Lucky☆Star

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Maria sama ga miteru - Yumi e Sachiko
ATTENZIONE‼

La visione prolungata di questa pagina potrebbe portarti ad un cambio di tendenze, iscriverti ad una scuola femminile isolata dal resto del mondo, chiamare chiunque ti si avvicini "Onee-sama", suonare col pianoforte l'Ave Maria alle 3 e mezzo di mattina, partire alla ricerca della tua sorellastra attraverso mondi paralleli, diventare la preside di una scuola di ragazze in tutine rosa che vanno a combattere il male o la sacerdotessa imbranata di un robottone nascosto sulla Luna.

Strawberry Panic - Nagisa abbraccia Shizuma
Rena Ryuugu omochikaeri 1
"Checcarino! Voglio portarti a casa!"


Rena sta guardando te. Proprio te. E le piaci. Parecchio. Probabilmente diventerai un suo soprammobile. Se sei fortunato non soffrirai. Non troppo, perlomeno.

Rena Ryuugu omochikaeri 2


Quote rosso1 Mi ha copiato! Quote rosso2

Quote rosso1 Voglio ██████ con Konata!!! Quote rosso2

~ Kagami su scene yuri
Protagoniste di Lucky Star 2

Le protagoniste durante la partecipazione al torneo sei nazioni di bukkake

Quote rosso1 Ma come si fa ad arrivare in quella scena erotica? Quote rosso2

~ Soujiro mentre educa la figlia Konata e la nipotina Yutaka
Quote rosso1 Aceto balsamico Quote rosso2

~ La cosa più intelligente che Tsukasa riesce a dire in tutto l'anime


Lucky☆Star è un anime e manga frutto di una famosa pedofila giapponese di nome Kagami Yoshimizu, nonchè un tentativo malriuscito di copiare Azumanga Daioh, Haruhi Suzumiya e un'altra cinquantina di manga per creare un anime perfetto per otaku, lolicon e fangirl[1].

[modifica] Trama

Stop hand
Attenzione, da qui in poi questo articolo contiene spoiler.

Gli spoiler rendono il testo più aerodinamico aumentandone la velocità, quindi attenzione ai colpi d'aria.

Nota disambigua Oops! Forse cercavi quell'altro anime praticamente uguale ma con più gnocca?
Sterpaglia
OKAY
Spoiler
La trama è finita, leggete in pace.

[modifica] Protagonisti

Konata Izumi

Classe: Otaku

Kagami mangia la sfoglia

Che c'è? Non è quello che stai pensando.

Praticamente la ragazza perfetta di un qualsiasi pipparolo. Una mocciosa di 6 anni otaku di prima categoria che passa le giornate leggendo millantaglia di manga, giocando alla plei ed ai giochi erotici, lavora in un locale a luci rosse cosplay bar come spogliarellista cameriera/Haruhi Suzumiya e mangia esclusivamente dolci a forma di pene. Si lamenta continuamente della sua bassezza, ma in realtà appena può ne approfitta per avere lo sconto per i pampini.

Tsukasa Hiiragi

Classe: Idiota

Che anime sarebbe senza il personaggio ritardato che fa bordello e si pone le domande più stupide? Tsukasa ricopre proprio questo importantissimo ruolo[citazione necessaria] senza la cui presenza l'intera struttura dell'anime cadrebbe a pezzi rendendolo un insieme di scenette insulse che non farebbero ridere nessuno... scherzavo! Lucky☆Star è già un anime senza struttura e fatto solo di scenette insulse che non fanno ridere nessuno.

Vive in un monolocale con Kagami, altre due sorelle, i genitori ed il pesce rosso più grande del mondo, costantemente braccato da Sampei.

Kagami Hiiragi

Classe: Tsundere

Kagami di Lucky Star

Kagami mentre fa uno dei suoi sogni erotici con Konata.

L'unica delle protagoniste che si trova in un'altra classe, è innamorata di Konata[2], per questo ogni volta le lascia tranquillamente copiare i compiti, farsi prendere per il culo in ogni modo possibile e guidare il tagliaerba dentro casa.

In una puntata si scopre che è anche capace di trasformarsi in uno scarabocchio e sputare fuoco.

Miyuki Takara

Classe: Moe

Intelligente, educata, occhialuta, distratta e l'unica del gruppo che se non fosse disegnata come Wikipe-tan potrebbe essere una bella figa, praticamente l'apoteosi del moe.

Quale sia il suo scopo oltre a quello di rispondere alle stupide domande di Tsukasa e Konata rimane tuttora un mistero[3].

[modifica] Schiappe Personaggi secondari

Nanako Kuroi

L'insegnante di nonsisabenechemateria, dato che non la si è mai vista insegnare o scrivere qualcosa alla lavagna[4]. È una trentenne single che, nonostante sia una drogata di giochi on-line e passi interi pomeriggi e nottate a giocare a World of Warcraft no-stop, non riesce a trovare un uomo, boh, chissà perché?

