L'attacco dei Giganti

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Cuscinone con immagine del Gigante Colossale

L'enorme successo della serie ha portato alla realizzazione di questi cuscini per donzelle. Del resto si sa che alle ragazze piacciono i muscoli.

Quote rosso1 Ma certo che puoi rimanere. Mikasa es tu casa. Quote rosso2

~ Eren su battute tristi.
Quote rosso1 Li eliminerò tutti da questo mondo. Quote rosso2

~ Tipica frase di qualcuno che nel capitolo successivo con ogni probabilità diventerà pappa per giganti.
Eren : Quote rosso1 Oggi è il compleanno della mamma. Devo farle la festa. Quote rosso2
Gigante dal sorriso inquietante : Quote rosso1 Tranquillo, ci ho già pensato io. Quote rosso2

L'attacco dei Giganti (進撃の巨人 Shingeki no Kyojin, lett. boh[1]) è un anime e manga divenuto famoso in Giappone per le fugaci apparizioni di Maestro Xehanort, nei panni di un sergente emulo di Hartman, e Freddie Mercury, nei panni di un Gigante a caso. In Italia invece è più noto per la presenza del Kawaii Titan, che con i suoi occhioni e l'atteggiamento da tsundere è riuscito a conquistarsi il cuore di milioni di funboy e fungirl.

Sigla

Prima di concentrarsi su qualsiasi altra cosa, ci pensa la sigla a far impennare gli ormoni degli spettatori:

Original video


Questa è probabilmente la cosa più epica che il lettore di questo articolo potrà mai sentire, quindi è meglio risentirla, stavolta completa:

Original video

Non basta? Ci sono altri formati per chi vuole gustare l'epicità in altri modi:

E così via, così discorrendo; se ancora non è abbastanza, basta farsi un giro su Facebook in quanto la sigla ha già raggiunto un livello di saturazione cancerogena come quello delle rage comics.

Trama

Stop hand
Attenzione, da qui in poi questo articolo contiene spoiler.

Una volta avevo un criceto di nome George che lesse la trama di "Bianca e Bernie nella terra dei Borghezio" prima di vedere il film e si suicidò. Quindi fate attenzione, non voglio avere altre morti pelose sulla coscienza.

Gigante Colossale si spaccia per una fata

L'astuto inganno che ha permesso ai Giganti di entrare in città. Dopotutto chi direbbe di no ad una fatina?

In un Medioevo alternativo, dove in ogni caso la tecnologia è molto più avanzata di quella del 2014, l'umanità, o più correttamente quello che ne resta, si è rinchiusa in una città fortificata protetta da tre cerchi concentrici di mura per difendersi da mostruosi esseri, chiamati semplicemente Giganti per le loro dimensioni variabili, che per motivi non tanto chiari ce l'hanno tanto con loro.
Eren, Mikasa ed Armin sono dei ragazzini che abitano nella prima cinta muraria, e passano le loro giornate bighellonando. Il loro bighellonaggio non è comunque destinato a durare a lungo, infatti un giorno come tanti un Gigante dalle dimensioni anomale troverà il modo di far entrare i suoi compagni nella prima cinta muraria. In mezzo al guazzabuglio generale Eren perderà la madre, evento che lo porterà a giurare[2] che un giorno

Wikiquote
«Li eliminerò tutti da questo mondo.»

Molti anni passarono ed Eren, dopo aver passato qualche anno ad addestrarsi con i suoi amici in un campo militare, è pronto a sterminare ogni singolo Gigante che incontrerà, sfiga vuole che venga mangiato da un Gigante barbuto e panzone per salvare l'amico Armin che, avendo scambiato il Gigante per Babbo Natale, si era fermato davanti a lui per consegnargli la letterina dove aveva scritto cosa gli sarebbe piaciuto ricevere quell'anno (ovvero un paio di testicoli funzionanti).
Mentre Eren viene digerito accade il miracolo: lui stesso si trasforma in un Gigante. Grazie al suo nuovo potere Eren si convince della possibilità di far estinguere la razza dei Giganti, convinzione che rimarrà fino a quando qualcuno non si deciderà a ricordargli la presenza di un Gigante di 60 metri.

Conclusione

Secondo attendibili fonti giapponesi L'attacco dei Giganti dovrebbe finire più o meno così:

Presunto finale de L'attacco dei giganti

Che dire... Sarebbe comunque un finale migliore di quello di Toradora.

OKAY
Spoiler
La trama è finita, leggete in pace.


Personaggi

L'attacco dei Giganti - Eren colpisce un Gigante

Ora sappiamo perché Eren ce l'ha tanto con i Giganti.

