L'onore e il rispetto

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

L'onore e il rispetto è la nuova frontiera[ma anche no] delle fiction italiane sulla mafia. La trama è condita da un'amatriciana di traumi infantili, traumi preadolescenziali, traumi nelle relazioni affettive, traumi sulla carriera lavorativa, traumi familiari e da una traumatica ma ricca rete di scopecchiamenti vari, incesti e gravidanze inaspettate. Tutto nuovo insomma agli occhi del telespettatore italiano.[1]

È anche curioso far notare come Salvatore Samperi, regista ed ideatore della serie, sia traumaticamente morto prima della traumatica messa in onda de L'onore e il rispetto - Parte seconda.


Logo di Wikipedia sballonzolante.gif
Per quelli che non hanno il senso dell'umorismo, su Wikipedia è presente un articolo in proposito. L'onore e il rispetto

[modifica] Trama iniziale

1956, i Fortebracci, umile famiglia siciliana, si trasferiscono a Torino con la speranza di trovare la felicità e una vita migliore. Illusi.

  • Pasquale, il padre, sotto consiglio di Pippo o'calabrese, apre un negozio di elettrodomestici a Torino, comprando all'ingrosso il materiale da Pippo stesso. Pasquale, per comprare gli elettrodomestici da vendere in negozio, si indebiterà a tal punto da non riuscire nemmeno ad assicurare la propria attività. Rimarrà immischiato in mezzo ad una truffa ordita da Pippo o'calabrese, che deruberà il negozio del materiale venduto da lui stesso e che appiccherà fuoco al locale. Pasquale, ritrovatosi con più debiti di quanti ne avrebbe Baldini dopo una partita di poker, si suiciderà come un povero coglione;
  • Ersilia, la madre, impazzirà dal dolore in seguito alla morte del marito e verrà rinchiusa in manicomio. Appena riuscirà a liberarsi dalla camicia di forza, verrà brutalmente investita da un tir;
  • Santi, il figlio minore, se ne strafregherà dei traumi familiari e conseguirà la laurea in giurisprudenza con successo;
  • Tonio, il figlio maggiore, smaschererà la truffa ordita da Pippo o'calabrese e deciderà di privarlo dell'onore e del rispetto, sbattendosi sua figlia Melina fino a metterla incinta. Dopodichè abbandonerà la ragazza gravida a se stessa e Pippo, trovatosi con la figlia disonorata, verrà schifato da tutti come un lebbroso.

[modifica] Personaggi

[modifica] Personaggi principali

Puzzle-papocchio.png
Questa sezione è incompleta o troppo corta. È probabile che il suo autore abbia pippato troppi gatti e sia svenuto prima di completarla. Se puoi, contribuisci adesso a migliorarla secondo le convenzioni di Nonciclopedia.

[modifica] Tonio Fortebracci

Interpretato da Gabriel Garko, rimane uno dei protagonisti indiscussi della serie. Ragazzo irrequieto e scapestrato, abbandonerà la via della rettitudine per svaligiare banche, rubare autoradio, assaltare treni e razziare figa e bestiame. Comincerà con l'ingravidare Melina, la figlia del già citato Pippo o'calabrese, per poi intraprendere la carriera mafiosa con tenacia e convinzione. Più o meno ci metterà due puntate e si troverà paradossalmente già a sedere ai tavoli dei boss di Cosa Nostra. Si sposerà con Olga, che le darà un figlio tanto per cambiare, ma la vedrà crepare in un incidente nella seconda serie. Distrutto dall'avvenimento, si costituirà ed andrà in carcere, ma una volta lì verrà a conoscenza del fatto che il figlio ed il fratello sono morti in seguito ad un attentato mafioso e, nuovamente lacerato dal dolore, uscirà di prigione con l'intento di ammazzare tutti quanti.

