Il miglio verde

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...


Stephen King in penombra
ATTENTO!
Lui è dietro di te. Sì, girati, è proprio dietro di te. Ti osserva, sta controllando se stai leggendo un suo libro. Presto, leggi un suo romanzo in fretta! Non importa quale, basta che tu ne prenda uno.
Sì, anche le pagine gialle vanno bene!
Lui è dietro di te!!!
Il maglio verde

La locandina originale del film.

Quote rosso1 È come avere pezzi di vetro...conficcati qui! Dritti nel cervello! Quote rosso2
~ John Coffey su un brano a caso di Justin Bieber
Quote rosso1 Io di far girare 'sto fottuto rocchetto mi sono rotto il cazzo... Quote rosso2
~ Mr. Jingles confessa


Logo di Wikipedia sballonzolante
Per quelli che non hanno il senso dell'umorismo, su Wikipedia è presente un articolo in proposito. Il miglio verde (film)

Il Miglio verde è una pellicola cinematografica, tratta da un romanzo di Stefano Re, a sua volta ispirato ad una storia vera, la quale imitava un sogno[1], ambientata nel North Carolina[2] degli anni '30. Il film è diretto da un leghista xenofobo qualunque e tratta argomenti noiosissimi come l'apartheid e gli strani itinerari che la giustizia segue[Citazione necessaria ma non troppo] quando bisogna giudicare persone di dubbia etnia. Fece scalpore in America poiché nel cast era incluso uno degli ultimi esponenti ancora in vita della tribù dei Vatussi, all'epoca[3] considerati ormai estinti. Inoltre il film ha fornito ispirazione al disegnatore Walt Disney per il personaggio di Mickey Mouse.

[modifica] Trama

Stop hand
Attenzione, da qui in poi questo articolo contiene spoiler.

Una volta avevo un criceto di nome George che lesse la trama di "Bianca e Bernie nella terra dei Borghezio" prima di vedere il film e si suicidò. Quindi fate attenzione, non voglio avere altre morti pelose sulla coscienza.

[modifica] L'inizio

John Coffey

John Coffey, sporco di pomodoro, piange perché ha già finito tutta la pasta asciutta.

Vecchio

Un immagine del fascinoso Paul Edgecombe all'epoca in cui soggiornava all'ospizio.

Tutto comincia in una vecchia casa di riposo, in cui si spacciano psicofarmaci ai nonnetti rimbambiti e viagra a quelli arzilli, oppure viagra e psicofarmaci insieme a quelli con tendenze suicide. Paul Edgecombe, uno di quelli arzilli, si sta allegramente imbottendo di viagra, in previsione del prossimo incontro con un altra anziana arzilla, ospite della casa di riposo, di nome Elaine[4]. Puntuale come sempre, Elaine bussa alla sua porta e Paul, impaziente, corre ad aprirla; tuttavia le cose non andranno come previsto per il povero Paul:

Paul : Quote rosso1 Ciao Elaine! Coraggio spogliati che sta già facendo effetto il viagra! Ho sfogliato un po' il kamasutra e penso che potremmo provare la posizione del Cappone ammorbato...ma ti vedo strana. Che hai? Quote rosso2
Elaine : Quote rosso1 Scusami Paul, è che oggi non ho voglia... Quote rosso2
Paul : Quote rosso1 Come scusa!? Che significa che non hai voglia?? Potevi almeno avvisarmi cazzo, così non prendevo un quantitativo di viagra sufficiente a far andare in erezione un branco di maschi di elefante! Quote rosso2
Elaine : Quote rosso1 Diciamocelo Paul! Non ti conosco affatto! Scopiamo insieme è vero, ma chi diavolo sei tu?? Voglio conoscere la tua storia...parlami di te! Quote rosso2
Paul : Quote rosso1 Senti Elaine, se proprio insisti, al massimo possiamo fare che io parlo e tu reggi l'asta del microfono...ok? Quote rosso2
Elaine : Quote rosso1 Ok, si può fare... Quote rosso2

Paul comincia quindi a raccontare tutto quello che riesce a ricordare della sua vita, sin dalla sua infanzia, fino a quando viene nuovamente interrotto da Elaine, secondo la quale la sua vita è una palla assurda senza alcun fatto degno di nota. Colto nell'orgoglio, Paul comincia a raccontare del suo periodo da secondino del cosìdetto Miglio verde, il braccio della morte di un carcere della cittadia di Cold Mountain. In particolare, le raccontò dello straordinario periodo in cui a calcarlo fu il gigante di colore John Coffey.