Eren Jaeger

Soprannominato amichevolmente[mica tanto] "Lo stronzo che ha tanta fretta di morire", è il protagonista sborone nonché un inguaribile ottimista, essendo veramente convinto di essere in grado poter battere i Giganti con le sue sole forze. Una persona normale pensandoci capirebbe subito che esseri così grandi non si possono certo sconfiggere da soli, e che uno solo di quelli metterebbe in difficoltà anche un gruppo di soldati ben addestrati, ma lui no, per imparare la lezione dovrà necessariamente rimetterci un braccio e una gamba, cosa che gli avrebbe garantito un futuro alla Edward Elric se non fosse che subito dopo si è ritrovato nello stomaco di un Gigante[3]. Dato che lui è il protagonista e che questo non è un libro di George R.R. Martin, il ragazzo riuscirà a scampare alla morte grazie ad un power up consistente nella trasformazione in uno di quegli esseri tanto odiati e su cui aveva gettato merda per tanto tempo, che in ogni caso paragonato ad altri che verranno rivelati in seguito non sarà nulla di che. Com'è possibile che Eren possa trasformarsi in Gigante? Ottima domanda, forse c'entrano in qualche modo le varie droghe di cui lo imbottiva il padre in tenera età e di cui sembrerebbe non ricordare nulla. Ciò che è certo è che il laboratorio del padre, di cui ha peraltro la chiave, risponderebbe ad un sacco di domande se soltanto si decidesse ad andare a visitarlo, peccato che lui se la prenda molto comoda in quanto più interessato a fare a pezzi i Giganti.

He likes: uccidere i Giganti; autoconvincersi che un giorno li farà estinguere.
He doesn't like: i Giganti; le siringhe del padre.
Frase ripetuta fino al vomito: io un giorno li cancellerò tutti da questo mondo! (detto mentre un Gigante mastodontico è alle sue spalle e lui manco se n'è accorto).

Mikasa Ackermann

Mikasa sboccata

La dolce Mikasa in tutta la sua pacatezza.

La sorella adottiva di Eren con la stessa emotività di Ikaros che ama distinguersi dalla gente comune per il fatto che se ne frega di tutto ciò che le sta intorno o di cosa pensi la gente di lei.
Tutti sognano di essere apprezzati e accettati dagli altri.
Tranne Mikasa.
A Mikasa non gliene frega un cazzo.
Infatti la sua unica preoccupazione nella vita è sempre e solo la salute del fratello, avendo per lui dei non troppo velati interessi sessuali. Essendo infatuata del fratello ovviamente è gelosissima che questi possa avere altre donne che gli girano intorno, motivo per cui parteciperà alla cattura di Annie. Sì, parteciperà alla cattura di Annie non perché questa ha ingannato tutti e fatto a pezzi decine di soldati trasformata in Gigante, ma semplicemente perché voleva portargli via Eren.

She likes: Eren; la sua sciarpetta rossa che indosserebbe anche se non c'azzeccasse un cazzo col resto dell'abbigliamento e se ci fossero 58 gradi all'ombra.
She doesn't like: i Giganti; Annie.
Frase ripetuta fino al vomito: Eren...

Armin Arelet

Eren e Armin

Altre cose che a Eren piacciono: far frignare Armin sputtanandone i segreti imbarazzanti.

Il tipico personaggio dal sesso incomprensibile presente in ogni manga/anime, e che tale sarebbe rimasto se non fosse che Eren e Mikasa hanno speficato più volte che si tratta di un maschio. Amico d'infanzia di Eren e Mikasa, questo personaggio sul campo è, incredibile a dirsi, addirittura più inutile di Eren in quanto nelle rare occasioni che si troverà di fronte ad un Gigante, oltre a non fare niente se non starsene fermo a piagnucolare, verrà salvato da qualcuno che probabilmente ci rimetterà qualcosa. È l'artefice involontario del risveglio dei poteri di Eren, che per salvarlo verrà pappato al posto suo. Fosse riuscito a farlo morire avrebbe finalmente fatto qualcosa di buono nella sua vita e sarebbe stato il personaggio più amato dai fun, purtroppo Eren si salva ergo continua a rimanere un personaggio totalmente inutile. Il massimo che si può dire a suo favore è che l'unico a distinguere un Gigante da un umano trasformato. Ovvero, se un Gigante si dimostra fin troppo sveglio e preferisce una bel panino al prosciutto ad un timballo di carne umana è palesemente un umano.

He likes: frignare.
He doesn't like: i Giganti[4].
Frase ripetuta fino al vomito: Mi sento così inutile... Sono inutile... Buaaaaaaah! Sigh! Sigh!

Giganti

Attacco-dei-giganti

L'orribile destino che attende coloro che non sono riusciti a sfuggire ai Giganti.

