Karl Marx

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Karl Marxred Da Nonciclopedia, l'enciclopedia senza Proprietà privata

Pukinattable
SЦA ЭCCЭLLЭИZA LO ZAЯ PЦTIИ I

approva questo articolo e
OЯДIИA
a tutti i suoi fedeli sudditi di leggerlo e farlo leggere, inoltre
COMAИДA
a tutti gli agenti del КГБ in missione all'estero
di diffondere questo articolo tra la popolazione del luogo.


Marx1

Karl Marx

Quote rosso1 Ebreo! Quote rosso2

~ C.C.S.G su Karl Marx
Quote rosso1 Presto morirà, e se è già morto lo resuscito e lo uccido di nuovo! Quote rosso2

~ Omino Silvio su Karl Marx
Quote rosso1 Non entrerei mai in un club che accettasse tra i suoi soci gentaglia come me Quote rosso2

~ Karl Marx su sé stesso
Quote rosso1 Marx, momento di vero godimento Quote rosso2

~ Famoso Spot su Karl Marx
Quote rosso1 Buona merenda Signore Quote rosso2

~ Usciere a Karl Marx mentre entra in un asilo
Quote rosso1 Ma davvero hanno creduto a tutte queste stronzate sulla comunione dei beni? Quote rosso2

~ Karl dopo una conferenza stampa
Quote rosso1 Signore ha dimenticato il microfono acceso Quote rosso2

~ Giornalista a Karl Marx
Quote rosso1 Oh minchia... Quote rosso2

~ Karl Marx al Giornalista


Karl Marx era un cabarettista giapponese vissuto nell'epoca Kazzumosho, che a tempo perso si occupava di lavoro minorile. Viene spesso scambiato per suo fratello Groucho o per suo cugino Babbo Natale, anche da morto.

[modifica] Biografia

Karl Marx (in Italiano, Carlo Marxi) il quarto, il più bello, il più intelligente e il più comunista dei fratelli Marx è nato a New York City il 1666 A.P. (avanti Popolo) da immigrati ebreo-tedeschi e si è subito dato alla filosofia, alla musica e alle droghe nel Village, assieme a tanti altri debosciati beatniks, fra i quali il suo degno compare Engels, cugino minore del ben più noto filosofo e poeta underground Hegel.

Marx payne

Ecco Marx, in un celebre videogioco in cui uccide i luridi capitalisti americani

Suoi passatempi furono l'architettura (ha progettato, tra l'altro, la città di Taranto) e le donne. Ebbene sì, come sventrapassere non se la cavava male.

Affascinato dal mito dei feroci Alieni Comunisti, presenti da milioni di anni sulla Terra e in perenne attesa di invaderla definitivamente, durante l'Independence Day, scrisse un testo allucinato e scombinato, forse anche a causa delle sue continue assunzioni di pastiglie come LSD, Ecstasy, Aspirina, Momendol, ma di tal forza espressiva da diventare in breve tempo un best seller, apprezzato soprattutto dal mondo bolscevico: Il Capitale.

Altro suo successo letterario - per il quale l'editore gli pagò fior di bigliettoni - fu un testo delirante, scritto sotto l'influsso della LSD e della musica psichedelica del trombettista Nini Rosso, intitolato Manifesto del Partito Comunista, in cui Marxy (come lo chiamava abitualmente il suo socio Engels) cercava disperatamente di tradurre in ideologia, applicando il metodo scientifico(?), le sue ricorrenti allucinazioni post-prandiali.

Prima di concludere la sua vita, basandosi su ricerche personali, pubblicò un nuovo libro: "Petare è divertente solo se lo scorreggio si sente!": la tesi del libro si può così sintetizzare:

  • I comunisti saranno trattati male perché tali
  • I comunisti si meritano tutto il male e ne sono la causa.
  • Chiunque, quando muove una qualunque critica a chiunque, è un comunista.
  • Chi non salta è comunista.
  • Gli scherzi da prete non fanno ridere nemmeno i comunisti.
  • Falce e martello: ha rotto l'uccello.

Da quell'ultima riflessione, relegata all'epilogo del libro, Marx trasse le idee per un successo di critica e di pubblico: Babbo Natale. Infatti molti ignorano le affiliazioni del vecchio Santa Claus, vero nome del Babbo, al comunismo, ma alcuni segni sono evidenti:

Marx, a oggi, gode dei diritti d'autore del Babbo più natalizio.

Marx è inoltre noto tra i più piccoli in quanto ha cercato di oscurare il famoso programma televisivo "Bear nella grande casa blu" a causa di una violaziona della proprietà privata

Morirà in assoluta povertà in un cottage nei pressi di Cortina, prima dello scoppio della Guerra dei Mondi e prima della Rivoluzione d'Ottembre.

[modifica] Frasi celebri

  • "L'oppio è la religione degli atei"
  • "L'oppio è l'oppio dei popoli"
  • "La colla è l'oppio dei poveri"
  • "I popoli sono l'oppio della religione"
  • "minecraft è l'oppio dei nerd"
  • "Marx è l'oppio dei comunisti"
  • "I comunisti sono l'oppio di Marx"
  • "L'oppio è l'oppio dei tossicodipendenti"
  • "I tossici sono l'oppio della mafia"
  • "La Scienza è l'oppio degli atei"
  • "L'oppio è l'oppio dell'oppio."
  • E non dimenticate: "LA LOTTA CONTINUA!!


Strumenti personali
wikia