Harry Potter e il Calice di Fuoco

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Silente e il calice di fuoco.jpeg

Il calice era palesemente stregato fin dall'inizio.

Quote rosso1.png Vorrei tanto essere al tuo posto... Quote rosso2.png

~ Ron Weasley ad Harry sulla sua iscrizione al Torneo Tremaghi
Quote rosso1.png Se fossi stato al tuo posto mi sarei sparato. Quote rosso2.png

~ Ron Weasley ad Harry dieci secondi dopo l'inizio della prima prova

Harry Potter e il Calice di Fuoco è il quarto capitolo delle famose avventure del nostro miope eroe che questa volta avrà a che fare con draghi malvagi, maghi malvagi, balli malvagi, calici incendiari malvagi, e malvagi malvagi.

[modifica] Personaggi introdotti

  • Fleur Delacour: campionessa di Beauxbatons. Francesina spocchiosa che detesta Harry per metà del libro e per l'altra merà non lo fila proprio nonostante questi salvi la sorellina in un atto di pura stupidità. È la più scarsa del Torneo Tremaghi, sì suppone abbia usato le proprie doti per ottenere l'iscrizione.
  • Cedric Diggory: campione in seconda di Hogwarts, è lo stereotipo del figo. Preda ambita anche dagli uomini, mostra sin da subito una sincera pena per Potter perché detestato da tutti (proprio come succede a Pattinson nel mondo reale) quindi decide di dargli una mano e poi soffiargli la ragazza. Harry lo ricambia invitandolo, a fine libro, ad un'uscita a quattro con lui, Lord Voldemort e Codaliscia. È purtroppo questo l'inizio di una catastrofe, ma questa è un'altra storia.
  • Viktor Krum: campione romeno di Durmstrang, è il miglior giocatore di Quidditch vivente, e per questo anche a lui, come a Diggory, le ragazze la sbattono in faccia. Anche Ron vorrebbe poterlo fare, ma la sua conformazione non glielo permette. Parla come un immigrato DOC e vorrebbe inzuppare il biscotto con Hermione. Lei fa finta di starci, lo si capisce dal fatto che il poveraccio non riesce nemmeno a toccarla, Hermione. Pur essendo bulgaro, parla (non si sa perché) con un finto accento tedesco che gli fa perdere la già poca dignità che possiede.
  • Alastor "Malocchio" Moody: si ritorna ai professori di Difesa contro le Arti Oscure che hanno dei problemi; di fatti Malocchio passa circa 600 pagine di libro rinchiuso nella cantina del suo baule e al suo posto troveremo Bartolomeus Crouch Junior, che lo imiterà alla perfezione. Crouch è tutto ciò che era Malocchio: un pazzo afefobico androfobico necrofobico autofobico contreltofobico ipocondriaco. Non soffre però di autodismorfobia, il chè è strano, dato che somiglia a una bambola di pezza cucita male. Aiuta Harry a superare le prove del Torneo Tremaghi per poi tentare di ucciderlo.
  • Rita Skeeter: giornalista che si diverte a sodomizzare i protagonisti delle sue interviste. Grazie a costei, Harry cercherà di suicidarsi più volte durante l'anno, essendo egli il suo bersaglio preferito. Sa trasformarsi in uno scarabeo stercorario, di fatti è pure un poco stronza. Nel tempo libero rovina l'esistenza a chi la infastidisce.
  • Ludo Bagman: idiota panzone che in gioventù giocava a Quidditch e che ora è a capo dell'Ufficio per i Giochi e gli Sport Magici. Un po' come se mettessero Totti al Ministero dell'Istruzione. Tenta di aiutare Harry a superare le prove del Torneo perché ha dei debiti così pesanti che se non paga, i goblin lo linciano. Harry, da sportivo qual è, non accetta l'offerta. Alla fine del libro sarà denunciato a piede libero per un giro di scommesse illegali nel quale finiranno coinvolti Fred e George e un gruppo di folletti.
  • Olympe Maxime: preside di Beauxbatons, e "maxima" in tutti i sensi: pesa quanto una balenottera azzurra ed è alta il doppio Hagrid. Cerca di sedurre quest'ultimo per poter far vincere il Tremaghi alla Delacour, ma si offende quando questo le dice: "Mi somigli, sei una mezzogigante barbuta". Hagrid, quel pozzo di saggezza, non riuscirà mai a capire perché se la sia presa così tanto.
Jafar da Aladin.jpg