Tom Hanks - Il miglio verde - Paul Edgecomb ascolta John Coffey che indica il soffitto

John Coffey intento a supercazzolare il suo carceriere Paul Edgecombe.

[modifica] Il Miglio verde

Nel 1935 il Miglio verde è in piena attività. Il Mago di Oz, titolare del carcere, lo aveva appena restaurato, facendolo dipingere di verde e pavimentare con un linoleum di cattivo gusto, simile a quello che trovate nelle A.S.L. del Sud Italia. Aveva inoltre ucciso la Strega dell'ovest, dalla quale aveva distillato alcuni litri di pregiato liquore Strega e costruito con le sue ossa[5] una sedia elettrica che chiamò la Vecchia scintillante. A dirigere il braccio della morte c'era Paul con Brutus "Brutal" Howell, Dean Stanton, il raccomandato odiato da tutti Percy Wetmore ed un paio di guardie perennemente ubriache. Nel Miglio ogni giorno si svolge con tranquilla mestizia la stessa routine; dopo le ultime esecuzioni[6] erano rimasti solo due prigionieri: Eduard Delacroix e un tizio indiano inutile ai fini narrativi. A movimentare la placida nullafacenza del miglio giunge John, un negro stupido e ritardato alto quasi due metri, accusato di aver ucciso due bambine usando il proprio membro come una mazza. A Paul comunque la cosa non sconfinfera per niente; John sembra un vero coglione che a stento sa scrivere il suo nome e ad un primo sguardo appare inoffensivo. Tuttavia, dopo un breve momento di riflessione, decide di battersene le palle siccome non è lui a stare dietro le sbarre e non è compito suo sindacare su quello che è stato verbalizzato al riguardo. In tutto ciò Percy spacca le dita di una mano al francese Delacroix[7], che non aveva fatto altro che chiedere l'ora ad un secondino, ma di questo a nessuno importa. Ma il peggio deve ancora arrivare. Un tizio, tale William Wharton, fanatico di Billy the Kid, era stato arrestato per aver ucciso una donna incinta durante una rapina andata male, un kebabbaro indiano che non voleva mettere più carne nel kebab che aveva rubato qualche minuto prima, il rottweiler di un riccone che gli aveva pisciato sui piedi e per aver detto al parroco di Cold Mountain che Dio non esiste. Costui ha inoltre finto per alcuni mesi di essere un menomato mentale in un ospedale psichiatrico[8] e proprio da lì viene prelevato e portato al Miglio; il suo aspetto è trasandato, innocuo e induce gli uomini di Paul ad abbassare la guardia. Nel silenzio più totale, Wharton irrompe con un grido dicendo:

Wikiquote
«Ehi! Una cazzo di bella figa tutta nuda proprio lì!»
(William Wharton indicando un punto a caso)
Rick Astley

William Wharton la fa in barba a tutti.

