Jin Kazama

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Jin kazama cosplay.jpg

Jin Kazama mentre si allena masturbandosi sul divano.

Quote rosso1.png Andiamo dallo stesso parrucchiere! Quote rosso2.png

~ Cristiano Malgioglio su Jin Kazama
Quote rosso1.png Guardate come è conciato! I suoi capelli... Come si veste... Ma è ridicolo! Sembra un frocetto! Quote rosso2.png

~ Morgan su Jin Kazama


Jin Kazama, conosciuto anche come Jin Kazzone o Cin'Kazzamo, è un personaggio della serie Tekken, e fortunatamente per lui solo immaginario.

[modifica] Storia

Jin Kazama.jpg

Jin durante una sfilata di Giorgio Armani.

[modifica] Tekken 3

Jin Kazama nasce a Playstation nel paese di Namco, precisamente sull'isola di compact disc. Viene allevato alle arti marziali dai suoi genitori, Kaz-uyza Mishima, e Jun Kaz-ama, discendenti da una famiglia fin troppo fissata con il Kaz e il divertente gioco del lancio del parente più prossimo dal dirupo più vicino. Di lui si sa poco, ma si sa che il suo parrucchiere era lo stesso parrucchiere di Cristiano Malgioglio, si nota dal suo taglio in stile ciuffetto di peli del culo. Un giorno scopre che sua mamma è stata uccisa dal Dio della lotta Ogre, un orrendo mostro verde rassomigliante a un incrocio tra Hulk e Prezzemolo ma con le stesse movenze di Michael Jackson, munito di un vassoio da the come scudo e un berretto dell'Agip piumato come elmo e in grado di spruzzare un getto di sperma infuocato. Così decide di farsi addestrare da suo nonno Heihachi Mishima, un bel vecchietto strafico strafatto di steroidi. Una volta addestrato si iscrive al The King of Iron Fisting Tournament 3. Nonostante Ogre sia otto volte più grande e grosso di lui, Jin riesce a sconfiggerlo distraendolo con la famosa tecnica del "Oh, girati! C'è un asino che vola!", e assestandogli un bel calcio nelle gonadi. Jin viene però colpito dall'armata Tekken, e riceve un proiettile in piena fronte dal suo malvagio nonno. Stranamente, come in tutti i videogiochi e cartoni animati nipponici, Jin si rialza come se niente fosse e si trasforma in un terribile demone dalle sembianze di Dario Argento, tanto per restare in linea con la soggettiva realtà giapponese, e fugge via in triciclo.

[modifica] Tekken 4

Jin si nasconde in Australia rinnegando il suo stile di lotta e la sua famiglia, si pensa giustamente per i nomi assurdi. Jin non si sente tagliato per il combattimento, così decide di dedicarsi al suo sogno: diventare un parrucchiere quantomeno decente per aggiustarsi i capelli. Poi però cambia nuovamente idea e si iscrive al quarto torneo mondiale dell’Iron Fisting per vendicarsi di suo nonno. Viene però nuovamente e originalmente catturato dall'armata Tekken. Jin si sveglia incatenato a un muro, in tenuta sado-maso, con suo padre che tenta di prosciugarlo sessualmente per trarne potere demoniaco. Ma proprio sul più bello, Jin si ritrasforma in demone e massacra di botte il padre e il nonno, ma non uccidendoli. Eh no, come sempre l'eroe di turno non uccide mai i suoi peggiori nemici, si limita ad atterrarli cosicché loro in futuro possano vendicarsi facendogli il mazzo a loro volta. Trama molto originale, non c'è che dire.

[modifica] Tekken 5

Jin scappa di nuovo e viene ancora una volta posseduto dal demone dentro di lui. Quando riprende conoscenza, si ritrova in una foresta distrutta e incendiata, e capisce di soffrire di piromania. Tornato nella sua città natale, comincia ad avere incubi riguardanti Devil, nome d'arte di un pornodivo transgender. Decide di iscriversi al quinto torneo Tekken, per scoprire qualcosa di più su Devil che lo tormenta nel sonno. Riesce a sconfiggere Jinpachi Mishima, un altro demone (e suo bisnonno), nato da dove non si sa, e prende possesso della Zaibatsu corporation s.p.a., filiale della Mulino Bianco.

[modifica] Tekken 6

Jin utilizza la Zaibatsu per indire guerre, e la gente si oppone chiedendo l'appoggio della Kinder e Ferrero comandata dal padre Kazuya. Così viene indetto il sesto torneo di Tekken. Come sempre Jin riesce a fare il mazzo al padre e lo fa arrestare, poi sconfigge il terribile mostro egiziano Azazel, cugino del pokémon Charmander, apparso anch'esso dal nulla e senza motivo. Alla fine Jin, solamente dopo aver distrutto l'intero pianeta, si rende conto di tutti i mali che ha commesso e si scusa con tutti, anche se ormai non c'è rimasto più nessuno.

[modifica] Curiosità

Icona scopa.png
L'abuso della sezione «Curiosità» è consigliato dalle linee guida di Nonciclopedia.

Però è meglio se certe curiosità te le tieni pe' ttìa... o forse vuoi veder crescere le margherite dalla parte delle radici?

  • Attualmente Jin Kazama detiene a pari merito con Goku e Vegeta il titolo del personaggio animato con il taglio di capelli più assurdo del mondo.
  • Namco non paga denaro per usare il personaggio di Jin Kazama: offre in sacrificio dieci vergini e dieci fanciulli di Atene, come facevano i Micenei con il Minotauro.
  • Jin Kazama ha sul braccio sinistro un tatuaggio che rappresenta chiaramente l'estirpazione della sua mascolinità.

[modifica] Articoli correlati

Strumenti personali
wikia