Igor Karkaroff

  • Igor Karkaroff: preside di Durmstrang, è l'unico immigrato regolare di tutta Durmstrang ed è inoltre un ex-mangiamorte cagasotto. Ha l'inspiegabile bisogno di rivelare ogni suo più piccolo problema a Piton. I suoi timori non sono infondati, infatti sarà accoppato a fine libro.
  • Bartemius Crouch Senior: l'impeccabile Bartemius Crouch, capo di Nonsoché Qualcosa Magico del Ministero nonché co-organizzatore del Torneo, nasconde un torbido segreto, cioè quello di avere in casa un pericoloso assassino menomato mangiamorte che tutti credono morto: suo figlio. All'inizio del libro, però, Voldemort libererà quest'ultimo e schiavizzerà Bartemius, che poi sarà ucciso dallo stesso figliolo e il suo corpo trasformato in un osso e occultato.
  • Cho Chang: Cho non è altro che una ragazza dai natali anglo-nipponici assoldata da Cedric per distrarre Harry dal Torneo. Costei gioca anche da Cercatrice per la squadra di Quidditch di Corvonero. Finirà con l'innamorarsi di Harry, ma solo dopo che Cedric rimarrà ucciso come un fesso.
  • Mangiamorte: i seguaci di Voldemort. Ci tengono tanto al loro padrone che al suo richiamo scappano. Vanno in giro vestiti come membri del Ku Klux Klan, ma hanno la particolarità di indossare maschere strafighe tipo quelle usate al Carnevale di Rio.
  • Winky: l'elfa pagata in nero di Crouch, sarà licenziata da quest'ultimo per non essere riuscita a tenere a bada il suo figliolo schizofrenico. Hermione, visto il trattamento subito dall'essere, fonderà un ricovero per elfi senza alloggio dal nome molto simile a un insulto, il C.R.E.P.A.
  • Studenti di Durmstrang e Beauxbatons: figure di sfondo, automi creati col solo fine di detestare Harry. Sono programmati per autodistruggersi alla fine dell'anno.
  • Voldemort: ricordate il vecchio Voldemort spiritato? Ebbene, non esiste più, perché grazie a un macabro festino tenutosi in un cimitero, al quale hanno preso parte anche Harry (come special guest) e Lele Mora (suo agente) ha riacquistato il suo corpo. Il momento subito dopo la reincarnazione dell'Oscuro Signore, quando quest'ultimo si avvicina al volto di Harry per salutarlo maliziosamente, è considerato tutt'oggi una delle scene più erotiche e sensuali degli ultimi 5 anni. Voldemort può ora ritornare al suo sport preferito, la caccia ad Harry. Può anche tornare a farsi le seghe, cosa che da spirito non poteva. È per quello che Voldemort ha sempre un colorito cinereo, perché tutto il sangue sta tenendo su la canadese due piani più sotto. A lato, un anteprima del Signore del Male.

[modifica] Trama

Stop hand.png
Attenzione, da qui in poi questo articolo contiene spoiler.

Gli spoiler rendono il testo più aerodinamico aumentandone la velocità, quindi attenzione ai colpi d'aria.

Attenzione! In Harry Potter e il Calice di Fuoco non c'è la benché minima traccia di Calici di Fuoco di sorta. Il Calice è di legno, lo stesso che hanno usato per il film Indiana Jones e l'Ultima Crociata.

[modifica] La Coppa del Mondo (no, niente testate)

Scritta Love infuocata.jpg

Il devastante simbolo di Voldemort.

