Il Vangelo secondo Matteo

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Logo Portale Pasolini.png
FILM DI CUL...TO

Qualcuno ha definito questa pellicola "capolavoro inarrivabile".
Qualcun altro ha pensato che fosse "spazzatura intollerabile".
È il momento di agire! Rendi il Cinema migliore: accoppa un critico!

Logo Portale Pasolini.png


Il Vangelo secondo Matteo
Film Il Vangelo secondo Matteo locandina.jpg
Miracolo è quando zoppo cammina.
Paese: Italia
Regista: Pier Pablo Pisolini
Casa produttrice: Nazaret Production™
Sceneggiatura: Pier Paolo Facciotuttoio
Anno: 1964
Genere: Delirio religioso
Colore: Non ancora
Suono: A volte
Interpreti e personaggi
Nemmeno uno conosciuto

Matteo (8,1-4)

Arcangelo Gabriele : Quote rosso1.png Annunciazione! Annunciazione!... Tu Marì, Marì, fai il figlio di Salvatore, Gabriele ti ha dato la buona notizia... Annunciazione! Annunciazione! Quote rosso2.png
Lucia : Quote rosso1.png Ma io non sono Maria, io non mi chiamo Maria... Quote rosso2.png
Arcangelo Gabriele : Quote rosso1.png Ma questa non è Via dei ciliegi? Quote rosso2.png
Lucia : Quote rosso1.png No, questa è Via dei susini. Gabriè, salutame a soreta! Quote rosso2.png

Matteo (4,18–20)

Gesù : Quote rosso1.png Simone detto Pietro e Andrea, posate le reti e seguitemi. Farò di voi pescatori di uomini. Quote rosso2.png
Pietro : Quote rosso1.png Tanto pe' capì se ce conviene, al mercato li pagano più o meno dei saraghi? Quote rosso2.png

Matteo (6,24 e spicci)

Gesù : Quote rosso1.png Nessuno può servire a due padroni, o odierà l'uno e amerà l'altro. Non potete servire a Dio e a mammona! Quote rosso2.png
Andrea : Quote rosso1.png Mammona?! A sor Maé, ogni tanto metti i sottotitoli sennò chi te capisce è bravo! Quote rosso2.png

Matteo (7,1–5)

Gesù : Quote rosso1.png Non giudicate, per non essere giudicati. Perché vedi la pagliuzza nell'occhio del tuo fratello, mentre non ti accorgi della trave che hai nel tuo occhio? Quote rosso2.png
Tommaso : Quote rosso1.png Perché la mia è solo congiuntivite! Quote rosso2.png

Matteo (27,24–26)

Pilato : Quote rosso1.png Chi volete libero: Gesù o Barabba?. Quote rosso2.png
Il popolo : Quote rosso1.png BARABBA! BARABBA! Quote rosso2.png
Pilato : Quote rosso1.png Vabbè, Barabba libero e Gesù Cristo stopper ma se perdemo nun è colpa mia. Quote rosso2.png

Il Vangelo secondo Matteo è un film di Pier Paolo Pasolini uscito nel 1964, incentrato sulla vita di Gesù così come descritta da Don Matteo.
Trattando in maniera antidogmatica un argomento di carattere religioso, l'opera scatenò un aspro confronto intellettuale sulla stampa, e l'uso della parola "intellettuale" è consentito perché Augusto Minzolini aveva all'epoca 6 anni e ancora era fermo ai bastoncini. Dopo l'accusa di vilipendio alla religione, rimediata con La ricotta, Pasolini era finito nella black list del Vaticano, tanto che riceveva settimanalmente lettere anonime con dentro un'ostia bagnata nel vino rosso. Per scongiurare la dannazione eterna si avvalse della consulenza di alcuni teologi di fama condominiale, che gli sconsigliarono di inquadrare la Maddalena in perizoma e calze a rete.
Dopo un fallimentare sopralluogo in Palestina, alla ricerca di luoghi in cui ambientare il film, le riprese furono tutte effettuate in Italia, fatta eccezione per quelle girate in Calabria. Come sempre Pasolini scelse di lavorare con attori non professionisti, anche se in seguito, durante le sedute spiritiche, ha più volte confessato che uno come Costantino Vitagliano gli avrebbe fatto assai comodo. Per le comparse venne utilizzata la locale popolazione contadina, dopo averli rassicurati che la telecamera non li avrebbe privati dell'anima.

[modifica] Trama elegantemente illustrata

[modifica] La critica

Montanelli.jpg

Sì l'ho visto, ma non ti dico un cazzo!

