagina significa che scrivi da schifo e gli unici che leggerebbero le tue righe sono tua madre e un analfabeta.

Impara l'arte e ci farai i soldi

Far ridere è un'arte, quindi come tutte le forme d'arte è considerata una perdita di tempo. Qui su Nonciclopedia invece ti è data la possibilità di esprimere tutta la tua deficienza: non rischiare di sprecare quest'occasione facendoti bannare o compatire dagli altri utenti e lettori.

Il concetto di umorismo è molto soggettivo, lo sa anche mia nonna che ride a gengive scoperte ogni volta che le cade la dentiera nel bicchiere. Io vomito, ma lei ride... machettelodicoaffare? Se vuoi approfondire vai qui: Cosa diverte? e posta la tua.

La risata è stata concessa a tutti gli animali dotati di intelligenza: alle iene, ai bambini, alle donne. Avete mai visto Mastella ridere? Ecco...
Capire una battuta sottile infatti presuppone un numero di neuroni superiore a 10, sinaptizzati tra loro, dislocati in un corpo vivente, possibilmente sprovvisto di airbag anteriori e capelli gialli. È noto infatti che il gene biondo è cancerogeno per le cellule nervose.

Passo 1: procurati un cervello

Wikiquote
«Io lo uso per tenerci gonfiata la testa, tu cosa usi?»
(Valeria Marini sul suo cervello)

Pensare una battuta è tre volte più difficile che capirla: per farlo hai bisogno di un cervello funzionante, carico e pronto a sparare cazzate, di una coscienza sporca e di un pirla che capisca l'umorismo. Nonciclopedia è il luogo perfetto per trovare lettori accorti, per il cervello invece dovrai arrangiarti... prova a guardare tra le pagine di discussione Emo, spesso alcuni rosikoni smarriscono il proprio prima di commentare.

Se proprio proprio non ne trovi uno in tempo utile sarò lieto di cederti il mio, tanto a me non serve... e comunque non l'avevo mai usato; anzi siccome è nuovo te lo regalo alla modica cifra di 2000€ del Monopoli.

Passo 2: trova un argomento

GrossaCacata
Questa sì
Wikiquote
«Gli americani non gettano mai via i loro rifiuti. Li trasformano in show televisivi!»
(Woody Allen)

Ti serve un argomento che tu conosca bene, come la vagina della mamma di Berlusconi per esempio. Poi trova una definizione divertente e alcune battute su cui far ruotare l'articolo, il resto verrà da sé. L'ideale è cominciare con piccole modifiche, gli articoli interi li puoi fare più avanti, quando sarai sniff... ehm ispirato.

Passo 3: think different

Wikiquote
«Non disprezzare la masturbazione: è sesso con qualcuno che ami!»
(Woody Allen)

Esercitati sempre a scrivere e pensare fuori dal coro. Per far scattare una risata spontanea devi sorprendere chi ti ascolta/legge, puoi trattare di argomenti di tutti i giorni in modo scabroso e dissacrante, oppure argomenti scomodi ai potenti, vicini alla gente, politically scorrect e da censura nelle fasce protette. Parla di ciò di cui nessuno ha mai osato fare, comincia in un modo e termina con l'esatto opposto. Hai mai notato di quante cose stupide e inutili ci circondiamo? Hai mai notato le contraddizioni del nostro vivere e della nostra società? Ti sei mai chiesto perché mia sorella non te la vuole dare?
Non dare punti di riferimento, salta da una parte all'altra del discorso, fai girare la testa a chi ti segue, pulisciti i piedi prima di entrare e non concedere a te stesso di essere scontato: sorprendili e sorprenditi!

Passo 4: rispetta i tempi comici

Wikiquote
«Adesso ti racconto una barzelletta al contrario. Ok comincia a ridere...»
(Mio fratello di 11 anni)

Sii breve e fulminante, proprio come la diarrea: i discorsi troppo lunghi non sono mai piaciuti, alla maggior parte delle persone non piace leggere molto. Ad alcuni piace scrivere troppo invece. Ricordati le conclusioni: devono essere le parti più divertenti, è un modo di premiare il lettore che ti ha sopportato fino alla fine.

Passo 5: ridi anche tu

Wikiquote
«Ahahahahahahaha»
(Woody Allen su sé stesso)

Rileggi quello che hai scritto, anche a distanza di giorni. Deve far ridere anche te.
Già che ci sono ti rivelo un piccolo segreto del mestiere; esistono due modi per portarsi a letto una donna: farla ridere e non farla ridere troppo. Detto questo ti assicuro che da quando scrivo su Nonciclopedia mi sono già ripassato due marmottine niente male.

Puntini sulle "u"

Wikiquote
«Un imbecille si è pulito il sedere con un pezzo di carta e me l'ha spedito. Il pezzo di carta, non il sedere. Un foglio di carta sporco di merda con su scritto: lecca qui, bastardo. Idiota. La prossima volta prima di cagare guarda cosa mangi, aveva un sapore pessimo.»
(Daniele Luttazzi sui puntini sulle "i")

Ricorda le sostanziali differenze tra i tipi di umorismo. E non ci importa quali sono i più divertenti, dipende tutto dal pubblico ai quali sono destinati. Chi va su una pagina come "truzzo", ad esempio, troverà divertente lo sfottò, mentre chi visiterà quelle inerenti alla politica prediligerà la satira. O ancora c'è chi ama il nonsense, e così via.