[modifica] Santi Fortebracci

Interpretato da Giuseppe Zeno è il fratellastro di Tonio e in comune hanno solo questo: sono figli della stessa cavalla e hanno entrambi un istinto omicida e vendicativo che in Santi occupa la percentuale dello 1 % + 0 - 1. Nonostante si dia molto da fare per apparire secchione e una brava persona conseguendo la laurea insieme a Checco Zalone e imparando grazie a lui i segreti del mestiere, indubbiamente è il personaggio migliore per il recente concorso della Red Bull che oltre alle ali gli ha messo anche le corna. Inizialmente si fa Olga, altra importante equina, ma viene scaricato subito dopo per mancanza di sostanza e poi sposa Melina ( che lo farà cornuto nella seconda serie)confondendola alle nozze di Canna, in cui trasforma l'acqua in oppio. Da lei eredita un figlio e una figlia legittimamente impropri. Nella seconda parte ha un incontro "Fortunato" da cui da vero coglione si fa centrare al tiro al bersaglio in un gay-pride dove istruiva il figlio di Tonio che purtroppo ci lascia le penne. Leggendario portatore di figa e di sfiga, verrà ricordato come un uomo-corn....ehm toro da tutti i suoi conoscenti.

[modifica] Olga Aiort

(il cognome si legga al contrario)

È la putt... cioè la brava ragazza della serie tutta casa e chiesa (il problema è il percorso che fa tra la casa e la chiesa). La madre è la classica suocera rompicoglioni di tutti i film merdaset pardon mediaset[2], ottenuta durante un esperimento su la strega di Hansel e Gretel e Rita Savagnone (chi cazzo è direte voi) e purtroppo i geni della strega sono stati tutti annullati, il padre si è visto una volta sola e da quello che abbiamo potuto notare è un rincoglionito, quindi che figlia poteva uscire secondo voi? Un capolavoro misto tra la svampita Riccioli d'oro e tutta la famiglia Addams da far invidia persino a Brutta di Twilight (leggi Tualett). Dopo aver fatto regali a tutti i personaggi maschili della serie, la nostra bellissima ragazza (naturalmente si fa per dire) prende la decisione di sposare Tonio Fortebracci che le dichiara il suo amore puntandole una pistola in gola. Nella seconda serie crepa in una gara di cart contro Super Mario lasciando al marito un dolce bimbo alieno, frutto di una relazione con Homer Simpson e Peter Griffin, tanto per cambiare.

[modifica] Melina Bastardelli

Con lei si chiude il quadrato. Rappresenta la ragazzina ingenuotta e piagnucolosa che nessuno si accollerebbe mai (in pratica è la ragazza giusta per te)! Anche lei come Olga si scopa entrambi i fratelli Fortebracci: prima si fa mettere incinta da Tonio ma dopo essere stata sedotta e abbandonata, ripiega su Santi e fa un figlio anche con lui. Nella seconda serie ha anche una scappatella con suo cugino. Alla faccia della ragazza ingenua! Dopo la morte di Santi torna dal fratello cattivo, prima ancora che venisse fatto il funerale al marito (evidentemente la donna non aspettava altro che liberarsi di quel coglione che invece di soddisfarla pensava solo al suo cazzo di lavoro)! Come tutti crepa anche lei nella terza serie saltando in aria con suo figlio (il figlio di Santi), mentre l'altra figlia si salva con lo zio/padre Tonio.

[modifica] Altri personaggi

Inutile inserirne altri tanto sono morti tutti...Ops ho fatto uno spoiler!

[modifica] Curiosità

La fiction può anche essere considerata la versione umana di Ken il guerriero, in quanto tutti i personaggi (buoni, cattivi, donne, vecchi, bambini, neonati non c'è differenza) che hanno la sfortuna di entrare in contatto con il protagonista o di nominarlo soltanto, crepano dopo circa mezzo episodio. Inoltre Tonio oltre ad essere uno sciupafemmine proprio come l'uomo dalle sette stelle, è anche immortale: non importa quanti proiettili gli spariate addosso o quante bombe gli lanciate contro, ne uscirà sempre indenne addirittura rinvigorito pronto a sfidarvi nuovamente col suo sorriso fotogenico!

[modifica] ♫♪♫♪ Note ♫♪♫♪

Cioè, stai davvero leggendo le ♪♫note♫♪?! Pazzesco...
  1. ^ Vedasi Beautiful, Tempesta d'amore e Topolino.
  2. ^ Vedasi Cesaroni, Beautiful, Il peccato e la Vergogna e ogni film merdaset
Strumenti personali
wikia