La lama sottile

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Queste Oscure Materie.jpg
Nota disambigua.svg
Nota disambigua.svg


Questo libro fa parte della saga Queste oscure materie, scritta dall'autoarticolato Philip Pullman
La lettura delle teorie esposte in questo articolo potrebbe portarti alla scomunica dalla Chiesa Cattolica
La lettura di questo articolo potrebbe invogliarti a sniffare Polvere e a cercare varchi fra i mondi

La lama sottile è il secondo volume della trilogia Queste oscure materie, scritta da Philip Pullman.

[modifica] Trama

Stop hand.png
Attenzione, da qui in poi questo articolo contiene spoiler.

Ti ricordi quella volta che per sbaglio hai toccato la vagina a tua madre? Ecco, se continui a leggere te ne pentirai allo stesso modo.

La lama sottile.jpg

Gli editori hanno cercato di mascherare la mancanza di una trama dietro una copertina figa.

Alla fine del primo capitolo della trilogia, La bussola d'oro, abbiamo lasciato l'allegra compagnia di narcotrafficanti, stupratori, presidenti di multinazionali e roba varia che passava attraverso un varco dimensionale. In testa alla spedizione c'è quel bacucco di Asriel, sempre alla disperata ricerca della Polvere. Alle sue calcagna c'è la piccola Lyra, che aspira ad ardere vivo lo zio per vendicare la morte del suo amico Roger. Subito dopo Lyra viene il Presidente della The Coca-Cola® Company, alla ricerca di un nuovo testimonial per la sua bevanda in grado di rimpiazzare l'orso corazzato che ha dato le dimissioni. Infine, c'è la Signora Coulter, con due o tre pretini sotto braccio, che segue la compagnia con lo scopo apparente di servire il Magisterium.

Per colpa di uno strano scherzo della natura (o magari solo perché Pullman è uno stronzo), tutti i personaggi che hanno attraversato il varco, ognuno dopo l'altro in successione, nel mondo in cui arrivano si ritrovano separati da almeno settantadue ore di differenza. Perciò, quando Lyra arriva nel mondo parallelo, suo zio padre Asriel è già lontano, troppo lontano per essere dilaniato con una doppietta.
Il varco era stato aperto vicino una ridente cittadina del cazzo, affacciata sul mare e nota come Cittaggazze. In questo paesello non sembrava esserci la minima traccia di presenza umana, e per questo Lyra decise di introdursi abusivamente in un motel, forzare la porta della suite e passare la notte su un comodo letto.

Mentre Lyra violava una proprietà privata a Cittagazze, nella periferia di Londra del XXI secolo stava accadendo un furto con scasso condito con duplice omicidio colposo. Due omoni a volto scoperto entrarono nella casa di un ufficiale della Royal Navy, dove però viveva solo un mocciosetto di 11 o 12 anni. Iniziarono a frugare in casa, alla ricerca di un quadernetto verde. Non ci è ancora dato sapere cosa nascondesse quel quaderno. Il mocciosetto, di cui i criminali non si erano nemmeno accorti, strisciò lungo le pareti, sotto i letti, dietro gli armadi, fino ad arrivare in cima alla rampa delle scale. Da lì spinse giù il primo tizio, facendolo capitombolare sul secondo e causando la morte di entrambi. Il quadernetto verde valeva benissimo la pena di essere difeso; a costo di ammazzare due (quasi)innocenti persone.

Bambino bazooka.jpg

Una foto di repertorio del piccolo William Parry.

Dopo aver compiuto il misfatto, Will Parry (così si chiamava il piccolo assassino) decise di abbandonare la casa e di sbolognare sua madre alla vicina, sparando la balla che sarebbe solo andato a comprare il latte, e che poi sarebbe prontamente tornato a ritirare la vecchia bacucca.

Vagando per la periferia della capitale britannica, Will stava seriamente prendendo in considerazione l'idea di farsi falciare da un TIR sulla statale, quando vide un gatto che spariva nel nulla. A quel punto decise di avvicinarsi per capire cosa stesse succedendo e cadde come un sacco di patate in una finestra aperta sul mondo di Cittagazze. Arrivato nella ridente cittadina, decise di stabilirsi lì, in modo tale da non far più vedere la sua faccia in giro per le strade londinesi ed evitare la Madama. Will scelse malauguratamente di passare la notte nello stesso motel precedentemente scassinato da Lyra.

La mattina dopo, i due ragazzi si incontrarono, fecero a botte, si dissanguarono e successivamente si presentarono. Dopo aver fatto colazione, iniziarono a cazzeggiare in giro per la ridente cittadina, in cerca di qualcosa da scassinare o qualcuno da eliminare. Nel borgo trovarono una combriccola di ragazzini che, come loro, vivevano di rendita dai ristoranti e dai motel. Costoro spiegarono a Will e Lyra il perché non ci fosse nessun adulto nella ridente cittadina, anche se ai due bambini non poteva interessare di meno. Dopo che Lyra sguinzagliò il proprio daimon in forma di ghepardo contro gli altri mocciosi, si dileguò assieme al compagno.
Fu allora che notarono una torre misteriosa, con un cartello sul portone:

BENVENUTI ALLA TORRE DEGLI ANGELI
SE SIETE ASPIRANTI SUICIDI SALITE LA RAMPA DESTRA, ALTRIMENTI SALITE LA RAMPA SINISTRA.

