Inno nazionale

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Rino Gaetano

Rino Gaetano canta l'inno

L'inno nazionale è un celebre motivetto, diverso in ogni nazione, intonato in occasioni speciali, come ad esempio: i mondiali di corsa per lumache o i centenari della morte di Lucrezia Borgia.

[modifica] Usi

Era d'uso orecchiarlo al termine del discorso del presidente della Polosvacchia (che si tiene una volta ogni fine era geologica), tuttavia, dopo una rivolta armata, guidata da un migliaio di lemmings, l'abitudine si è persa, preferendogli i successi di Rino Gaetano.

[modifica] Storia

Il primo Inno venne creato nel 5432 a.I. (avanti inno), dai fratelli Lumière, durante le loro vacanze in Patagonia. Gli oriundi della Terra del Fuoco, intuendone le possibilità artistiche e di conseguenza economiche, lo misero sul mercato con il titolo: "Ticket to Ride"; citati in giudizio dai Beatles furono costretti a venderlo a un commercialista di Imperia in cambio di un paio di lumache carnivore. Tale commercialista lo sostituì con il CD dei vecchi trionfi di Renzo Arbore, che erano tanti amati da Garibaldi. Da lì il passo fu breve.

[modifica] Inni Famosi

[modifica] Curiosità

  • Cantando l'inno al contrario si pronuncerà il primo discorso di Hitler in Fa maggiore.
  • Le lettere che compongono le parole dell'inno sono di molto minori alle sillabe presenti nel testo.
  • All'interno dell'inno sono celati numerosi messaggi subliminali: il più pericolosi di questi ha generato Marco Masini.
  • Sono ormai in molti a pensare che proporre come inno nazionale la colonna sonora de La freccia nera sarebbe un'ottima idea.
Strumenti personali
wikia