Tutti ovviamente si girano e lui comincia a pestarli con un fallo di gomma gigante che teneva nascosto non si sa dove. Interviene però Brutal, che stordisce il bastardo per poi prenderlo di peso e ficcarlo a testa in giù in un gigantesco barile pieno di escrementi prelevati direttamente dalle latrine del carcere di Poggio Reale[9] per poi sbatterlo così conciato nella cella d'isolamento. Subito dopo aver chiuso a doppia mandata, Brutal prende poi Percy e lo ficca con la testa nel cesso, poiché mentre gli altri cercavano di abbattere Wharton lui sfogliava tranquillamente un giornaletto sconcio. Paul, nella colluttazione, ha ricevuto una palla da football nei genitali,[Ahia...] non si sa lanciata da chi, colpo che, siccome soffre di una grave infezione alle vie urinarie, gli provoca molto dolore, tanto da costringerlo ad accasciarsi nell'ormai deserto corridoio verde, siccome tutti gli altri si sono recati nel cesso con Brutal per stuprare e pisciare addosso a Percy. A questo punto interviene Coffey, il quale chiama Paul dicendo che può aiutarlo a stare meglio; Paul si rialza a fatica e si avvicina alla cella di Coffey, il quale lo afferra per le palle e inizia a stringere, proprio come fa Umberto Bossi col PDL[10]. In un attimo tutte le luci del Miglio tremolano accendendosi e spegnendosi[11], Delacroix comincia ad urlare come un isterico e dal barile di merda in cui è immerso Wharton salgono a galla delle bollicine. John, una volta mollata la presa, sputa degli strani insettini neri che poi scompaiono in una nuvoletta polverosa; alla vista di ciò, Paul si spaventa talmente tanto da farsela addosso, accorgendosi così che l'atto di urinare non gli provoca più dolore. Dopo mesi e mesi di astinenza sessuale forzata causata dall'infezione, corre a casa per iniziare con la moglie una maratona di sesso che durerà quasi due giorni, tanto che la moglie, costretta per qualche settimana sulla sedia a rotelle, dirà alla fine dell'amplesso:

Manichini che fanno sesso

Paul Edgecombe e la moglie Jan durante l'atto.

Wikiquote
«John, non lo abbiamo mai fatto 19 volte di seguito, nemmeno quella volta a casa dei miei quando lo facemmo sulla poltrona di mio padre, sull'argenteria di mia madre e nella lettiera del gatto

[modifica]

Dopo tutto ciò, Paul inizia a pensare che forse è merito di Coffey se lui adesso è guarito del tutto e che in realtà egli sia un miracolo vivente di Dio in Terra, tuttavia non farà un cazzo fino alla fine del film, come del resto tutti gli altri personaggi. Praticamente per metà film non succede nulla di minimamente interessante, tranne che un indiano che nessuno si caga nemmeno per sbaglio finisce fritto per bene, Billy Wharton continua a fare il coglione finendo in cella d'isolamento ficcato a testa in giù in un barile di merda varie volte e che il francese Delacroix trova un topo super intelligente scappato da un laboratorio di ricerca che conduceva esperimenti sui muridi nella sua cella e lo adotta come suo figlio per poi fare una bruttissima fine[12] e lasciargli in eredità un rocchetto con cui fare il poser con le tope attirando così l'invidia di Percy che lo schiaccerà con il manganello[13]. Verso la fine del film Paul decide di portare John clandestinamente fuori dal carcere per andare a curare sua nonna[14], Melinda Moores, gravemente ammalata di cancro; fanno così drogare Billy Wharton e legare Percy, per poi partire alla volta della casa della nonna. John cura la nonna che, rinvigorita, ci prova con lui, che intanto inspiegabilmente si sente male; Paul lo riporta in carcere e lì accade qualcosa di straordinario. John vomita tutta la merda che ha tirato fuori dal corpo di Melinda in quello di Percy, il quale perde il senno e scarica un caricatore di pistola contro il fetido Wharton, che muore all'istante; in effetti, John voleva in questo modo punire due malvagi, Percy, che aveva goduto nel far soffrire il povero Delacroix sulla vecchia scintillante, e Wharton, che aveva ucciso le due piccole che John aveva in realtà tentato di aiutare coi suoi poteri ma senza successo. John in pratica, si era trovato sul luogo del delitto per caso. Venuto a conoscenza di tutto ciò, Brutal alza le spalle ed esclama:

Wikiquote
«Vabbe va, chi vuole una birra
(Brutus "Brutal" Howell)

Dopo un paio di scene esplicative riguardo la fine di Percy[15], il film torna sulla vicenda di Paul e John; Paul si pone il problema di mandare a morte un miracolo vivente, un uomo capace di miracoli prodigiosi, forse l'unico essere veramente buono nell'Universo. John tuttavia, gli mostra le conseguenze sul suo corpo di un tale potere, per lui, umanamente insopportabili; è proprio per questo che John vuole morire[16] e lasciare così questo Mondo di sofferenze. Paul allora esclama:

Wikiquote
«E cazzo potevi dirlo prima! Manco mi sarei posto il problema! Allora vado a farmi una partita di bowling con amici! Ci vediamo il giorno dell'esecuzione! Statti bene!»

