La bella e la bestia

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

La bella e la bestia manga.jpeg

Scena da "La bella e la bestia" vista da una fungirl.

Logo di Wikipedia sballonzolante.gif
Per quelli che non hanno il senso dell'umorismo, su Wikipedia è presente un articolo in proposito. La bella e la bestia (film 1991)
Quote rosso1.png Chi avrebbe mai potuto amare una bestia? Quote rosso2.png

~ Morale del film: se sei brutto, fai schifo.

La bella e la bestia è un film d'animazione della pseudo-nazi-produttrice Disney. La storia riprende quella di una favola che nessuno conosceva, e nessuno l'ha conosciuta perché adesso che c'è il film a nessuno importa più della sua esistenza.

Questo film è stato l'unico film d'animazione ad essere stato nominato agli Oscar, dove ha effettivamente vinto le statuette per la colonna sonora e il minor numero di messaggi subliminali in un film Disney.

Nel 2002, in barba a Guerre Stellari, è stato scelto insieme al Re Leone per essere preservato nel tempo: la bobina originale è stata difatti spedita sulla luna.

[modifica] Trama

Stop hand.png
Attenzione, da qui in poi questo articolo contiene spoiler.

Gli spoiler rendono il testo più aerodinamico aumentandone la velocità, quindi attenzione ai colpi d'aria.

Belle balla.PNG

L'inizio del film: Belle che fa la lap-dance per un vecchio pervertito.

Lumiere e Bella.jpg

A circa tre quarti del film, Lumiére diventa gigantesco e Belle si mette i pattini per girare per il castello.

Molto tempo fa, un principe egoista e viziato di nome Emanuele Filiberto di Savoia viveva in un bel palazzo tra mille agi. Una notte, durante un temporale, un'italiana anziana venne a chiederle riparo, offrendo di pagare in natura l'ospitalità. Il principe, disgustato, cacciò la vecchia putrida in malo modo: fu allora che la vecchia si rivelò una figa da paura, con un seno grande otto volte le ginocchia. Il principe si scusò e accettò l'ospitalità, in particolare al pagamento in natura, e fu allora che la donna, disgustata, gli diede la rosa con cui intendeva pagarlo. Poi lo maledisse, punendolo per non aver saputo guardare oltre le apparenze: gli diede il mento di Peter Griffin, i capelli di Silvio Berlusconi e il grasso di Giuliano Ferrara. Applicò poi le due corna di tua madre e lo rese una bestia orrenda. Poi, trasformò in oggetti tutto il personale del castello: tra questi ricordiamo Delìries, la bella concubina tramutata in vibratore e il povero Fernando, divenuto il cesso che già un po' era. Per spezzare l'incantesimo, il principe avrebbe dovuto stuprare una verginella entro il suo ventunesimo compleanno. Il tempo passa, e nulla accade.

In un paesino vicino vive Bella Swan Belle, una ragazza che è Belle di nome e di fatto (se escludiamo l'orrido accento francese del nome). Belle è una santarellina vergine che adora leggere i libri della saga di Twilight, e sogna di vivere mille avventure come i personaggi del libro: insomma, una bimbaminkia troppo cresciuta. Sempre nel paese vive Gaston, un forte e presuntuoso uomo del villaggio talmente presuntuoso da aver avuto su Nonciclopedia una pagina tutta sua prima di questa pagina sul film. Gaston è muscoloso, ma ha un pene minuscolo e soprattutto è sborone e ridicolo. No, scusate, è sborone e ridicolo e soprattutto ha un pene minuscolo.

Mentre Belle acquista i libri dall'anziano bibliotecario pagandolo con spettacoli di lap-dance, suo padre Maurice progetta una macchina incredibile: la prima rudimentale versione del Motore a gatto imburrato, che consisteva in una grossa stufa dentro il quale il gatto, con un toast imburrato legato alla schiena, girava su se stesso dandogli energia. Si dimostra comunque difettosa: il calore della stufa fa sciogliere il burro e, senza uno dei principi di funzionamento di questo motore, il gatto cade nella stufa e muore arrostito di una morte lenta e dolorosa. In ogni caso Maurice si procura sempre un sacco di gatti. Intenzionato a mostrare questa sua invenzione alla fiera della scienza in Perù, Maurice parte col cavallo e si dirige verso la parte più buia e mostruosa della foresta (senza una vera ragione, è solo un coglione). Viene ovviamente aggredito da un branco di lupi famelici e cerca riparo in un vecchio castello abbandonato. Qui fa conoscenza di alcuni oggetti viventi e dotati di intelletto, come l'orologio Tockins, la teiera Mrs. Bric o il candelabro Lumiére. Poi incontra un mostro gigante che lo fa prigioniero e che tenta di abusarne sessualmente. Però il mostro scopre che l'anziano non è vergine e si arrende subito.