Decisero di salire dalla rampa sinistra e arrivati in cima trovarono un vecchietto con un coltello in mano. Gli urlarono che aveva sbagliato rampa, ma il vecchietto fu assalito da un ninja che voleva rubargli il coltello. Will non esitò a gettarsi nella mischia, giusto per il gusto di allungare la sua fedina penale. Lo scontro si risolse con la morte del ninja, trafitto dal coltello, e l'amputazione di due dita di Will. Il vecchietto, prima di suicidarsi bevendo una pozione Polisucco andata a male, raccontò a Will che quel coltello aveva un nome: Bob. Ma che era meglio noto come Lama Sottile, il 21° coltello della Miracle Blade in grado di tagliare varchi fra i mondi. Will pensò che quel vecchio era solo un povero psicopatico, ma giusto per provare ad usare la Lama Sottile, iniziò ad agitare il coltello in aria, come faceva nelle gallerie d'arte da bambino. Con immenso stupore, l'aria veniva squarciata e dalle fessure si potevano osservare altri mondi. Will imparò anche a chiudere gli sfregi che combinava, riportando semplicemente vicini i lembi dello squarcio. Semplice no? No. Per poter aprire varchi fra i mondi, Will doveva cadere in trance, oppure avrebbe spezzato il coltello.

Nel frattempo, Lyra si era rotta i maroni di assistere a tutta la rissa e a tutte le prove di Will, perciò se n'era andata già da un pezzo, con la scusa di dover cercare suo padre per crocifiggerlo e appiccargli fuoco. L'omicida la raggiunse e strinse un patto con la bambina-monetina: l'avrebbe aiutata a vendicarsi di suo padre, ma in cambio lei avrebbe dovuto aiutare lui a trovare il suo di padre, perso in non si sa quale dimensione. Lyra accettò il patto, e insieme a Will iniziò un mirabolante viaggio attraverso i mondi.

Miracle Blade 3.gif

Bob, la Lama Sottile in una foto di famiglia.

Nel frattempo la Signora Coulter era arrivata nella Londra del XXIsec[1], e aveva fatto conoscenza con un certo Sir Françis o roba simile, che in realtà non era altri se non quel coglione di Lord Boreal sotto copertura, che già prese parte ad un festino indetto dal Maestro del Jordan College. Lord Boreal e Marisa Coulter danno la caccia a Will e Lyra, perché sanno che una ha l'Aletiometro e l'altro la Lama Sottile. Per questo vogliono accopparli e impossessarsi dei loro due strumenti.

I due bambini, pure loro, arrivano nella Londra di Will, e decidono di rivolgersi all'Università per sapere qualcosa in più sulla Polvere. Incontrano una equipe di scienziati squattrinati, che da un momento all'altro avrebbe dovuto smontare baracca e burattini a causa della mancanza di finanziamenti da parte del Governo. Lyra fece in tempo ad infiltrarsi nell'edificio di ricerca e, con la Viglianza alle calcagna, a rifugiarsi nell'ufficio della dott.sa Mary Malone, che guardacaso è proprio un membro dell'equipe che studia le Particelle di Rusakov (alias Polvere). Dopo aver convinto la Malone a proseguire le ricerche, Lyra incontra Boreal ma non lo riconosce grazie al suo geniale[citazione necessaria] travestimento da baronetto londinese. Boreal frega l'Aletiometro dallo zainetto della piccina, e così Will è costretto ad aggiungere cinque o sei reati alla sua fedina per recuperare la bussola taroccata.

Nel frattempo Mary Malone viene ricercata dai suoi creditori, con cui ha un debito di qualche milioncino di sterline. Prima di tagliare la corda, Mary fa una seduta spiritica con la Polvere, usando una macchina di sua invenzione. Finita la seduta, la dottoressa sa già cosa fare e dove andare. Per fregare l'assicurazione, Mary appicca un incendio al suo laboratorio, rischiando di cancellare dalla faccia della Terra ben 3 Distretti Londinesi. Con il rogo alle sue spalle, Mary Malone si dirige verso il primo buco dimensionale in cui Will cadde come un sacco di patate, e lo attraversa, finendo nella ridente cittadina di Cittagazze. Da lì viaggia fino a raggiungere un altro mondo ancora[2]...