La storia comincia con Harry che instaura una politica dittatoriale pacifista in casa con la minaccia di sguinzagliare il suo padrino Sirius Black, assassino pluriomicida (innocente), tenendo sotto assedio la villetta degli zii. Decide poi di andarsene a casa di Ron per vedere la finale della Coppa del Mondo di Quidditch, non prima che Fred e George rendano la lingua di Dudley simile a quella di un formichiere superdotato.

Dopo la partita di Quidditch (ove i gemelli vincono una scommessa), i Mangiamorte faranno irruzione come poliziotti a una retata in un campo nomadi, ma si limiteranno a far fluttuare Babbani come palloncini. Intanto sarà sparato da Barty Crouch junior il simbolo di Voldemort nel cielo; Winky sarà accusata del gesto e licenziata.

Le vacanze finiscono e Harry, Ron e Hermione tornano a scuola, dove apprendono che lì si terrà il Torneo Tremaghi. A Hermione viene la bella idea di fondare il C.R.E.P.A e molti credono che ci sia un eufemismo nel nome della società indirizzato a ognuno di loro, dietro la facciata d'altruismo dell'azione. Inoltre Hagrid alleverà aragoste senza licenza e Moody proverà sugli alunni Maledizioni che hanno come pena l'ergastolo, solo per divertimento, oltre a darsi alla zoofilia con gli studenti.

[modifica] E ti pareva

Arriva ottobre e mentre Sirius si trasferisce in un monolocale con vista sulla City, le delegazioni delle scuole di Durmstrang e Beauxbatons arriveranno, chi a bordo del Nautilus, chi a bordo della carrozza di Cenerentola trainata da cavalli sbronzi, per prendere parte al Torneo. La stessa sera verrà presentato agli studenti il Calice di Fuoco, nel quale i ragazzi con più di 17 anni potranno decidere di inserire il loro nome. La notte di Halloween vengono dichiarati i nomi dei tre prescelti: Cedric, Fleur e Viktor. Un attimo. Ma il titolo del libro non era Harry Potter e il Calice di Fuoco? Perché ho comprato questo libro se Harry col Calice non c'entra niente? Questo è quel che stai pensando, ignaro lettore; io ti conosco, so cosa vuoi trovare in un libro del genere, anche perché il titolo è abbastanza esplicito. E infatti solo per voi, nuovi abbonati, il Calice farà un eccezione, dando un proseguio e un senso a questa storia; Harry diventa il quarto Campione del Tremaghi (tremaghi= 3... qualcosa non quadra...).

Tre quarti degli studenti e dello staff vorrebbe saltare addosso a Harry e ingropparselo fino a causargli un'emorragia allo stomaco. Il restante quarto sono quei dodici amichetti che si era portato al banchetto e qualche Grifondoro. Ron, invidioso della popolarità dell'amico, crede che Harry abbia inserito il suo nome del calice e non crede alla versione di Harry (un po' più melodrammatica: qualcuno ha messo il mio nome lì dentro per uccidermi). Così Harry è costretto a stare con Hermione. Questo è uno dei peggiori periodi di Harry a scuola, infatti tutti lo detestano tranne i Grifondoro e su Facebook ha solo 2 amici. (Ovviamente Ginny, che non si arrende, anche se Harry passa il tempo a sospirare davanti alla foto di Cho; e Hermione, che avendo litigato con Ron non ha un cazzo da fare tutto il giorno). Addirittura nei corridoi vengono appesi striscioni, intonati cori e accesi bengala per protestare contro la sua stessa persona.

Prima delle prove che i Campioni dovranno superare, le loro bacchette sono esaminate da Olivander e Harry viene intervistato da Rita Skeeter sulla sua vita e i problemi adolescenziali di un giovane senza valori morali. La sua psicosi nevrotica peggiora sempre di più.