Belle va alla ricerca del padre e per puro caso[citazione necessaria] lo trova subito. Si fa imprigionare al posto del padre, ma pian piano la sua condizione diviene di ospite: la gente del castello e la Bestia stessa spera che possa spezzare l'incantesimo, quindi viene ben trattata. La Bestia ammicca ad avere rapporti con lei, ma lei si rifiuta e la Bestia come un idiota attende che la partner sia conseziente.


Nel frattempo Gaston canta una fichissima canzoncina di quanto sia bello, bravo e furbo.


La svolta la si ha quando Belle scopre che il padre sta male: si è preso l'influenza suina, l'aviaria , il virus di MSN, l'epatite A-B-C, la cazzolite acuta ecc. ecc. Belle tenta così di andare a soccorrerlo, ma la Bestia si anfratta all'ingresso e riesce a dargli una botta e via. Ma la magia non si spezza: buco sbagliato.


Gaston parte così all'attacco, nel tentativo di uccidere la Bestia, con l'intero villaggio. Gli oggetti del castello si difendono strenuamente, ma la Bestia e Gaston finiscono per fronteggiarsi sulla cima del castello che da sul vuoto. Ovviamente. Lo scontro è lungo e ricco di suspence, ma se ve lo volete vedere tutto andate su Wikipedia, che qualche sfigato/a l'ha riscritto in ogni minimo dettaglio. Il succo è che la Bestia tenta di stuprare anche Gaston, ma questo coraggiosamente si difende e muore eroicamente cadendo dal dirupo dopo aver ferito l'assalitore. O almeno, così l'ha raccontata lo schiavo di Gaston. La Bestia muore, ma Belle riesce prima a dire: Ti amo., e ad avere un rapidissimo rapporto lei-sopra-lui-sotto mentre la Bestia è in fin di vita. Così, la Bestia viene avvolta da un raggio di luce e torna un principe fighissimo (meglio dell'originale). Anche le persone del castello tornando (quasi) normali, anche se erano meglio da oggetti. Vissero tutti felici e contenti, a parte Maurice che non partecipa più alla fiera e muore povero e senza un soldo.

[modifica] Personaggi

[modifica] Belle

Belle.jpg

Belle quando diventa uno zombi, in un punto del film che così su due piedi non ricordo.

Belle è una santarellina/strafiga di un villaggio francese, caratterizzata da un'insolita passione per i libri. Come ripete più volte lungo il film, il suo libro preferito è Twilight, di cui vorrebbe imitare le gesta. Peccato che in questa storia non ci siano vampiri, ma solo una bestia orrenda e un sacco di oggetti antropomorfi. Belle è caratterizzata da un vestito giallo chiaro smagliante, che in realtà nel film indossa solo in due/tre scene. A film terminato, la ragazza ha rilasciato diverse interviste, in una di queste in particolare ha dichiarato pure che non è vergine da quasi undici anni.

[modifica] La Bestia

Bestia sorride.jpg

La Bestia in un sorriso smagliante.

La Bestia in origine era il principe Emanuele Filiberto di Savoia, viziato ed egoista: in seguito a un curioso equivoco con una fata zoccola diventa un'orrida Bestia. Nella sua camera conserva una rosa: quella donatagli dalla fata. Se entro ventun'anni non stuprerà una vergine, non tornerà mai normale: il tempo è scandito proprio dalla caduta dei petali di quella rosa, che vista dall'alto ricorda una figa. La Bestia commette qualche sciocchezza lungo il film (come non stuprare Belle immediatamente), ma alla fine torna comunque umano, stavolta gentile ed educato. Neanche lontanamente simile all'orrido principe Emanuele Filiberto di Savoia che era prima.