Tutti felici e contenti quindi, tranne il povero negro di turno che muore quindi fra l'indifferenza di tutti, tranne i genitori delle due piccole uccise[17] che festeggeranno con uno spettacolo di fuochi artificiali la sua dipartita.

[modifica] Fine

A questo punto la scena ritorna nella casa di riposo; Elaine non crede ad una sola parola fuoriuscita dalla bocca di Paul, poiché sembra troppo giovane ed arzillo per avere più di 130 anni. Allora, guardandola dritto negli occhi, Paul esclama:

Quote rosso1 Infatti erano tutte minchiate. E ora continua quello che stavi facendo, donna! Quote rosso2
Stop hand
Attenzione, questo articolo rivelava in parte o del tutto la trama di "Il Miglio verde". Certo, forse dovevamo avvisarti prima... ma non ci andava. Se hai lamentele in proposito sei pregato di andare nella nostra sezione lamentele.

[modifica] Personaggi principali

Topo dello spot Parmareggio

Mr. Jingles in una foto recente.

[modifica] Mr. Jingles

Mr. Jingles è un genio del male racchiuso nel corpo di un mus musculus, comune specie di topini di campagna. Viene scovato nel Miglio da Delacroix per caso, che decide di sottomettere con la sua pucciosità per ottenere facilmente cibo e gratificazioni affettive. Poco si sa del suo passato, forse pieno di sofferenza e umiliazioni, causate da esperimenti scientifici ai quali era sottoposto senza sosta alcuna; rischia la morte quando Percy lo prende a randellate ma John lo salva con i suoi poteri quasi subito, donandogli così una vita oltremodo lunga. Le malelingue insinuano che, venuto a conoscenza dei poteri di Coffey, Mr. Jingles si sia fatto deliberatamente colpire da Percy per poi farsi curare da lui, mirando sin dall'inizio alla vita eterna.[Fonte non confermata]

[modifica] John Coffey

John Coffey è l'agnello sacrificale su cui si basa l'intero film. È un tizio negro diversamente abile che è capace di compiere inspiegabilmente dei miracoli strabilianti, come ad esempio far dire cose intelligenti ad Emilio Fede, far vedere di nuovo a coloro che hanno perso la vista, resuscitare topini in fin di vita. Viene accusato di omicidio, un reato che non ha mai commesso né sarebbe capace di compierlo, solo perché degli assatanati lo trovano sul luogo del delitto sporco di sangue con in braccio le due vittime[18]; siccome alla giustizia non interessano molto i fatti, né intende scomodarsi per un povero individuo di colore, finisce lui sulla vecchia scintillante al posto di Wharton[19] senza battere ciglio, anzi ne è felice, perché così può, a suo dire, finalmente trovare la pace. Mah...

Tom Hanks (Cast away)

Paul Edgecombe ritratto da giovane nel suo periodo Punk, si diverte a vandalizzare i muri della sua tranquilla cittadina.

[modifica] Paul Edgecombe

È il direttore del Miglio verde nel 1935 nonché l'anziano nonnetto che fa largo abuso di viagra all'inizio del film. È un uomo normale e onesto, anche se sostanzialmente, il suo lavoro consiste nel mandare a morire delle persone sulla sedia elettrica, un po' come fanno nei mattatoi coi capi di bestiame. Vive sotto la spada di Damocle dei sensi di colpa ogni giorno, tanto che, per calmierare il loro nefasto effetto sulla sua psiche, è costretto a passare il tempo giocando a Golf, Bowling e ad organizzare brunch e aperitivi serali a casa sua che puntualmente si trasformano in spettacoli a luci rosse. Non fa nulla per evitare che il povero Coffey finisca sulla vecchia scintillante, ma accetta di buon grado il dono della salute di ferro che John gli fa, curandolo dall'infezione alle vie urinarie. Al giorno d'oggi è senatore a vita in uno Stato pseudo-liberale.

