Julio Iglesias

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Julio Iglesias

Julio "Er Piacione" Iglesias, timida imitazione spagnola di Franco Califano

Quote rosso1 Per le estrade di Madrid in bicicletta/ si estacca el sellinooooooo/ ahi che dolòòòòòrrrr! Quote rosso2

~ Julio Iglesias canta il brano "Ahi che ddoloooorrrr!"
Quote rosso1 Ammmmantii, ti penserò neanche per un mommmmmentooo, quando ti seppellirò dentro il cemmmmmentoo... Quote rosso2

~ Julio Iglesias canta il brano "Ammmmanti"


Julio Iglesias è un ex-calciatore, ex-attore, ex-cantante, ex-marito, ex-sciupafemmine spagnolo. Come calciatore non lo ricorda nemmeno il suo allenatore, il suo unico film l'hanno visto solo la prima moglie e sua madre. Come cantante ha avuto un discreto successo, ma le sue fan sono quasi tutte morte di vecchiaia.
Era considerato un vero sex symbol alla fine degli anni '70. Nell'immaginario collettivo femminile, era l'uomo con il quale avrebbero tradito il proprio marito il 36% delle casalinghe italiane.
A queste ultime, posta la domanda: "Ma l'avreste fatto anche con Alvaro Vitali?", il 97% rispondeva "hai voglia!!" e il 3% aggiungeva "...pure con Jimmy il Fenomeno".

Quote rosso1 « Me lo ricordo come fosse ieri, Iniesta è stato un grande campione!! » Quote rosso2

~ L'Ex-allenatore Miguel Muñoz, intervistato nel reparto "Hombres y niebla" per malati di Alzheimer (Madrid, 21 Apr. 2011)

[modifica] Cenni biografici

Julio Iglesias calciatore

L'ex vice-sotto-aiuto-portiere delle Riserve del Real Madrid (stagione 1963-1964).

Nato a Madrid nel quartiere Tor Merengues (vicino a Tor Tres Cabezas, a due passi dal Quarticciolos), alle due del pomeriggio del 23 settembre 1943, nell’antico Ospedale di Maternità della Calle Mesón de Paredes.
Se lo ricorda bene perché, nonostante il ritardo del taglio del cordone ombelicale (causato da una ostetrica tirocinante), è riuscito a vedere il secondo tempo del derby Real-Atletico.
È il figlio maggiore del Dr. Julio Iglesias Puga, veterinario nell'allevamento di tori andalusi da corrida "Toro manso" di Siviglia. Sua madre, María del Rosario de la Cueva y Perignat y Corason Espinado, morì prematuramente per asfissia nel tentativo di dire il suo nome tutto d'un fiato.
Condivise la sua infanzia con suo fratello Carlos. Entrambi appassionati di musica, formarono il duo "Scassa Pelotas", vincendo il 16° Zequiño dorado col brano "Devuélveme el dinero". La canzone rappresenta un presagio del suo futuro artistico, infatti "Aridatece i soldi" è la frase più ricorrente che ha accompagnato le esibizioni dell'artista in tutta la carriera.
In gioventù fu un giocatore di calcio: giocò nella squadra riserve del Real Madrid come portiere. Dopo un provvidenziale incidente automobilistico lasciò lo sport e si dedicò alla musica, nonostante l'invito degli amici a dedicarsi all'orto.
Ha avuto 3 figli (Maria Isabel, Enrique e Julio José) dalla prima moglie Isabel Presler Arrastria e altri 5 figli (Miguel Alejandro, Rodrigo, due gemelle Cristina e Victoria, e Guillermo) dalla seconda moglie Miranda Rijnsburger. Da Josè ha avuto le nipotine Julia e Nicolò.
Se ci va bene, e solo il 10% degli Iglesias saranno cantanti, tormenteranno le nostre orecchie per le prossime sei generazioni.

[modifica] La carriera artistica

Nel 1968 ha vinto il Festival de la Canción de Benidorm con "La vida sigue igual" (la vita continua), scritta per la morte della madre. In Italia uscì un 45 giri, la canzone fu tradotta con il titolo "Se lei non c'è", sul lato B "Non è colpa nostra" .
Nel febbraio del 1969 partecipò al Festival Internacional Golden Stag di Brasov (Romania). Scampò al linciaggio trovando rifugio sui Carpazi orientali e, travestito da lupo, attraversò il confine con la Polonia durante l'estate.
Nell'ottobre dello stesso anno, fece la sua prima tournée in Sud America, cantò al Festival di Viña del Mar (Cile) e realizzò il film: "La vida sigue igual". La produzione voleva cambiare il titolo in: "Con tua madre hai veramente rotto i coglioni!", ma ci ripensò dopo il 18° giorno di digiuno dell'artista.
Si fece conoscere a livello europeo quando partecipò all'Eurovision Song Contest 1970 con "Gwendolyne". La folla lo applaudì a lungo credendolo Frank Sinatra.