[modifica] L'uomo che bestemmiava ai dragoni

Hagrid una bella sera decide di mostrare a Harry in gran segreto quello che lo aspetterà alla prima prova, perciò tutti i Campioni sapranno di dover affrontare dei draghi. Harry, invece di cagarsi addosso se ne va in fretta e furia dicendo di dover incontrare uno in un caminetto. Ed è la verità, infatti parla con Sirius, al quale rivela i suoi dubbi d'amore, le perplessità riguardo al Torneo e dei draghi. Sirius non ha il tempo di dirgli come sconfiggerli a causa di Ron, che si sveglia così per caso a l'una di notte e decide di andare in Sala Comune per vedere se Harry era lì, perché non l'aveva visto a letto (Harry capisce di aver guadagnato una nuova mamma).

L'indomani Harry avvisa Cedric, essendo leale e sportivo, che la prima prova è con i draghi; Cedric lo prende per pazzo e lo invita a infilarsi la bacchetta nel culo per avergli rotto la borsa, inoltre Moody lo sente e lo invita nel suo ufficio. Qui quest'ultimo, invece di bastonarlo con la gamba di legno perché già conosceva la prima prova, gli dice addirittura come superarla: volando. Harry il giorno della prova evoca la sua scopa e comincia a giocare ad acchiapparello col suo drago, tra l'altro il più letale e sadico di tutti. Il drago comincia a fidarsi di lui, quando lui prende e porta a termine la prova fregandogli l'uovo d'oro dalla covata. Harry, pur essendo un quattordicenne sottosviluppato, supera la prova meglio dei tre attraenti diciassettenni volontari. L'uovo contiene le indicazioni per la seconda prova. Inoltre, finalmente, Harry e Ron faranno pace e Hermione proverà a boicottare le cucine di Hogwarts, dove ora lavora anche Dobby.

[modifica] Harry dimostra la sua impotenza

A Natale, Harry dovrà partecipare al Ballo del Ceppo, e lui, come ben sapete, non è all'altezza del compito. Al massimo un Ballo del Rametto, ma Ceppi niente. Eppure Harry, essendo un Campione del Tremaghi deve assolutamente partecipare. Si noti che secondo la mentalità della Rowling la prima esperienza amorosa non si può avere prima dei quindici anni, sia per Harry che per gli altri due (ricordiamo che Hermione, pur essendo cervellona, è più anziana di un anno). Alla fine, dopo avvincenti raptus di follia e qualche due di picche, i nostri amici troveranno degli esemplari di sesso femminile da portare al ballo, con la collaborazione della tresca mocciana di Ciao Darwin. La sera, al ballo, Harry fa di tutto tranne ballare. Si scopre che Hermione ha una tresca con Krum, Ron si mostra invidioso del partner dell'amica e ci litiga, Crouch si ammala, Hagrid è un Mezzogigante e Harry avrà una dritta da Cedric sulla faccenda dell'uovo per la seconda prova del Torneo. Il mattino dopo, anche i giornali scrivono che Hagrid è un Mezzogigante, perciò questi si rintana in un angolino della sua casetta a piangere, scatenando una sorta di diluvio universale. Quello stesso giorno Harry, per difendere Hagrid, fa una scenata in un pub a Rita Skeeter e Hermione lo aiuta. Dopodiché il terzetto va a curare Hagrid da un'ostinata forma di antropofobia.

[modifica] Come arrivare sul punto di stravincere una prova che sembrava persa e poi mandare tutto a monte per pura idiozia

Finalmente Harry, nonostante detesti ormai Cedric, che gli ha fregato la ragazza da portare al Ballo della Fava, decide di seguire la sua dritta. Con l'auito di una fantasma pervertita, guardona e probabilmente pedofila (Mirtilla Malcontenta), di un quadro dormiente, e di un rilassante bagno alle erbe, capisce il significato dell'uovo: la seconda prova consiste nel recuperare qualcosa dal Lago entro un'ora. Nuovo problema da risolvere per il nostro beniamino, che proprio quella notte decide di partecipare a un pigiama party con Moody, Piton e Gazza e di affidare la Mappa del Malandrino a Moody.