[modifica] Brutus "Brutal" Howell

David Morse sorpreso

Brutal in una delle sue espressioni migliori. Che uomo fascinoso...

Brutus "Brutal" Howell è un energumeno ed un secondino piuttosto capace; eterotrofo e vorace carnivoro, sceglie luoghi freschi e ventilati per acciambellarsi quando si riposa. È un grande amico di Edgecombe, anche se il suo ruolo nello svolgimento della trama è marginale; si limita a picchiare la gente, i detenuti e Percy Wetmore, godendo particolarmente in quest'ultimo caso. Si pensa che il suo soprannome derivi proprio da queste sue manesche abitudini.[Ovvietà necessaria] Ad un certo punto del film, organizza una grigliata insieme agli altri secondini del Miglio ma, con evidente cattiveria, li coinvolge in uno scherzo a Paul che consisteva sostanzialmente nel dargli fuoco.

[modifica] Percy Wetmore

È il personaggio più odioso[20]. Persino Wharton risulta più simpatico. È un nano impomatato e spocchioso, unto e bisunto, subdolo e vendicativo[21]. Un vero pezzo di merda insomma. Si pavoneggia nel Miglio, facendo lo sbruffone con il suo manganello fatto a mano e la sua fondina in pelle rifinita artigianalmente, credendosi un figo; tuttavia le donne non se lo cagano neppure per sbaglio, tant'è che è costretto a ripiegare su riviste pornografiche e fumetti sconci. Si diverte come un sadico a veder bruciare Delacroix in maniera atroce, quando invece di bagnare la pelle dello sventurato con una spugna umida dove poi andranno ad agire gli elettrodi, la lascia asciutta, facendolo diventare all'istante una sorta di flambè umano. Viene punito, proprio per questa sua malvagità da John Coffey, che gli fa perdere il senno con una bella overdose di insettini neri malefici, i quali gli spappolano le meningi. Verrà poi successivamente utilizzato, secondo alcune leggende una volta mummificato, dalla regina Elisabetta come soprammobile umano di cattivo gusto e attualmente si trova al famoso museo delle cere di Londra.

Il Miglio verde2 (film)

Percy Wetmore e William Wharton ritratti in un caloroso abbraccio fraterno.

[modifica] Billy "the Kid" Wharton

William Wharton è un cazzaro di prima categoria. Appena nato, si divertiva a causare ferite ai capezzoli della madre succhiando dalle sue mammelle, ad uccidere lucertole sezionandole, a mangiare formiche abbrustolite, a distruggere gli scroti altrui sia con scherzi idioti e crudeli che annichiliscono la dignità delle povere vittime, che con l'ausilio di mazze di legno. Ormai adolescente, diventa un sedicenne metallaro per poi pentirsene subito e darsi alle rapine in banca, cosa in cui scopre di eccellere. Scopre anche di essere un fine ingannatore, subdolo, meschino, infido, mellifluo affabulatore nonché integerrimo stupratore di donne incinte e pedofilo. Insomma un poco di buono, un vero delinquente. Viene catturato dagli sbirri innumerevoli volte ma lui riesce sempre a scamparla, con trucchi inusuali come nascondersi in una scatola, travestirsi da rinoceronte o anche fingersi morto. Viene catturato definitivamente dalla polizia per via di una rapina non proprio perfetta, in cui tra l'altro tutto era andato storto: a causa della crisi, nel caveau non era rimasta che la paperella per fare il bagno del direttore e una foto della sua segretaria mezza nuda. Durante il film si scopre che è il vero assassino delle gemelline e che John si trovava lì solo perché tentava di salvarle coi suoi poteri. Ma a nessuno importa di ciò.

