L'onore e il rispetto

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

(Differenze fra le revisioni)
(Creata pagina con '{{incostruzione|smithmeister}} '''''L'onore e il rispetto''''' è la nuova frontiera delle fiction italiane sulla mafia. La trama è condita da un'amatriciana di traumi infa…')

Revisione delle 12:40, set 21, 2009

Segnaletica lavori
ATTENZIONE: pagina in costruzione

L'appalto per la costruzione della pagina è stato vinto dall'utente smithmeisterdisc. Se vuoi vincere anche tu il tuo appalto, corrompi i commissari in questa pagina. Sei pertanto obbligato a non invadere il cantiere del suddetto utente e a smammare quanto prima.
P.S.: è inutile appellarsi al solito "Lei non sa chi sono io", perché quelli come lei li trattiamo tutti allo stesso modo, ovvero come nullità.
Ultima modifica: 21 settembre 2009, 12.40

ATTENZIONE! Sono passati più di sette giorni dall'ultima modifica! Cosa fai, dormi?

L'onore e il rispetto è la nuova frontiera delle fiction italiane sulla mafia. La trama è condita da un'amatriciana di traumi infantili, traumi preadolescenziali, traumi nelle relazioni affettive, traumi sulla carriera lavorativa, traumi familiari e da una traumatica ma ricca rete di scopecchiamenti vari, incesti e gravidanze inaspettate. Tutto nuovo insomma agli occhi del telespettatore italiano.

È anche curioso far notare come Salvatore Samperi, regista ed ideatore della serie, sia traumaticamente morto prima della traumatica messa in onda de L'onore e il rispetto - Parte seconda.


Logo di Wikipedia sballonzolante
Per quelli che non hanno il senso dell'umorismo, su Wikipedia è presente un articolo in proposito. L'onore e il rispetto

Trama iniziale

1956, i Fortebracci, umile famiglia siciliana, si trasferiscono a Torino con la speranza di trovare la felicità e una vita migliore. Illusi.

  • Pasquale, il padre, sotto consiglio di Pippo o'calabrese, apre un negozio di elettrodomestici a Torino, comprando all'ingrosso il materiale da Pippo stesso. Pasquale, per comprare gli elettrodomestici da vendere in negozio, si indebiterà a tal punto da non riuscire nemmeno ad assicurare la propria attività. Rimarrà immischiato in mezzo ad una truffa ordita da Pippo o'calabrese, che deruberà il negozio del materiale venduto da lui stesso e che appiccherà fuoco al locale. Pasquale, ritrovatosi con più debiti di quanti ne avrebbe Baldini dopo una partita di poker, si suiciderà come un povero coglione;
  • Ersilia, la madre, impazzirà dal dolore in seguito alla morte del marito e verrà rinchiusa in manicomio. Appena riuscirà a liberarsi dalla camicia di forza, verrà brutalmente investita da un tir;
  • Santi, il figlio minore, se ne strafregherà dei traumi familiari e conseguirà la laurea in giurisprudenza con successo;
  • Tonio, il figlio maggiore, smaschererà la truffa ordita da Pippo o'calabrese e deciderà di privarlo dell'onore e del rispetto, sbattendosi sua figlia Melina fino a metterla incinta. Dopodichè abbandonerà la ragazza gravida a se stessa e Pippo, trovatosi con la figlia disonorata, verrà schifato da tutti come un lebbroso.
Strumenti personali
FANDOM