Praticamente i veri protagonisti, difatti l'intelligenza media degli umani porta a tifare spesso e volentieri per questi esseri. Non ci è dato sapere chi siano e da dove provengano, si sa solo che un giorno apparvero all'improvviso e cominciarono a mangiare le persone. Le più recenti teorie degli scienziati affermano che la loro comparsa sia da attribuire a certi fagioli. I Giganti si presentano come umanoidi dall'altezza variabile con delle facce che sembrano uscite da una creepypasta, totalmente privi di anatomia e con la capacità di rigenerare ogni parte del corpo persa, parrebbe inoltre che mangino le persone per semplice ingordigia, essendo privi di un apparato digerente. Per il resto domande essenziali quali come si riproducano, a cosa sia dovuta l'altezza e cos'hanno fatto gli umani per farli incacchiare così ancora non hanno una risposta, probabilmente perché l'autore sta cercando la soluzione migliore tra le tante seghe mentali che i fun postano sui forum. Attualmente esistono tre tipi di Gigante, e a meno che l'autore non ne faccia spuntare fuori un nuovo tipo in seguito all'uso di droghe pesanti, sono:

  • Giganti standard: i Giganti più comuni, con un'altezza che va dai 3 ai 15 metri. In presenza di umani il loro comportamento è paragonabile a quello di uno zombi in un negozio di cervelli: insegui, afferra e mordi. Nonostante la loro intelligenza sia identica a quella di un sasso la maggior parte degli umani troverà sempre un modo per farsi fare a pezzi da loro, che nella maggior parte dei casi consiste nel rimanere a fissarli con uno sguardo da ebete dopo essersene trovati uno davanti.
  • Giganti dal comportamento bizzarro: Giganti che si differenziano dai precedenti per le facce disegnate nel modo più ridicolo possibile e per comportamenti anormali come il cercare di dimostrare che 2+2=5 o giocare a Final Fantasy VIII senza addormentarsi.
  • Umani trasformati: ebbene sì, esistono altri umani capaci di trasformarsi in Gigante come fa Eren e con il medesimo metodo di trasformazione, solo che a differenza sua non aiutano gli umani.

Esempi di giganti dal comportamento bizzarro

Delle immagini valgono più di mille parole.

Curiosità

Icona scopa
L'abuso della sezione «Curiosità» è consigliato dalle linee guida di Nonciclopedia.

Contribuisci a scop migliorarla disintegrando le informazioni nel corpo della voce e aggiungendone di inappropriate

  • La traduzione esatta di Kyojin sarebbe Titano, dato che i mostri antagonisti hanno in comune con i Titani della mitologia l'avere tutti un aspetto differente. La Planet Manga decise di tradurla in Gigante perché Titano era una parola troppo colta per l'italiano medio.
  • In questo anime il popolo giapponese si è estinto. Questo lo rende il primo anime apprezzato dai nippofobi.
  • Nonostante il suddetto popolo si sia estinto, tutti, ma proprio tutti, i personaggi parlano giapponese.
  • Non è molto chiaro perché, vista la tecnologia avanzata, a nessuno è mai venuto in mente di costruire macchinari volanti o per scavare sotto terra.
  • Quest'anime ha molti più personaggi, ma dato che ne muoiono a decine un episodio sì e l'altro pure l'autore si è limitato a descrivere quelli che è palese non moriranno mai.
  • Eren porta sfiga, con la sua sola presenza qualcuno è destinato a schiattare. Per fare qualche esempio:
  1. Eren va a trovare Mikasa insieme al padre. I genitori di lei vengono uccisi;
  2. Eren è in città. I Giganti entrano in città e uccidono un sacco di persone tra cui sua madre;
  3. Eren è nel gruppo di Levi. Annie uccide tutti.
La signora in giallo a confronto è una dilettante.
  • Nonostante non si sia mai vista una singola volta fare dell'attività fisica, Mikasa ha degli addominali degni di un palestrato.
  • Armin sostiene di aver scoperto che il Gigante Femmina era in realtà una persona in quanto ha reagito sentendo il soprannome di Eren. E fin qui tutto ok, ma come si spiega per il Gigante Colossale e il Gigante Corazzato?
  • I Giganti non possono digerire. Però hanno uno stomaco con tanto di succhi gastrici.
  • Il Kawaii Titan ha molte più fanart dei protagonisti.
  • In realtà i Giganti vogliono solo fare amicizia. L'unico motivo per cui qualcuno ci resta secco è perché sono maldestri.
  • La sciarpa di Mikasa non puzza mai, nonostante se la sia tenuta constantemente per più di sei anni.
  • Sebbene Annie abbia dimostrato che per attivare la trasformazione in Gigante sia sufficiente un taglietto, Eren continuerà comunque a mordersi la mano causandosi ogni volta copiose perdite di sangue. Ma quanto è coglione?

Note

Cioè, stai davvero leggendo le ♪♫note♫♪?! Pazzesco...
  1. ^ Sicuramente non il titolo italiano.
  2. ^ Come tutti del resto.
  3. ^ Ma in ogni caso anche mentre veniva sommerso dai succhi gastrici non riuscirà a fare a meno di dire che li avrebbe uccisi tutti.
  4. ^ Anche lui? Incredibile!

Voci correlate

Collegamenti esterni

Strumenti personali
wikia

Utente:Mufufu/Diario di bordo