Ovviamente Harry, da solo, non riuscirà a risolvere neppure il dilemma dell'indovnello dell'uovo e, quando i suoi amici saranno portati via, sarà sul punto di rompere la lanterna in biblioteca solo per poter suicidarsi con un vetro rotto, quando arriverà Dobby con la soluzione: deve recuperare Ron dal Lago; ma come? Con l'Algabranchia, un'erba particolare che se tagliata per bene dà a chi la usa il dono di respirare sott'acqua (ma anche camminarci su, parlare agli animali e firmarsi Pio XIX sugli autografi). Da notare che mentre i suoi avversari devono portare su la fidanzata (Krum - Hermione, Diggory - Cho Chang) o un parente (Delacour - Gabrielle), Harry è l'unico a dover portare su un uomo; da notare la forte componente omosessuale della prova: cercare di non saltargli addosso sott'acqua. Harry, sotto effetto della droga, deciderà di portar su anche gli altri prigionieri del Regno delle Sirene per poter procedere all'immediata auto-santificazione, ma viene ostacolato e costretto a portar su solo l'amato Ron. A quel punto si arrabbia e spaventa le Sirene facendo le bollicine col naso, riuscendo così a prendere anche Gabrielle. Sarà l'ultimo a tornare a galla, ma purtroppo la sua stupidità sarà confusa con coraggio, avrà un bel voto alto e si metterà a distribuire indulgenze gratuite al pubblico.

[modifica] Harry bacia le mani al padrino

Qualche giorno dopo la prova (svanito l'effetto dell'Algabranchia), tramite lettera, Harry viene a sapere del ritorno di Sirius nelle vicinanze del Castello, inoltre finirà sui giornali per un presunto caso di cornificazione e sarà deriso e punito da Piton. Tutta invidia. Lo stesso Piton lo minaccerà di fargli bere un curioso liquido da una boccetta. La rabbia di Harry svanirà all'istante al suono delle parole: "Può darsi che la mia mano scivoli..." e inoltre si verrà a sapere che Karkaroff è un satanista dai tatuaggi che mostra a Piton, che hanno la possibilità di svanire e riapparire.

L'indomani il trio si reca a Hogsmeade, dove incontrano Sirius in un appartamento in periferia, un monastero Tibetano, che per arrivarci devi vestirti col saio, sandali e pagare 20 euro per il trasporto in funivia. Grazie a Sirius Harry saprà della cagionevole salute di Crouch, che fu quest'ultimo a condannare Sirius all'ergastolo e che il figlio di Crouch era un mangiamorte morto ad Azkaban. Così Sirius diventa nome in codice Porcino e Ron decide di scrivere a Percy riguardo la salute di Crouch. La domenica Harry, nelle cucine scoprirà che l'ex-elfa domestica di Crouch si ubriaca con bevande analcoliche, si strugge per le precarie condizioni del suo ex-padrone e fa la preziosa se le fai delle domande; invece Hermione riceverà delle lettere dove viene definita né più né meno una bagascia a causa dell'articolo delle corna di Harry. Hermione deciderà di farsi giustizia da sola.

Finalmente a Pasqua Percy risponderà alla lettera, confermando che Crouch è malato (tante grazie) e si verrà a sapere che la terza prova del Torneo consiste nel trovare la Coppa Tremaghi all'interno di un labirinto. Dopo questa spiegazione Harry e Krum saranno aggrediti da un Cruoch completamente idiota che passa metà del tempo a parlare agli alberi e l'altra metà a lamentarsi e molestare Harry. Harry andrà a chiamare Silente, ma il tempo di tornare e Krum è svenuto e Crouch svanito.

[modifica] Il contenitore di liquido argenteo

Harry comincerà ad allenarsi per la terza prova, aggiungendo alle sue limitate conoscenze una vasta gamma di incantesimi che non utilizzerà mai. Incapace di trattenersi decide di dire tutto a Silente perché affetto da ipocondria e credendo di avere l'artrosi a causa dei gesti mistici; approfitterà della momentanea assenza del preside per farsi i cazzi di quest'ultimo e scoprire nel pensatoio che Karkaroff era un cagasotto, Piton un mangiamorte, Bagman un sospetto mangiamorte e il figlio di Crouch un piagnone che aveva reso pazzi i parenti di Neville. Ovviamente Silente, nutrendo un infinito riguardo nei confronti del giovine, al suo ritorno gli farà vedere pure come funziona il pensatoio.