Yutaka Kobayakawa

La cuginetta più piccola[5] di Konata, anche lei fedele seguace del moe, ma è inutile che vi facciate qualche brutta idea, lolicon schifosi! Infatti anche lei è lesbica ed appena ne ha l'occasione va a frignare tra le punture di zanzara tette di Iwasaki.

Minami Iwasaki

La "migliore amica" di Yutaka, una spilungona silenziosa e con il complesso delle tette minuscole. Trattasi in realtà della copia spudorata di Yuki Nagato.

Patricia Martin

Una studentessa americana traferita in Giappone[6] per uno scambio culturale, viene praticamente subito contagiata da Konata e traformata in un otaku, nell'ultima puntata convincerà tutti i personaggi a fare uno spettacolo di Cheer-leader con una canzoncina idiota di sottofondo e delle divise così sconce che sarebbe stato meglio se avessero ballato nude, ringraziamo.

Hiyori Tamura

Un'altra delle "amiche" di Yutaka, è così importante che compare non più di cinque volte.

Soujiro Izumi

Il padre di Konata, un maniaco pervertito con la fissazione del lolicon.

Kanata Izumi

La madre di Konata, un personaggio talmente importante che muore poco dopo la nascita della figlia[7], permettendo a Soujiro di crescere Konata come un otaku. Compare solo in una puntata come fantasma irronpendo durante un orgia ad incesto tra Soujiro, Konata e Yutaka.

Akira Kogami

La presentatrice del RAKICHANNERU (o più semplicemente Lucky☆Channel) un falso programma alla fine di ogni puntata.

Shiraishi Minorou

La pezza da piedi di Akira, in ogni Lucky☆channel non fa che subire gli abusi della collega che muore di rabbia per non essere apparsa durante l'episodio, al contrario del suddetto sacco da boxe, che fa continue apparizioni come comparsa durante gli episodi e cantante nella sigla finale.

[modifica] Classico svolgimento di una puntata di Lucky☆Star[8]

Original video
Tsukasa di Lucky Star

Tsukasa si fa una sega mentale

Konata e Kagami

Scena Yuri tra Konata e Kagami

Yutaka e Minami

Scena Yuri tra Yutaka e Minami

Madre di Miyuku al telefono

Quote rosso1 Pronto? Sì, vorrei ordinare un completo al latex e un frustino... Quote rosso2

Minami e Miyuku con Cherry

Scena Yuri tra Miyuki ed il cane di Minami

Yutaka e Tamura imbarazzata

Quote rosso1 Tamura-san cosa sono gli yaoi? Quote rosso2

Lucky Channel

Quote rosso1 Raki☆Channeru‼ Quote rosso2

Akira di Lucky Star

Quote rosso1 Dove cazzo è il mio caffè? Brutto bastardo! Quote rosso2

[modifica] Articoli collegati

[modifica] Curiosità

Icona scopa
L'abuso della sezione «Curiosità» è consigliato dalle linee guida di Nonciclopedia.

Contribuisci a scop migliorarla disintegrando le informazioni nel corpo della voce e aggiungendone di inappropriate

  • Nella scuola di Lucky☆Star può esserci solo uno studente maschio alla volta.
  • Le cassiere hanno tutte la stessa voce.
  • In Giappone non si possono dire i nome degli altri anime, ma è possibile fare pubblicità occulta a tutto il resto.
  • È "Lucky☆Star", non "Lucky Star". Se lo scrivi senza ☆ entro 7 giorni annegherai nel timotei.
  • Lucky☆Star potrebbe sembrare solo un'anime che non fa ridere nessuno, forse nemmeno gli otaku. Non è esatto: Lucky☆Star è anche un'anime inutile che non fa ridere nessuno, forse nemmeno gli otaku.
  • Per quanto possano sembrare delle ragazzine di 6 anni, le protagoniste hanno tutte 17 anni.

[modifica] Altri progetti

[modifica] Link esterni

[modifica] Note

Cioè, stai davvero leggendo le ♪♫note♫♪?! Pazzesco...
  1. ^ Insomma, pervertiti come te
  2. ^ Non dirmi che non l'avevi ancora capito
  3. ^ Si ipotizza che sia far vedere ogni tanto le tette dato che sembra essere l'unico personaggio ben fornito
  4. ^ Per questo si ipotizza che in realtà sia solo una bidella
  5. ^ Letteralmente, e ce ne vuole...
  6. ^ Poverina...
  7. ^ E di cui non si parlerà quasi mai
  8. ^ Tanto per allungare un po' l'articolo aggiungendo qualche immagine presa a cazzo ed un video di quattro nerd obesi che ballano la sigla
Strumenti personali
wikia