Israele

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Israele
Bandiera israele Ragazza con bandiera israeliana
(Bandiera) (Stemma)

Motto: Sieg Heil
Inno: Hey Jude dei Beatles
Planisfero con nazioni segnate

Cartina Geografica di Israele e dei suoi possedimenti
Capitale Gerusalemme
Maggiori città

Tel Aviv, Nazareth, Auschwitz, New York e Washington D.C.


Lingua ufficiale

tedesco


Governo dittatura nazista
Capo di stato Barbra Streisand
Riconosciuta da Iran, Arabia Saudita, Afghanistan e Pakistan
Area Cucina, 2 bagni, salotto, sala hobby, 3 camere da letto, ampio garage e piscina
Popolazione

0 se l'Iran ha trovato abbastanza uranio


Moneta Falafel
Religione

Pastafarianesimo 50 %, Cristianesimo 20 %, Islam 20 %, Ebraismo 10 %


Sport nazionale

Caccia al palestinese


Sito internet www.nondimenticarequellocheabbiamosubito.il


Quote rosso1 Avete ucciso il mio unico figlio? Ve la farò pagare... Quote rosso2
~ Dio su Israele.
Quote rosso1 Visitate Israele, prima che Israele visiti voi Quote rosso2
~ Ministero del Turismo su vacanze nella pacifica terra di Israele.
Quote rosso1 Missione compiuta, l'avamposto nemico è distrutto! Ah, no, era una scuola! Quote rosso2
~ Pilota da caccia israeliano su quanto sia facile fare confusione
Quote rosso1 Israele è uno stato simbolo di democrazia, fondamentale per la stabilità nel Medioriente Quote rosso2
~ Nessuno a parte gli Stati Uniti d'America su Israele
LogoNonNotizie

NonNotizie contiene diffamazioni e disinformazioni riguardanti Israele.


Israele (in ebraico :מדינת ישראל cioè Medinat Yisra'el, in arabo :ولة اسرائيل, cioè Israele presto sarai rasa al suolo) è una nazione mediorientale fondata il 14 marzo 1948 da David Ben Gurion, circondata da ridenti regioni islamiche davvero ansiose di fare amicizia con questo stato.

[modifica] Nascita

Exquisite-kfind Non ti basta? C'è anche Storia d'Israele

In Israele ci si può divertire in svariati modi: Le origini dello stato di Israele risalgono al 1000 a.C., quando una colonia di palestinesi in viaggio per una gita fuori porta venne affiancata da un UFO al semaforo di un passaggio a livello. Una voce dall'ufo disse: "Voi sarete il popolo prediletto", e da allora furono cazzi loro. Il nome Israele viene citato anche nel Libro della Genesi, verso la fine, quando Dio cambia il nome a Giacobbe chiamandolo Feliciello.

Successivamente per tramandare la tradizione di quel popolo venne creato il primo album delle figurine Panini (le pergamene del Mar Morto). Purtroppo con il passare dei secoli tutte le figurine sono state perse e il libro è stato corretto e rivisto tante di quelle volte che ha perso il significato originario (annuario calcistico 998-997 a.C.) ed ha assunto quello di testo religioso con il finto nome di Bibbia.

[modifica] Vita sociale

  • La caccia al pinguino è l'attività preferita dagli abitanti del luogo, che amano ucciderli per poi lanciare le carcasse contro i vagabondi che incontrano.
  • La seconda sono le barzellette israeliane, famose in tutto il mondo e molto divertenti, soprattutto perché concernono discriminazioni verso neri, disabili ma soprattutto ragazze madri tossiche senza un soldo.
  • La terza è la caccia al barbone, se non si trovano pinguini. Vanno bene pure bambini palestinesi, giornalisti, panda.
  • La quarta è andare a farsi ammazzare sulla striscia di Gaza.
  • L'ultima, ma non per importanza, è un campionato di basket di un certo livello, solo leggermente squilibrato verso il Maccabi Tel Aviv, vincitore di trentacinque titoli negli ultimi trentasei anni. L'Hapoel Holon, strappandogli il titolo dell'anno appena trascorso, ha tolto anche l'ultimissima stilla d'interesse al suddetto campionato, che tornerà a essere vinto dal Maccabi per i prossimi cinquantasette anni, e dai suoi israelianissimi giocatori tipo Derrick Sharp, Anthony Parker, Will Bynum, Nikola Vujcic...

È molto diffusa la moda di passare le vacanze nei Territori Disoccupati della Cisgiordania facedosi allietare dalle divertentissime animazioni locali:

  1. giochi di prestigio, famoso quello dove i palestinesi prendono un militare israeliano e gli tagliano la testa. La novità è che alla fine del gioco il militare è morto davvero
  2. I famosi giochi pirotecnici dei mastri artigiani di Hamas: un palestinese a caso nella folla urla "Allah akbar" e tutti devono allontanarsi prima dello scoppio. È un po' come il nostro gioco della sedia, vince chi resta vivo.
  3. farsi ammazzare, ma è molto più divertente farlo nella striscia di Gaza.

Si può scopare dalle otto di mattina alle otto di sera, qualcuno infatti ha incluso nella Bibbia il verso "andate e riproducetevi" e loro lo prendono sul serio (tanto anche i religiosi possono farlo!).

Ci si può abbuffare di carne di maiale e poi andare a ruttare in moschea attirando così le benevolenze degli arabi.

I rabbini Mohel si possono sbizzarrire a comporre le più svariate opere d'arte contemporanea con tutti i resti di prepuzio accumulati.

Si può andare a travestiti: infatti in Israele c'è un'alta percentuale di ricchioni, i quali possono sposarsi e adottare figli senza paura, tanto i paesi intorno son tutti molto democratici e accolgono con benevolenza queste forme di espressione personale.

[modifica] Religione

Strana base americana
Gerusalemme vista dal satellite.

La religione più in voga è l'Ebraismo, ma solo perché per gli uomini è di moda tagliarsi il prepuzio, mangiare solo pesce ripieno di pesce (Gefilte Fisch) e carne di manzo ripiena di carne di manzo (Kishkes), poter scopare liberamente a patto che non sia Shabbat e per le donne è di moda doversi lavare la figa tutti i giorni.

[modifica] Lingua

Le loro lingue di stato sono l'ebraico e l'arabo, ma quest'ultima serve solo per bestemmiare Allah.

[modifica] Guerra

La piaga del paese è la guerra, una guerra che si combatte oramai da 60 anni. Da una parte della barricata ci sono gli arabi, che gironzolano per le città israeliane minacciando di farsi esplodere se qualcuno non li viene a inculare e dall'altra parte ci sono gli israeliani, che minacciano di inculare qualcuno se gli arabi non la smettono di farsi saltare. Ovviamente gli unici a godere di questa guerra sono gli arabi che sempre e comunque soddisfano il loro bisogno sessuale, mentre agli israeliani rimangono solo le squillo e le ragazze non credenti. Che non si fanno inculare.

No, scherzi a parte, gli israeliani non vogliono la guerra, non la vogliono affatto. Infatti, proprio per questo motivo, almeno due giorni prima di ogni summit con i palestinesi, gli bombardano una scuola o un ospedale, così, tanto per ridere, pur sapendo che per i palestinesi quella era l'unica scuola o l'unico ospedale disponibile in quel momento (perché i palestinesi sono poveri, a causa di una popolazione barbara che ha invaso il loro territorio e gli ha impedito di svilupparsi).

Strumenti personali
wikia

Utente:Mufufu/Diario di bordo