Maldestrismo

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Cavallo Pazzo.gif
Cavallo pazzo approva questo articolo!
Sbrodolamenti di parole alla cazzo di cane, storie da mentecatti, dialoghi sconnessi e senza senso: in altre parole, questo sì che è un articolo fatto come si deve!
Cavallo pazzo ringrazia e approva!
Quote rosso1.png Non fatevi mai addestrare da un destrorso! Quote rosso2.png

Quote rosso1.png Quand'ero piccolo tutti mi stupravano Quote rosso2.png

~ Glory Hole sul suo passato
Quote rosso1.png Tutta quella palestra mi ha fatto bene Quote rosso2.png

~ Glory Hole sulla sua infanzia


[modifica] Corpo del Testo

GloryHole.jpg

Un Glory Hole e la sua attitudine fallofilica

Il maldestrismo è un riferimento comico-anticoncezionale fondato nel 700 a Roma all'età dei Napoleoni. Un epitaffio allora mostrò quanto più di Baffo c'è in Moretti. Diciamo che fossi stato inglobato mai più in un mondo comodo tondo, ma forse fecero del maldestrismo un unione di glicosamminoglicani come il destrano che tanto di se fa parlare ai Midia. Soprattutto in viale colombo durante le pause merenda di una puttana di Bergasmo! Al contrario di quanti molti pensano il maldestrismo è un movimento sociale altamente differenziato e per questo con prognosi meno infausta di quanto invece sarebbe se lo stesso fosse di tipo anaplastico non differenziato (così ci illusta l'Omino Sentenzioso). Il cognato di maldestrò fondò il Rondò Venezianò? A quanto racconta il cognato vergine e affabile di Vercingetorige, si, ma non si fecero savrapporre dai maiali che volevano stare a succhiare il nettare nutriente che il maldestrismo offriva alla popolazione del Jurassic Park. Sarà ma a noi ci piace il maldestrismo che tanto fa modernismo, ma con più sodio. Se poi vedessimo un asino, o un cavallo, o un lama odorare un cul di sac di gatto che si apr a ventaglio su un frigorifero colmo d'uva, sar(n)emo pronti, non dico a pensare, ma almeno a dire che di maldestro ci sta un poco di sale. Che poi un cibo bambo è bello no? Eppure a volte un nano può dare una mano, purché non sia destrorso, che poi vuol dire che ha un orso sulla destra. In tal caso non parliamo più di nano, ma di Ano, summa cum laude della novità del 2008, anal year. Si sa il 200886459436712 è un numero magico che spira tenerezza tuttavia; come un Ano con la mano che si stringe a pinguino su una camicia di Cashmire prodotta in Bangladesh da Pier Ferdinando Paolini, Mago dello Spiedo a Legna. Così ci insegna il Dictatum Discere in Neolingua seguendo i principi del Socing a gran voce. Il Pirellone svetta fiero e vigile nelle mutande auree del cielo di Calcutta destreggiando, poiché destrogiro e destrorso (con l'Orso alla sua Dritta) l'Aulico Fallo di Majin Bu. Seguendo le linee si arriva a Jakarta, nei pressi di S. Giusta.

La cipolla (Allium cepa) è una pianta coltivata bulbosa della famiglia delle Liliaceae o meglio, secondo schemi tassonomici più attuali, Alliaceae. È una pianta erbacea a ciclo biennale che diventa annuale in coltivazione, con radici superficiali e con delle foglie che nella parte basale si concluse con l'espulsione degli inglesi da tutti i territori continentali, fatta eccezione per la cittadina di Calais. Il conflitto fu costellato di tregue molto brevi e interrotto da due veri e propri periodi di pace della durata rispettivamente di 9 e 26 anni, che lo dividono in tre fasi principali, la guerra edoardiana (1337-1360), la guerra carolina (1369-1389) e la guerra dei Lancaster (1415-1429), alle quali deve essere aggiunta la fase conclusiva della guerra (1429-1453). Tale suddivisione è tipica della storiografia anglosassone, mentre altre periodizzazioni vorrebbero un conflitto bipartito in una scuola nazionale di cinema. Tale esperienza, però, gli sarà preclusa dalla chiusura della scuola, voluta dal dittatore Francisco Franco. Lavorò per due anni nella Compagnia Telefonica Nazionale Spagnola e contemporaneamente si interessava di cinema e di teatro d'avanguardia ed era membro
Gioacchino da Fiore.jpg

Un chiaro esempio di Neurocisticercosi.

del gruppo teatrale Los Goliardos. I suoi primi cortometraggi risalgono al 1972; successivamente divenne uno dei protagonisti della tana, dritta e di sezione trasversale ovale, quasi sempre nell'argine non molto sopra il livello dell'acqua, e spesso nascosta sotto un groviglio di radici. Per la riproduzione la femmina scava tane molto più grandi ed elaborate lunghe fino a 20 metri e bloccate a intervalli con dei tappi. Essa fa il nido alla fine del tunnel con canne come lettiera.

Secondo le usanze del Cocoricò famosa Cattedrale del Padovano il grembiule s'arrotola secondo giustizia, nella volta destra, prossima uscita 100 metri. Grazie.

[modifica] Testo del Corpo

Poiché non mi sembra giusto, far discurrere da solo il Maldestrista Anti-Maldestrismo, condivido e supporto etico-moralmente i nostri capezzali prezzolati a suon di Vigorsol masticate. Noi, Regni dei Maldestristi e Maldestrici Maldestrorsi non supportiamo la suppurazione medio-mediatica del Napoleonico credo, per questo motivo siamo vigili e vedetti circa la conservazione del Purè in Casa Mastrota.