Wikiquote
««Eravamo lontani... e poi aveva lo smoking»»
( Gli imbarazzati spettatori intervistati da un giornalista)

Divenne famoso incidendo canzoni in varie lingue, inglese, francese, portoghese, tedesco e italiano. Il tutto senza saperle.

Julio Iglesias Christian

Julio e Christian. Grazie alla moltiplicazione agamica (margotta), il panorama musicale italiano ha potuto gioire di questi due "organismi".

[modifica] Il successo italiano

In Italia ebbe un notevole successo soprattutto negli anni settanta con canzoni come "Manuela" (1975), "Se mi lasci non vale" (1976), "Sono un pirata sono un signore" (1978), "Pensami" e "Se tornassi" (1979).
Fortunatamente non è tornato, ha però lasciato un emulo a tenergli aperto il mercato: il cantante italiano Christian.

[modifica] Il successo internazionale

Nel 1984 incise il singolo di grande successo "All of you" con Diana Ross. Lei era convinta che avrebbe duettato con Plácido Domingo, visto che la subdola casa discografica spagnola "Paella Records" aveva ottenuto che i due artisti registrassero separatamente ognuno nel proprio paese. Grazie a questo espediente, Iglesias espanse la sua popolarità nel mondo anglosassone.
Nel 1985 gli fu concessa la Stella della Fama ad Hollywood, risultando uno dei pochi artisti ispanici immortalato nella Walk of Fame; sulla sua stella c'è scritto "Quello che canta uguale a Christian".
Nel 1988 si aggiudicò il Grammy Awards® al Miglior Cantante Latino, grazie al suo disco "Un hombre solo" (infatti era il solo artista latino della competizione).
Nel 1992 fu nominato "Español Universal" in Florida. L'artista e gli stessi organizzatori si chiedevano cosa rappresentasse il premio. Il piano "Top Secret" della NASA, prevedeva di spedirlo con la sonda SOHO verso il Sole nel 1995.
Nel 1995 fu il primo artista straniero nella storia della Cina ad aver ricevuto il prestigioso Golden Record Award. Questo impegno in Asia gli fece scampare la sonda SOHO.

[modifica] Filmografia

Iglesias Willis

Bruce Willis sarà Julio Iglesias nel remake del film "La vida sigue igual".

Oramai è ufficiale: la Paramount Pictures ha annunciato che il remake del film "La vida sigue igual" si farà. Per il ruolo dell'artista spagnolo è stato scelto Bruce Willis. L'attore si è detto entusiasta di interpretare la parte del cantante più amato dalla nonna.
Una scelta quasi obbligata: era l'unico attore senza labbro superiore disponibile a farlo.

Quote rosso1 «Mi danno solo parti di merda e Demi continua a chiedere soldi, cosa dovevo fare?» Quote rosso2

~ Bruce Willis intervistato da "Horrible Movie News" (Los Angeles, 2 feb. 2011)

La Medusa Film ha acquisito i diritti per la distribuzione della pellicola il cui titolo italiano sarà presumibilmente "Ne abbiamo abbastanza, porca troia!!!".

[modifica] Successi Discografici

TipicoBurloneCapolonese

Julio Iglesias in una foto recente. Riprenditi, cazzo!

  • 1976: Se mi lasci non vale (Ariston Records), 21.000 copie (vendita abbinata all'acquisto di una lavatrice);
  • 1978: Sono un pirata, sono un signore (CBS), 15.000 copie date in omaggio con l'acquisto di un biglietto per il film "Il Corsaro Nero";
  • 1979: Innamorarsi alla mia età (CBS), 27.000 copie date in beneficenza alle ASL e destinate ai reparti geriatrici di ospedali e case di cura per anziani;
  • 1979: Se tornassi (CBS), 18.000 copie fatte brillare dal 6° reparto del Genio Artificieri della Cecchignola (Roma).

[modifica] Curiosità

Icona scopa
L'abuso della sezione «Curiosità» è consigliato dalle linee guida di Nonciclopedia.

Però è meglio se certe curiosità te le tieni pe' ttìa... o forse vuoi veder crescere le margherite dalla parte delle radici?

  • "Pensami" è la versione italiana di "Júrame", celebre brano scritto negli anni venti dalla compositrice messicana María Grever. A 3 mesi dall'uscita del disco, Julio Iglesias ha dovuto cambiare casa perché, a suo dire, era infestata da un fantasma di donna incazzato come un gorilla.
  • La casa discografica CBS, dopo aver prodotto anche il figlio Enrique, è stata ammonita dalla Corte dell'Aia'' per ripetuti crimini contro l'umanità.

[modifica] Voci correlate

Strumenti personali
Altre lingue
wikia

Utente:Mufufu/Diario di bordo