Quote rosso1.png Un film fedele al racconto, non all'ispirazione del Vangelo. D'altra parte, uno stimolato dai rapporti contro natura non può certo interpretare a fondo il pensiero religioso. Quando c'era Torquemada queste cose non succedevano, Pasolini ci avrebbe pensato bene prima di fare scempio della sacra parola di Dio, o se ne sarebbe pentito amaramente. Ah, bei tempi! Quote rosso2.png

Quote rosso1.png Il nostro cineasta ha soltanto composto il più bel film su Cristo che sia stato fatto finora. Ci ha restituito l'autentica figura del Gesù reazionario e comunista. Hasta la resurrección siempre! Quote rosso2.png

Quote rosso1.png Indimenticabile la scena della resurrezione. Quote rosso2.png

Quote rosso1.png Bello! ello... ello... ello... Quote rosso2.png

Quote rosso1.png Minchia che film! Quote rosso2.png

Quote rosso1.png Non male! Quote rosso2.png

Quote rosso1.png Bau! Quote rosso2.png

[modifica] Le reazioni della chiesa

Quote rosso1.png Oh cazzo! Quote rosso2.png

~ Il portavoce del Vaticano.

[modifica] Il remake del 2016

Film Il Vangelo secondo Matteo Renzi locandina.jpg

Per risolvere la crisi ci vuole un miracolo? Dio ci ha mandato lui.

Nel 2016, grazie agli introiti garantiti dalla sanatoria sui capitali evasi all'estero, o tramite qualche altra tassa che si inventerà apposta, la Rai produrrà un remake del film. Il progetto è nato da un'idea di Matteo Renzi, che oltre a curarne la produzione[1] interpreterà il ruolo di Gesù. Il regista ha preferito restare anonimo, per non precludersi la carriera. Dopo il successo ottenuto col Patto del Nazareno Renzi ci riprova, ancora con una novella a carattere religioso, convinto che con la sua determinazione[2] anche questa impresa andrà in porto.
La storia sarà leggermente attualizzata, soprattutto per quanto riguarda i miracoli, in particolare sono previsti:

L'unica speranza e che almeno il finale non sia completamente stravolto, sono ammesse solo alcune piccole varianti:

  • che sulla croce ci sia scritto TARI;
  • che la pietra del sepolcro sia sostituita da una robusta porta corazzata antisfondamento;
  • che dopo il martirio la popolazione di diletti in festosi baccanali per 40 giorni.

[modifica] Il nuovo cast

Matteo Renzi interpreta Gesù in un film.jpg

"Com'era la battuta? Bidibibodibibù e la crisi non c'è più... vero?".

Gesùcompagnone2.jpg

Non perderti questo nuovo capitolo della saga. Ti aspetto al cinema.

Contrariamente a quanto fatto da Pasolini, il nuovo cast è composto da professionisti e bastar star di caratura mondiale.

Infam Interpreti Personaggio
Matteo Renzi Gesù Cristo
Belén Rodríguez Maria, Madre di Gesù (giovane)
Angela Merkel Maria, Madre di Gesù (adulta)
Mara Carfagna Maria Maddalena
Angelino Alfano Giuda Iscariota
Nuovo governo gli Apostoli
Beppe Grillo Caifa
Gianroberto Casaleggio Anna
Enrico Letta Giovanni Battista
Vladimir Putin Erode Antipa
Giorgio Napolitano Ponzio Pilato
Gianni Alemanno il ladro sulla croce a destra
Ignazio Marino il ladro sulla croce a sinistra
Silvio Berlusconi Lazzaro
Raffaella Fico Salomè
Daniele Capezzone l'Arcangelo Gabriele
Matteo Salvini Cassio Longino
Renzo Bossi l'asinello
Giuliano Ferrara il bue
Gli italiani il popolo bue

[modifica] Curiosità

Icona scopa.png
L'abuso della sezione «Curiosità» è consigliato dalle linee guida di Nonciclopedia.

Però è meglio se certe curiosità te le tieni pe' ttìa... o forse vuoi veder crescere le margherite dalla parte delle radici?

  • Per la figura di Cristo il regista sceglie Enrique Irazoqui, un sindacalista catalano diciannovenne impegnato nella lotta contro il regime franchista, doppiato da Enrico Maria Salerno. Durante le riprese ovviamente parla spagnolo e alla battuta "Lazzaro alzati e cammina" sostituisce "Franco es una puta cabra". All'uscita della versione spagnola viene convocato da Francisco Franco, che da giovane teneva corsi di lettura labiale. Di Enrique si sono perse le tracce.
  • Il tizio che interpreta Caifa non è doppiato, il dialetto parlato a Montescaglioso (MT) è identico all'aramaico maccabaico.
  • Il ladrone che si rifiuta di parlare con Cristo in croce è doppiato da un muto.
  • Maurizio Gasparri l'ha definito: "Un film fatto da un comunista che parla di comunisti", riciclando una sua precedente dichiarazione usata già per Twilight e per Pirati dei Caraibi.
  • Dopo averlo visto Flavia Vento ha dichiarato: "Finalmente una storia nuova. Peccato che nel 2015 ci siano ancora registi che usano il bianco e nero".

[modifica] Note

Cioè, stai davvero leggendo le ♪♫note♫♪?! Pazzesco...
  1. ^ coi soldi degli italiani
  2. ^ e l'atavica cretinaggine del suo popolo

[modifica] Voci correlate

Pasolinate logo.jpg
Strumenti personali
wikia