Irene Grandi

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Irenegrandi5.jpg

Guardala! Non ti viene voglia di fare l'amore?

Quote rosso1.png Bruci la città, e esploda un grattacielo, nel giro di tre ore... Quote rosso2.png

~ Irene Grandi si finge Nostradamus
Quote rosso1.png E mostrandomi il cielo, la Cometa di Halley ferì il velo nero! Quote rosso2.png

~ Irene Grandi disposta a tutto pur di fare la rima
Quote rosso1.png Ed io ho bisogno di te... per fare l'amore Quote rosso2.png

~ Irene Grandi sul vibratore

Irene Grandi (Firenze, 29 febbraio 1969) è una simpatica sgallettata ultraquarantenne; molti esperti ritengono si tratti di un esemplare di CBCR giunta a completa maturazione.

Più passa il tempo più sembra giovane: possiede infatti un ritratto che invecchia al posto suo. Le sue gambe sono state nominate Patrimonio dell'umanità dall'UNESCO. E la sua voce Arma di distruzione di massa dall'Aia.

[modifica] Vita

NonNews

NonNotizie contiene diffamazioni e disinformazioni riguardanti Irene Grandi.

Irene Grandi nacque a Zocca il 23 marzo 1958. Fu creata da Vasco Rossi durante un esperimento che aveva come scopo la creazione di un suo sosia, dall'aria più giovane e con più capelli, in modo da poterlo mandare in giro senza il berretto anti-calvizie che Vasco porta da anni ogni volta che è davanti a una telecamera.

Purtroppo a causa di un tragico incidente di laboratorio il sangue del rocker venne contaminato da quello di Bill Kaulitz, questo portò alla creazione "della cosa meno mostruosa che un incrocio fra una donna e Vasco Rossi potesse generare", come dichiarò il portavoce dello staff che partecipò all'esperimento.

Vasco capì subito che non poteva tenerla in casa: avendo un carattere simile al suo, Irene si svuotava tutte le bottiglie che trovava e assumeva ingenti quantità di stupefacenti vari presi direttamente dalle scorte personali del rocker, oltre a centinaia di Pocket Coffee.

[modifica] L'inizio della carriera artistica

Irene grandi eleganza.jpg

Irene Grandi in una mise sobria

Irene fu quindi rinchiusa in un collegio svizzero dove si garantivano severità, clausura e qualche scapaccione quando fosse servito. Lì, rinchiusa da sola in una stanza buia, Irene sentiva le suore cantare tutte le mattine e questo la spinse, purtroppo, a scegliere la carriera di cantante.

Uscita dal collegio al raggiungimento della maggiore età, Irene inizia un periodo travagliato della sua vita: suona alle feste dell'Unità, si esibisce in sordidi locali hard fra vecchietti perplessi, serve panini ai fast food. Alla fine l'incontro che le cambia la vita: una sera mentre barcollava ubriaca lungo la Salaria si ferma un grosso fuoristrada: è Vasco!! Il cantante non ha il coraggio di lasciarla lì e, rinunciando ai programmi che aveva per la serata, la porta a casa e, servendosi della sua notorietà, provvede a lanciarla nel mondo dello spettacolo.

[modifica] Gli album di Irene Grandi

Gli album di Irene Grandi sono composti da canzoni che trattano tematiche molto varie tra loro, ma sono accomunate sempre da due precetti fondamentali:

  • Una canzone ogni due deve ricordare al mondo che Lei vuole fare l'amore;
  • Ci devono essere urletti sparsi a cazzo di cane dove capitano.

[modifica] Alcune tra le canzoni più rappresentative

  • Bambine cattive, hit che la consacra definitivamente idolo delle bimbeminkia.
  • In vacanza da una vita, mette in evidenza il fatto che non fa un cazzo da mattina a sera. Ma del resto, non può passare tutta la giornata facendo l'amore.
  • Francesco, dedicata al suo amante, riuscito a fuggire seppur stremato da numerosi attacchi di ninfomania da parte di lei. Il testo recita infatti "Vieni fuori Francesco".
  • Per fare l'amore: Non avendo trovato Francesco, che a oggi risulta ancora disperso, è alla ricerca di un altro partner.
  • Prima di partire per un lungo viaggio, "porta con te la voglia di non tornare". Purtroppo, è tornata.
  • Bruci la città: ecco spiegato cosa fa quando non fa l'amore, appicca incendi dolosi.

[modifica] Collegamenti esterni

Strumenti personali
wikia