Hideaki Anno

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Quote rosso1.png Non sono pazzo! L'ho visto davvero l'angelo gigante! Quote rosso2.png

~ Hideaki Anno rivolto agli addetti dell'istituto di igiene mentale
Quote rosso1.png .....non ho capito. Quote rosso2.png

~ Hideaki Anno dopo aver visto il finale di The End of Evangelion

Hideaki Anno, affettuosamente chiamato dai suoi conoscenti lo psicolabile, è un famoso serial killer giapponese, reo di aver ideato la serie televisiva psicotropa Neon Genesis Evangelion, che ha danneggiato le menti di milioni di giovani occidentali e fatto rivoltare nella tomba migliaia di teologi[1].

Hideaki-anno.jpg

Scappa! Vuole prenderti!

[modifica] Gli esordi

Hideaki divenne famoso nel 1983, quando, ancora giovine otaku, insieme ad alcuni colleghi produsse un breve video per una fiera di rafani animati avente come protagonista una bambina che combatteva da sola contro tutti i mostri e robot dell'animazione nipponica e poi se ne andava a bordo di una gigantesca astronave rafano. E fu subito successo! Tanto che l'anno successivo ripresentò lo stesso video con la protagonista cresciuta e vestita da coniglietta di playboy. E fu ancora successo! Da allora il giovane Anno capì che per avere successo bastava ripresentare sempre le stesse cose con minimi cambiamenti. E che c'è gente che pagherebbe per questo. Da allora questa sarebbe stata la sua filosofia. Dopo si dedicò alla regia degli anime con uno strano film su un assorbente cadetto con le ali e la serie Il mistero della pietra azzurra (un plagio di Atlantis della Disney). Quest'ultimo anime aveva come nome "Nadia del mar delle meraviglie" in giappone, "Il segreto dell'acqua blu" in tutto il mondo e "Il mistero della pietra azzurra" in Italia. Poiché i tre titoli non hanno nessun collegamento logico reciproco e soprattutto fanno relativamente schifo, leggendoli il regista entrò in depressione.

[modifica] Neon Genesis Evangelion

Entrato nel periodo di depressione acuta, Hideaki iniziò a fare uso di psicofarmaci, poi di LSD, anfetamine e altre sostanze stupefacenti. Quando il direttore degli studi Gainax andò a prenderlo, nella sua casa sul lago di Garda, per offrirgli un lavoro, lo trovò in uno stato pietoso. Non si lavava da mesi, lattine di birra e cartacce ricoprivano il pavimento di casa sua, era ubriaco e, soprattutto, stava seguendo attentamente i puffi in tv:

Wikiquote.png
«Mi servivano per trovare l'ispirazione.»

Anno si giustificò dicendo che i puffi e gli stupefacenti erano il suo mezzo per avvicinarsi a Dio, e di lì a poco riuscì a trasporre in una serie animata i suoi inquietanti trip mentali. Nacque così Neon Genesis Evangelion.

[modifica] Altre opere

Non pago del danno neurologico arrecato dalle prime due serie, Anno pubblicò altri orrori. "Le situazioni di lui & lei" è uno di questi. Tra introspezioni incomprensibili e inquadrature assurde, senza quasi mai una scena di sesso si osservano le improbabili vicende emotive di due psicopatici e di altri personaggi disturbati mentalmente.

In seguito Anno partorì una roba chiamata "FLCL Fooly Cooly": nessuno sa come si pronunci né cosa significhi, ma in sostanza narra la vicenda di una fabbrica a forma di ferro da stiro gigante, un robot uscito dal nulla e un ragazzino - stranamente meno sfigato dei soliti personaggi di Anno - il quale ha un bernoccolo quadrato in testa. A discolpa di Anno va detto che quest'ultimo progetto non era totalmente suo. Tuttavia a conferma della sua incredibile capacità interpretativa Anno si ritagliò la parte di doppiatore della voce del gatto del protagonista.

[modifica] Curiosità

Icona scopa.png
L'abuso della sezione «Curiosità» è consigliato dalle linee guida di Nonciclopedia.

Contribuisci a scop migliorarla disintegrando le informazioni nel corpo della voce e aggiungendone di inappropriate

  • Anno fa parte del Magisterium.
  • Se vedete Anno per strada non guardatelo negli occhi, e allontanatevi senza fare scatti.
  • Neon Genesis Evangelion è considerato una patologia borderline dall'OMS.

[modifica] Note

  1. ^ alcuni dei quali ancora vivi.


Strumenti personali
wikia