[modifica] Terpo del Costo: Ovvero un modo fallace per dire GNEEEEEEEEEEEE

Sarebbe da considerarsi forse maldestro non dico come ma quanto perché aprire un discount a prezzi buoni e alti tanto da solleticare nani su alberi boscosi e fogliosi? Dico io: Poffarre! Forse che voi non solleticate le vostre papille caliciformi, o fungiformi assaporando odori visvi e tattili, come arcobaleni giosi spalmati su pan' Carrà, ottimo col latte e complimenti davvero siete tutti bravissimi? No no non si puà essere così avidi e avariformi con teste botriocefaliche, o falliche, come un monumento Napoleonico... NON SI PUO'!!

[modifica] Cesto del Tarso: Ovvero L'Ammoure Ai Tempi del Diphyllobothrium latum

Botriocefalo e Tenia.jpg

Due ingrandimenti del Pene di Kessissoglu.

In una tazza del bidè, c'è il purè. Chi c'è, c'è? Disse Alvaro a Margharè, lo vuoi tè? Non si pè! Sopratutto se l'organolessi è da leggere invertita e non impallidita. Non ci disse mai nulla di nulla, con nulla in nulla, solo se il culetto infarinato tuonava come solo Giove sa, per Giove! La Guinea è fallica, Mr. Pink. La Gente qui Muoreeeeee! Perdincicazzo! Mai disse il Re al Figlio del Re che vedeva il Re versarsi del The. Andandosi ad Incistare nella muscolatura striata, con i saluti del Dyphillobothrium Latum.

[modifica] Poesia Org-Ano-lettica

La chirurgia del secolo Fidel Castro.jpg

El Nuevo Ano de Fidel. MrMasedo? Chiaro!

Se dal cul vien il peto
tutto quanto è presto deto

Brutto odore a bizzeffe
non respira il naso, feffe!

Il mio cul ha mal di fiato
e il tuo nas ha scrammentato

Io ti pissio nella bucca
così Giove disse "Succa!"

E se poi con il tuo ano
tu vuoi fare anche il soprano

allora sii buono e attento
e non farla controvento

Come il Pio Poeta disse
"Le' mi vibran le vibrisse

Che poi forse a starci attento
potrei sì spararne cento!"

Ma si sa chi troppo vuole
alla fine se ne duole

e così tuonando a mille
si crearon le scintlle

E come sa anch'un profano
"Mai il fuoco col metano"

Cosicché col culo arso
il poeta urlo "Scarso!"

alludendo soavemente
al suo olezzo irriverente!

E la dolce lì Beatrice
con al fianco Meretrice

che facevano di cuori
una strage a culo in fuori

che poi forse solo Tinto
il maestro mai più vinto,

seppe bene intrattenere
mille cazzi col sedere.

Non il suo sia ben presente
ma son quelli di altra gente

Si! di attrici oseri!
a cui garbano gli usei!

Che poi guarda caso l'anno
come tutti quanti sanno

del buon caro memoriale
dell'amato sesso anale

E allora forza giovinotte
accorrete presto a frotte

a implorare al negoziante
un bell'oil lubrificante!

Quando il marcio al culo disse
"Io per l'Ano c'ho le fisse"

Me lo mette tutto dietro?
"Te ne piazzo più d'un metro"

Il tuo cul non fa le bizze
pare un forno per le pizze

Sì soave, sì capiente
passa sempre tanta gente

Mari e monti, fiumi e laghi
Membri grossi o come spaghi

Ivi il cor c'hanno lasciato,
in sto buchino tanto amato.

[modifica] Gnagnaropòl e la Fascicolazione del Rododendro

Bagnacauda011nz.jpg

Tipico rituale Indù per scacciare il Panettone

Quando in città un vecchio gridava "Rogostuarioò!" sempre si manifestava un vecchio ubriacone a colpi di borraccia, chiamato Revellostretitrico, dall'infallibile parlantina ammutinante. Egli emoagglutinava il vino, secondo le scritture, lo trasformava in acetaboli per la coxo-femorale, spargendo semi di burretti in giro per le favelàs, come diceva Marrakesh. Quando si sviluppò per Schizogonia il nostro più carissimo amico Gnagnaropòl, egli aveva già 39 anni e dopo un passato irrequieto come Manorba in un Cantiere Edile di Barraccamanna, decise di decidersi a decidere di diventare Imprenditore. Quando cadde a fagiuolo, non si ripercosse più, la ripercussione. Così ci insegna la storia del Rododendro, che nacque povero e morì povero, mangiando però ottimo Tobacco Golden Virginia. Fumate.


[modifica] Analità del Testo

Quote rosso1.png Si! Quote rosso2.png

~ Uomo del Monte su un culo che aveva fatto la popò
Quote rosso1.png Se metto un dito qui? Quote rosso2.png

~ Mano all'ano
Quote rosso1.png Fa buio... accendi la luce Quote rosso2.png

~ Giardia a delle feci
Quote rosso1.png Taglia Proprio Tutto...! Quote rosso2.png

~ Chef Tony ad un Emo
Quote rosso1.png Un grande poetà moderno aggiungo la mia lode e la mia stima per cotale magnificenza poetica Quote rosso2.png

~ Giovanni Paoletti su Poesia Org-Ano-Lettica
Strumenti personali
wikia