Il gladiatore

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Il Gladiatore
Il gladiatore.jpg
"Questa è SPARTAAAAAAAAAAA!"
Paese: USA&GETTA
Regista: Gerry Scotti
Casa produttrice: First(1st)Century Fox
Sceneggiatura: Valerio Massimo Manfredi
Anno: 181 D.C
Genere: Mattone
Colore: Opaco
Suono: Tante urla di dolore
Interpreti e personaggi
I più importanti:
Quote rosso1.png Mi chiamo Massimo Decimo Meridio, comandante dell'esercito del Nord, generale delle legioni Fenix, servo leale dell'unico vero imperatore Marco Aurelio. Padre di un figlio assassinato, marito di una moglie uccisa... e avrò la mia vendetta... in questa vita o nell'altra Quote rosso2.png

~ Massimo Decimo Meridio a chiunque gli chieda il suo nome

Il gladiatore è il solito film ambientato nell'antica Roma con veridicità storica pari alle teorie di Roberto Giacobbo.

[modifica] Trama

[modifica] Introduzione

Il film si apre con la famosa sequenza in cui i Romani dimostrano la loro superiorità sui Barbari. Per sconfiggere un pugno di nemici, infatti, distruggono un'intera foresta con catapulte e frecce infuocate, chiedono l'ausilio dei carrarmati, dell'Aeronautica Militare e dell'Arma dei Carabinieri, e fingono di avere una tattica quando l'unica cosa che fanno è correre incontro ai nemici gridando in modo osceno. Dopo la battaglia il generale Massimo Decimo Meridio viene acclamato con urla di gioia e cori da stadio come se avesse vinto la Champions League, a tal punto che l'imperatore Marco Aurelio De Laurentiis in privato gli chiede di diventare il suo successore dopo la sua morte. Massimo gli augura di finire ai Campi Elisi al più presto e si allontana piuttosto contrariato.

[modifica] Sviluppo

Marco Aurelio : Quote rosso1.png Sono vecchio e vorrei che tu, amico mio, mi sostituissi come legittimo imperatore. Quote rosso2.png
Massimo : Quote rosso1.png Ma va a morì ammazzato! Che mi frega a me di fare l'imperatore? Quote rosso2.png
Logo di Wikipedia sballonzolante.gif
Per quelli che non hanno il senso dell'umorismo, su Wikipedia è presente un articolo in proposito. Il gladiatore

L'imperatore, avendo una quasi completa sordità, non capisce nulla di ciò che gli viene detto e, contento di aver trovato un buon successore, va a dare la notizia a Commodo, suo figlio, ma questi non condivide la scelta del padre e lo uccide.

Marco Aurelio : Quote rosso1.png Commodo, siediti e mettiti "commodo", ahahah! Quote rosso2.png
Commodo : Quote rosso1.png Padre, sono anni che continuate a farmi queste battutine del cazzo, non credete sia ora di smetterla? Quote rosso2.png
Marco Aurelio : Quote rosso1.png No. Quote rosso2.png
Commodo : Quote rosso1.png Mi avete stancato, ora morirete! Quote rosso2.png
Marco Aurelio : Quote rosso1.png L'importante è non lasciare in vita testimoni "scommodi", ahahah! Quote rosso2.png

Commodo si proclama così nuovo imperatore di Roma e ordina di uccidere Massimo. Ma egli, con un abile trucco, sfugge ai soldati.

Massimo : Quote rosso1.png Ehi, guardate là, c'è il dio Marte che si gratta il culo! Quote rosso2.png
Soldati : Quote rosso1.png Dove? Dove? Quote rosso2.png

Per errore viene poi scambiato per la guida turistica di una comitiva di pensionati diretti a Roma. Inizialmente Massimo se la cava bene, ma arrivato al Pantheon commette una gaffe così grossa che lo costringe a fuggire dalla folla di pensionati inferociti.

Scena de Il Gladiatore.jpg

Massimo e l'autista del pullman di pensionati che sedano una rissa scoppiata per una dentiera fuori posto.

Massimo : Quote rosso1.png ...e quello che potete vedere alle mie spalle è il Pantheon, la chiesa dedicata alla Madonna... Quote rosso2.png

Giunto nei pressi del Colosseo rimane stupito alla vista dell'enorme struttura, poi, a causa della forza di attrazione turistica, rivolge la sua attenzione ad altro:

Massimo : Quote rosso1.png Guardate, la fontana di Trevi! Andiamo a lanciare una monetina! Quote rosso2.png

Ma il tempo per visitare la città si esaurisce poiché Massimo, tentando di gettare un sesterzio nella fontana, colpisce per sbaglio Commodo, che, rincoglionito dalla tremenda botta in testa[citazione necessaria], lo sfida a combattere un incontro all'ultimo sangue nel Colosseo[1].

[modifica] Intrigo a corte

Commodo progetta per filo e per segno il piano con cui vincerà, così mentre lui e Massimo si dirigono al Colosseo, gli offre una sigaretta, poi un'altra ed un'altra ancora, in modo da fargli venire il vizio del fumo e quindi il catrame nei polmoni, cosa che poi lascerà al figlio di Marco Aurelio un discreto margine di vantaggio. Quando il duello ha inizio Massimo barcolla ed è spaesato come un bevitore arrivato al nono whisky, tutto sembra ormai perduto. Massimo però è più furbo di quanto si creda e ha avvelenato il reintegratore vitaminico di Commodo con un purgante per elefanti che, una volta cominciato a far effetto, porta Commodo alla morte tra atroci sofferenze intestinali. Subito dopo Massimo, vincitore, si accascia a terra, morto[2]. La sua anima vola ai Campi Elisi dove, in sella a una mietitrebbia, investe tutti quelli che gli hanno rotto le palle mentre era in vita. PER L'ETERNITÀ...

FINE

o forse no..?
o forse sì..?

[modifica] Curiosità

Icona scopa.png
L'abuso della sezione «Curiosità» è consigliato dalle linee guida di Nonciclopedia.

Però è meglio se certe curiosità te le tieni pe' ttìa... o forse vuoi veder crescere le margherite dalla parte delle radici?

  • In realtà il titolo originale de "Il Gladiatore" era "Pulp Fiction" e doveva essere ambientato nel quarto livello di Metal Slug 2. In che modo si sia arrivati al risultato attuale non è dato saperlo.
  • Per girare la scena dello scontro fra Romani e Germani furono assoldate 30.000 comparse all'uscita di San Siro dopo un derby Milan-Inter.
  • Le scene di combattimenti, sventramenti e scannamenti compresi, sono tutte vere.
  • La zoccolona sulla biga, quella durante la scena della battaglia al Colosseo, fu scritturata in Corso Sempione, ma ora, dopo qualche anno, è diventata un cesso madornale e gira con un bastone perché durante le riprese si fratturò una gamba che non è mai tornata a posto completamente. Ha citato per danni Ridley Scott ma non ha mai preso un centesimo.
  • La frase: "Al mio segnale scatenate l'inferno" fu ispirata dai fischi del capostazione delle Ferrovie Nord quando fa partire i treni per Gallarate.
  • Il film si è rivelato uno dei maggiori successi della sua annata cinematografica. Nel 2000 a livello internazionale ha incassato circa 457.640.000 $, secondo solo a "Le fantastiche avventure di Peter coniglio".

[modifica] Voci scorrelate

[modifica] Note

  1. ^ sfida ritenuta valida per la cintura di campione WWE (World Wrestling Entertainment)
  2. ^ IL FUMO UCCIDE


SPQR.png
SPQR.png
SPQR 2.png


Strumenti personali
wikia