Dopo vari inseguimenti con l'Interpol, conflitti a fuoco, sfregi dimensionali, indicazioni della bussola taroccata, Will e Lyra arrivano su una montagna, braccati dall'Esercito del Magisterium, che ha a disposizione zeppelin armati di mitragliatrici, elicotteri, fucili a manovella e granate all'acido muriatico. Quanto tutto sembra perduto, Lee Scoresby si fa vivo e, grazie ad un solo fucile con dieci munizioni, riesce a tenere in scacco un distaccamento composto da 580 unità. In supporto a Scoresby arrivano anche le streghe, richiamate dallo Stato Federale di Tripoli, che assaltano i restanti 179.420 membri dell'Esercito del Magisterium. Dopo un'aspra battaglia, Lee Scoresby viene centrato in fronte da un cecchino della squadra S.W.A.T., mentre le streghe vengono abbattute con i cannoni contraerei della Royal Navy britannica. Prima di accasciarsi esanime, Scoresby decide di fare terra bruciata sul campo di battaglia, lanciando una granata contro lo zeppelin, eliminando tutto e tutti.

Will scala la montagna e trova suo padre in cima. Anch'egli è sotto copertura, con il falso nome di Stanlius Grumman, ed è travestito da sciamano. Padre e figlio stanno per abbracciarsi, entrambi in lacrime per la gioia, quando una strega infame pianta una freccia nel petto del Signor John Parry, ammazzandolo, per poi togliersi ella stessa la vita. Will ci rimane davvero di cazzo, e giura vendetta contro lo Stato Federale di Tripoli. Tornato giù al Campo 3, dove aveva lasciato Lyra a dormire, Will non trova nessuno.

Dov'è finita Lyra? Che fine ha fatto l'Aletiometro? Che fine ha fatto Mary Malone? Il Presidente della Coca-Cola avrà trovato il suo testimonial? Queste sono le domande che ogni lettore si pone alla fine di questo secondo capitolo.

OKAY.png
Spoiler.gif
La trama è finita, leggete in pace.


[modifica] Nuovi personaggi

Immaginediabolik.jpg

Will Parry nella foto segnaletica dell'Interpol.

  • Will Parry: potremmo definirlo come il socio in affari di Lyra Belacqua, pronto ad eliminare chiunque gli si pari sul cammino verso la Luce di Distruzione e verso suo padre. Quando il padre gli muore sotto gli occhi si sente così tanto di friggere che decide di dedicarsi esclusivamente a Lyra. Durante la storia la sua fedina penale si sporca in maniera esponenziale. Analizziamola insieme:
  1. Duplice omicidio colposo (i due omoni)
  2. Occultamento di cadavere (i due omoni)
  3. Violazione di proprietà privata (il motel di Cittagazze)
  4. Ancora omicidio colposo (il ninja)
  5. Furto con scasso (la casa di Sir Francis)
  6. Strage colposa (la battaglia contro l'esercito del Magisterium)
  7. Vari ed eventuali furtarelli (tutte le colazioni, i pranzi, le cene e gli snack)
  • Mary Malone: una 30enne ex-suora, che ha deciso di dedicarsi alla scienza per nonsisaquale motivo. Studia le Particelle Ombra - Particelle di Rusakov - Polvere insieme ad una equipe di scienziati pazzi e squattrinati. Appicca un incendio alla Facoltà di Fisica di Oxford.
  • Sergente John Parry: ufficiale della Royal Navy mandato in missione al Polo Nord. È incappato in un varco dimensionale e da quel giorno ha fatto capolino fra i mondi, fottendosene altamente della famiglia. È stato ammazzato da una strega con cui ebbe precedentemente una relazione. Il suo nome in codice negli altri mondi era Stanlius Grumman.

[modifica] Curiosità

Icona scopa.png
L'abuso della sezione «Curiosità» è consigliato dalle linee guida di Nonciclopedia.

Però è meglio se certe curiosità te le tieni pe' ttìa... o forse vuoi veder crescere le margherite dalla parte delle radici?

  • La Miracle Blade si dichiara non imputabile per tutti i reati compiuti con Bob La Lama Sottile.
  • La Lama Sottile può affettare tutto[3] tranne che un pomodoro.
  • La Lama Sottile è realmente esistita. Attualmente è nel portacoltelli in radica di noce di Chuck Norris.
  • Ci domandiamo ancora come un uomo possa tenerne in scacco 500 con sole 10 munizioni in canna.
  • La Marvel Comics si è ispirata alla Lama Sottile per creare il personaggio di Wolverine.
  • In tutti i mondi visitati da Will e Lyra non c'è ombra della Madama.

[modifica] Voci correlate

[modifica] Note

Cioè, stai davvero leggendo le ♪♫note♫♪?! Pazzesco...
  1. ^ So che non ci state capendo un'acca di tutti gli spostamenti interdimensionali, ma che ci volete fare se la mente di Pullman è così contorta...
  2. ^ Ma questa è un'altra storia.
  3. ^ Compreso il pene di Rocco Siffredi
Strumenti personali
wikia