Harry intanto continua ad allenarsi per il Torneo, oltre a squagliare le palle degli amici che oltre a pensare agli esami devono pensare pure a lui che tenta di ammazzarsi con ogni maledizione che impara. Questo soprattutto a causa della sua crisi mistica, che lo ha fatto uscire sui giornali come pazzo maniaco disturbato con tanto di testimonianze.

[modifica] Harry Pacman e Voldemort nudo nel calderone

Lord Voldemort tocca Harry.jpeg

POSSO TOCCAAARTI... ADESSSSSSOOO!!!

Il mattino della prova Harry incontrerà alcuni componenti della famiglia Weasley venuti a fargli compagnia per la prova. Facendola breve incontrerà uno schipodo (uno scampo) di dimensioni colossali, una sfinge e un ragnone gigante che gli spezzerà una gamba; Cedric, lì vicino, essendo un signore (e pure cretino, direi), lo invita a prendere la Coppa per il coraggio dimostrato, ma Harry gli proporrà di prenderla assieme, condannandolo a morte certa (era tutto organizzato); infatti non appena toccheranno la Coppa verranno trasportati in un cimitero dove Cedric sarà fatto fuori e Harry sarà attaccato a una lapide. Arriveranno mangiamorte da ogni dove per assistere al festino e Voldemort in persona risorgerà grazie al sangue di Harry, divenendo la versione snella dello zio Fester. Poi Voldemort in persona tenterà di ucciderlo, ma Harry si salverà...come? Avete ragione, come può un idiota resistere al più grande mago oscuro vivente dopo Sedobren Gocce? Ma semplice, con i morti! Praticamente tutte le vittime di Voldemort torneranno sotto forma di spirito per proteggerlo!!! Pazzesco...

[modifica] Incompreso

Fatto sta che l'ingenuo Harry se ne torna a Hogwarts col cadavere di Cedric in braccio e sarà indagato come principale sospettato all'apertura dell'inchiesta. A quel punto Moody lo porterà nel suo ufficio e gli dirà chiaramente che in realtà fa cagare, tutte le prove le ha passate grazie a lui e che ora doveva ucciderlo; Harry, incurante dell'ultimo passo della frase si sente da far schifo perché avrebbe potuto anche passare tutte le prove senza farsi un culo come una betoniera e tenta di ammazzarsi da solo con la bacchetta che uno stupito Moody gli sta puntando contro. A quel punto entra Silente seguito dalla McGranitt e da Piton; Silente rivela che Moody è in realtà Barty Crouch junior, che il vero Moody ha passato 9 mesi in un baule e lo costringe col Veritaserum a rivelare tutto. Conosceremo così l'affascinante storia di uno squilibrato seguace di Voldemort, il quale ha anche ucciso lo "svanito per miracolo" padre. Ma tanto, chissenefrega, dal momento che a questo sarà succhiata l'anima e che Harry ha vinto il Torneo. Dopo tutto sto popò di roba, Harry si prenderà comunque il premio del Torneo.

Alla fine Hermione capirà che la Skeeter sapeva tutto dei fatti loro perché sa trasformarsi in uno scarabeo e Harry darà il suo premio a Fred e George, i quali erano rimasti senza soldi in seguito a scommesse non ripagate, per fargli aprire un negozio di scherzi. Al prossimo episodio con Harry Potter alla ricerca dell'Arca Perduta, in tutte le edicole a partire da maggio!

OKAY.png
Spoiler.gif
La trama è finita, leggete in pace.


[modifica] Galleria immagini tratte dal film

[modifica] Gli altri libri della serie


Strumenti personali
wikia