[modifica] Gaston

Bellegaston.jpg

Gaston mentre guarda sconcertato un libro sul Kamasutra prestatogli da Belle.

Exquisite-kfind.png Non ti basta? C'è anche GastonNon ti basta? Ci sono anche {{{2}}}

Gaston è l'uomo perfetto. Tutto ciò che è stato cercato dagli spartani, dai nazisti e dai ricercatori Oral-B per anni, ma senza successo, si è miracolosamente condensato alla perfezione nella turgida persona di Gaston. Gaston è qualsivoglia cosa che tu, misera merda, vorresti e avresti SEMPRE voluto essere, ma che non sarai mai.

[modifica] Lumiére

Lumiere.PNG

Lumiére mentre ti offre di stare con loro per cena. Avanti, che ti costa?

Lumiére è un francese che fortunatamente è divenuto un candelabro. Servo del castello, la sua mansione originale era quella di pulire il culo al principe ogni mattina, ma in seguito all'incantesimo (che, per sua fortuna, non l'ha tramutato in uno scopino del cesso) è divenuto un candelabro cabarettista con un'insolita passione per lanciare sguardi languidi a Belle ed ammiccare in modo ambiguo. Ah, e di tentare di avere rapporti con quella zoccola della cameriera divenuta uno spolverino.

[modifica] Tockins

Pendola.jpg

Tockins mentre si finge un orologio a muro.

Tockins è il tipico rompiscatole del castello, la cui originale mansione era di raddrizzare le lancette di tutti gli orologi ogni qualvolta cambiava l'ora legale. Nevrotico e rompiscatole, adesso fa solamente da sveglia al suo migliore amico Lumiére. Solitamente viene picchiato, malmenato, tirato dentro il crème caramel o gli vengono tolti centinaia di ingranaggi: ma alla fine non gli fa nulla, inspiegabilmente.

[modifica] Mrs. Brick

Mrs. Brick.jpg

Mrs. Brick una volta tornata umana.

Mrs. Brick è l'anziana badante del castello che si occupava di scaldare la tazza del tè con le mani perché al padrone arrivase caldo. Anche se è anziana, ha un figlio/tazzina, avuto da un rapporto incestuoso con un servizio di porcellana, di nome Chicco, come la marca di pannolini e segate per bambini. adora servire il tè, far bollire il tè e preparare il tè: ovviamente per nessuno, dato che gli abitanti del castello sono oggetti e la Bestia beve solo vodka.

[modifica] MESSAGGI SUBLIMINALI CERTIFICATI DAL MOIGE E IL CENTRO CULTURALE SAN GIORGIO

Il Centro Culturale San Giorgio si è prodigato, in collaborazione con il MOIGE, sotto la direttiva della semi-sconosciuta A.S.D.F. (Associazioni Scassapalle dei Film) per rintracciare messaggi subliminali anche in questo film. In poco tempo è saltato fuori questo:

Original video

Praticamente, il film Disney che sembrava più sano è in realtà una miniera di malvagi messaggi occulti, istigazioni al sesso prematrimoniale, al culto di Satana e a milioni di cazzate che questa gente ha rintracciato per noi. Per queste ragioni, sconsigliamo la visione del film a tutti.

[modifica] Curiosità

Pippo-teiera.jpg
Tarzan-teiera-ingrandimento.jpg
  • Mrs. Brick, in seguito al successo ottenuto, ha partecipato a diversi camei in film Disney, come testimoniano le foto.
  • Mrs. Brick, sulla scia del successo cinematografico, è morta per un'overdose di zucchero prima di partire per una tournee di un mese in Europa.
  • Sono più le scritte "SEX" che appaiono in questo film che in Vacanze di Natale, il che è terrificante!
  • La Bestia è ripugnante anche da umano.
  • Mrs. Brick è doppiata da Jessica Fletcher in inglese e dalla sua doppiatrice italiana in italiano. Questa spiega perché almeno Gaston muore dolorosamente alla fine del film.
  • Belle preferiva la Bestia quand'era ancora una bestia. E non c'è bisogno di spiegare perché.
Strumenti personali
wikia