[modifica] Personaggi secondari

  • Melinda Moores: È la nonna di Paul ed è malata di cancro; scassaballe di prima categoria, vive con un fucile sotto il cuscino e un altro sotto il materasso con il quale si diverte ad uccidere i negri che accidentalmente si trovano a passare davanti casa sua.
  • Toot: È un vecchio pervertito che vende inutili cianfrusaglie ai detenuti del Miglio. A richiesta si esibisce anche in performance live di nudo integrale, spogliarelli e lap dance per una modica cifra. È l'amante segreto di Paul[22].
  • Jan Edgecombe: È la moglie di Paul. Sembra una mogliettina perbene e timorata di Dio, in realtà è una zoccola impenitente. Non fa altro che andare in giro per la contea a trastullarsi con bande di manovali di colore da mattina a sera. Muore lasciando così Paul solo, che comunque non ne sembra rattristato.
  • Eduard Delacroix: È un francese leggermente omofobico, che ha ucciso qualche decina di persone non si sa come. Tuttavia dimostra un umanità superiore a quella di molte bestie feroci; ha una tresca segreta[23] con Mr. Jingles.
  • La vecchia scintillante: È la sedia elettrica del Miglio, nonché sua mascotte ufficiale. Ogni volta prima di un esecuzione, Toot si diverte come un matto a fingere di avere un orgasmo sopra di lei, cosa che fa incazzare parecchio i secondini.

[modifica] Curiosità

Icona scopa
L'abuso della sezione «Curiosità» è consigliato dalle linee guida di Nonciclopedia.

Però è meglio se certe curiosità te le tieni pe' ttìa... o forse vuoi veder crescere le margherite dalla parte delle radici?

  • Si ipotizza che il titolo del romanzo da cui il film è stato tratto tragga le sue origini dai cereali che Stephen King mangiava a colazione, Cereali Miglio verde appunto[24].
  • I genitori delle due bambine morte sono vittime e carnefici allo stesso tempo. No aspettate, volevo solo dire cacca ho sbagliato a scrivere.
  • Nonostante le grandi dimensioni del carcere di Cold Mountain, sembra non esistano sgabuzzini dato che sia la cella d'isolamento, sia la stanza della "vecchia scintillante" sono adibiti a magazzini/garage temporanei.

[modifica] Note

Cioè, stai davvero leggendo le ♪♫note♫♪?! Pazzesco...
  1. ^ Insomma di originale aveva solo i titoli di coda.
  2. ^ Famosa per la grande umanità dei suoi abitanti...
  3. ^ Era il 1900 circa, anno più anno meno...
  4. ^ Il cognome è sconosciuto e comunque A nessuno importa.
  5. ^ Dopo averle lucidate con il Vetril®.
  6. ^ In ordine la banda Bassotti, Paperoga e una ventina di immigrati messicani i quali avevano l'unica colpa di essere arrivati nel North Carolina senza sapere come...
  7. ^ Tanto di mani ne aveva due e comunque era un condannato a morte, a cosa gli servivano le mani??
  8. ^ Si ipotizza per evitare di finire in carcere...
  9. ^ Selezionate attentamente dalla filiera di controllo Granarolo.
  10. ^ Tra l'altro con la delicatezza che può avere un tizio negro alto due metri del peso di circa trecento chili.
  11. ^ Stringersi le palle fa questi ed altri effetti...
  12. ^ Sempre per colpa di Percy, che, sadicamente, prova ad imitare il Dr. Frankestein usandolo come cavia...
  13. ^ Inutilmente dato che John lo salverà da una morte certa coi suoi poteri.
  14. ^ Quindi solo per fini strettamente personali...
  15. ^ Che finirà in un ospedale psichiatrico, lo stesso dal quale proveniva Wharton e come compagno di stanza avrà proprio Maurizio Gasparri.
  16. ^ È solo un film non vi preoccupate...
  17. ^ Di cui scommetto nessuno di voi bastardi si ricordava...
  18. ^ Ed evidentemente non è bastato loro sentirsi rispondere Ero da queste parti e ho sentito dei rumori.
  19. ^ Che comunque fa una fine orrenda...
  20. ^ Infatti per tutelare la vostra salute mentale eviteremo di inserire foto di costui in questo articolo.
  21. ^ Ehi un momento...chi mi ricorda?
  22. ^ Come credete che l'abbia presa l'infezione alle vie urinarie? Ingenui...
  23. ^ Ma nemmeno tanto...
  24. ^ Evidentemente fatti con granone acerbo e/o selvatico.

[modifica] Pagine correlate

Strumenti personali
FANDOM