  • Non confondere. Sfottò e satira sono due cose ben differenti fra loro. Infatti lo sfottò è semplice come lo vedi, non richiede un pubblico particolarmente esigente e soprattutto rende simpatico il bersaglio prescelto. La satira, invece, è fine, arguta, le persone a cui è indirizzata devono possedere una certa padronanza dell'argomento per poter capire le battute, che non sono banali tormentoni e non sono fini a sé stesse.
  • Attento all'umorismo sessuale, è pericoloso ed è difficile da controllare. L'equilibrio tra una battuta divertente e una gratuitamente volgare è precario. Gioca su tabù, doppisensi, ambiguità, argomenti intimi e va' a scovare gli scheletri negli armadi di ognuno di noi. Perversioni, tradimenti, usi e costumi. Tutta la società è in imbarazzo di fronte a certi argomenti, sviscerali con acutezza e faccia tosta, mettendo a nudo ciò che di più beffardo riconosciamo in questa società perbenista solo a parole.


Exquisite-kfind Non ti basta? C'è anche Aiuto:Tipi di umorismo


Consigli spassionati

Wikiquote
«Il mio primo film era così brutto che in sette stati americani aveva sostituito la pena di morte»
(Woody Allen)
  • L'autoironia è sintomo di buona salute, lo sostiene un medico su dieci. Imparare a non prendersi troppo sul serio e autobersagliarsi rende gli altri più propensi a ricevere frecciatine da parte tua.
  • Sostituisci le parole con link interni stupidi o ambigui, ma senza esagerare e senza usare sempre i soliti cinque link.
  • Non essere volgare gratuitamente. Alcune parole forti stanno bene solo in alcuni contesti, sforzati di capire quali. Non pronunciare MAI le parole "Lapalissiano" ed "Idiopatica", non sta bene in pubblico e poi mia mamma non vuole.
  • Non scrivere sotto l'influenza di alcol e droga. Lo so che i più grandi artisti l'hanno sempre fatto, tuttavia adesso ci tocca studiarli sui libri di scuola. E io non voglio rischiare di studiare tra qualche anno anche le tue puttanate da fattone.
  • Un'ultima cosa: se sei arrivato a leggere fin qui molto probabilmente non hai bisogno di tutto questo. Anzi tu non hai bisogno nemmeno di Nonciclopedia e dei suoi fottuti consigli... ecco eiochesonoquaaffare?! Mi hai fatto perdere un sacco di tempo per niente: Vaffanculo! :(

Consigli per gli acquisti

Wikiquote
«Colui che scrive più di quanto legge è con buona probabilità un pirla! Oppure non sa leggere»
(Pier Paolo Pasolini)


Il nostro modo di scrivere ha uno stile personale, ma ciò che leggiamo diventa parte di noi e del nostro essere, si fonde coi nostri pensieri e prende parte alla crescita individuale. Esperienze vissute o sentite, letture e film ci condizionano più o meno inconsciamente andando a definire quello che poi sarà il nostro stile di scrittura, in continua evoluzione.
Ci rendiamo conto che Nonciclopedia limita l'espressività artistica in quanto redatta in forma enciclopedica, tuttavia essa offre ai suoi utenti molte possibilità, prima tra tutte il confronto: leggi gli altri articoli, troverai innumerevoli spunti.

Letture sconsigliate

Qui di seguito aggiungete tutte quelle letture scelte nell’Indice dei libri proibiti.

Daniele Luttazzi

  • Bollito misto con mostarda
  • Cento cose da evitare ad un funerale
  • Cento cose da non dire per rimorchiare una ragazza
  • Benvenuti in Italia

Stefano Benni

  • La compagnia dei Celestini
  • Bar sport
  • Il bar sotto il mare

Alessandro Bergonzoni

  • Le balene restino sedute
  • È già mercoledì e io no

Douglas Adams

  • Guida galattica per autostoppisti
  • Ristorante al termine dell'Universo
  • La vita, l'universo e tutto quanto
  • Addio e grazie per tutto il pesce
  • Praticamente innocuo
  • E un'altra cosa... (in realtà è scritto da Eoin Colfer, ma completa la serie quindi non facciamoci troppi problemi)

Pellicole sconsigliate

Qui di seguito aggiungete tutti i film o rappresentazioni teatrali da censura che hanno aiutato ad accrescere il vostro ego.

  • Woody Allen in genere. Le commedie tipo Manhattan, Bananas, Zelig, Tutto quello che avreste voluto sapere sul sesso e non avete mai osato chiedere
  • Guida galattica per autostoppisti tratto dagli omonimi romanzi di Douglas Adams
  • Dario Fo: Morte accidentale di un anarchico, L'anomalo bicefalo
  • Mario Monicelli: Il marchese del Grillo, Vogliamo i colonnelli, Amici miei, L'armata Brancaleone, I soliti ignoti
  • Monty Python: E ora qualcosa di completamente diverso, Monty Python e il Sacro Graal, Brian di Nazareth, Monty Python - Il senso della vita (meglio se guardati con audio in inglese e sottotitoli in italiano).

Musica da manicomio

Qui di seguito aggiungete tutte le canzoni che hanno dato un senso alla vostra inutile vita.

Elio e le storie tese

  • Discografia

Gem Boy

  • Discografia

Prophilax

  • Alice nel paese dei cazzi

San Culamo

  • Hanno ucciso l'asinello

Paolino Paperino Band

Nuvole di fumo

Qui di seguito aggiungete tutti quei fumetti che vi hanno tenuto compagnia nelle lunghe attese sulla tavola del cesso.

Rat-man By Leo Ortolani

  • Qualsiasi fumetto reperibile
Un esempio vale più di mille parole

Racconti scellerati By Edika

Sturmtruppen by Bonvi

  • Tutte le strisce che trovate

Un po' di blog


Strumenti personali
wikia

Utente:Mufufu/Diario di bordo