Harry Potter e i Doni della Morte

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Harry potter.jpg
Harry Potter approva questo articolo!

Quindi potete colpirlo con ogni maledizione che vi viene in mente, tanto grazie alla sua indecente fortuna è sfuggito per sette volte a Voldemort.
Che possibilità avete voi?

Harry potter2.jpg
Quote rosso1.png Un paio di calzini, un maglione di due taglie più grande e un CD di Franco Battiato. Quote rosso2.png

~ Harry Potter su i doni della morte
Quote rosso1.png Erecto! Quote rosso2.png

~ Hermione alla tenda (cosa pensavate??)
Quote rosso1.png Non si capisce un cazzo, è troppo intricato Quote rosso2.png

~ Sceneggiatore di Donnie Darko su Harry Potter e i Doni della Morte


Harry Potter e i Doni della morte è il settimo e ultimo libro della saga letteraria di Harry Potter. Inutile dirvi che muore l'80% circa dei personaggi - esclusi, ovviamente, i protagonisti -, dopo la battaglia finale contro Lord Voldemort, che infine muore anche lui grazie al solito culo poderoso di Harry.

L'autrice J.K. Rowling ha dichiarato che non ci saranno ulteriori capitoli della serie dedicata al simpatico maghetto. Questo a meno che la casa editrice non le offra un assegno a nove zeri.

[modifica] Personaggi introdotti

Stop hand.png
Attenzione, da qui in poi questo articolo contiene spoiler.

Ti ricordi quella volta che per sbaglio hai toccato la vagina a tua madre? Ecco, se continui a leggere te ne pentirai allo stesso modo.

Gli unici personaggi introdotti nell'ultimo libro saranno i figli generati da tutti i pochi sopravvissuti alla fine della storia. Da notare come molti di questi hanno il secondo nome uguale a quello del padre o della madre. I genitori credevano di fare i fighi, che presuntuosi.

  • James "Gennarino" Sirius Potter - È il primo dei tre figli di Harry e Ginny. Il suo hobby sarà quello di rompere i maroni di continuo all'amico Ted, che non sopportandolo cercherà di ucciderlo. In realtà si amano.

Nessuno gli ha mai detto che è nato in seguito a una notte di follia tra i genitori, che un figlio tra i coglioni non lo volevano proprio.

  • Albume "Al" Severus Potter - Cresciuto con mille complessi psichici legati al suo nome assurdamente bizzarro, il giovane Albume, sarà inutile quanto gli altri. Verrà smistato in Tassoross... ehm, in Serpeverde, sempre e comunque.
  • Lily Luna Patonza Potter - Ultima figlia della prolifica coppietta, Lily sarà pressoché identica alla madre dai capelli rossi e per questo non farà altro che scagliare incantesimi contro i fratelli, provocandone la morte - non prima di averli fatti scopare con mezza Hogwarts, ovviamente. È una gnocca da paura, anche se ha i geni dello Sfregiato e le lentiggini della madre secchiona. Per questo molti pensano sia figlia in realtà di qualcun altro
  • Rose "Rosie" Hermione Weasley - Altro personaggio che andrà a ingrandire la già troppo grande famiglia Weasley. Figlia di Ronald e di Ermione, erediterà i denti e la nerdaggine dalla madre. Sbaverà fino alla fine dei suoi giorni dietro a Scorpius Malfoy, che non la cagherà proprio perché intento a pomiciare con Lily Potter. Beh, anche perché è un cesso, a dirla tutta.
  • Hugo Ronald Weasley - È il personaggio nuovo più inutile di tutti, e ce ne vuole. Per questo non merita una biografia dettagliata.
  • Victoire "Victoria Beckham" Weasley - Figlia di Bill, almeno secondo quanto stbilito dal test del DNA effettuato da Gil Grissom, e della transalpina Fleur Delacour, la diciasettenne Victoire, approfittando delle sue doti, sfonderà nel mondo del porno ma verrà coinvolta in Vallettopoli.
  • "Don" Ted Remus Lupin - Orfano degli ambigui Lupin e Tonks, il metamorfomago Ted Lupin sfrutterà un giro di malavita per diventare ricco e rimorchiare così la coetanea Victoire Weasley. Ruberà i soldi al padrino per campare quando il suo giro di malavita finirà. Poi il padrino lo porterà a fare una nuotata al porto con gli stivali di cemento armato.
  • Scorpius Malfoy - Figlio Draco Malfoy e della sua mano destra, avrà una relazione focosa con Lily Potter, che lo porterà alla scomunica ufficiale da parte del padre. Insieme avranno circa ottocento figli, e da quel momento la bella Lily sarà soprannominata da tutti "Control".
  • Dominique "Mimma" Weasley - Unica ragazza vivente che la darà al presunto figo James Sirius Potter. Dominique, la più figa di famiglia (non che avesse questa gran concorrenza), non farà altro che far innamorare di sè altri baldi giovani come il primogenito Potter per poi farli scappar via. Ah, odia Ted Lupin perché è uno sfigato che a tre anni, invece di molestarla come ha fatto con James, la prendeva a schiaffi nel culo. In realtà la cosa le piaceva - e qui si riprende l'anima fetish che sarà d'ispirazione a J.K. Rowling per il suo nuovo romanzo "Le manette pelusciose incantate di Dominique" -, ma la ragazzina ama fare la sostenuta.

Dimenticavo, è una Corvonero emo.

  • Luigino Weasley - Ultimogenito della merdosa dinastia dei Weasley-Delacour, scasserà i coglioni tutto il tempo perché non figo alla pari del caro Al e di suo fratello. Tenterà di scopare Hugo per dimostrare a tutti che non è gay, prima di ricordarsi che Hugo è un maschio, nonostante sembri una brutta copia di un trans. Scoperta la cosa esclamerà: "Pazienza!", e riprenderà a giocare con l'amico.
  • Molle e Lucciola Weasley - Le pornobimbe di turno. Fileranno tutto il tempo quella gnocca di Lily, ma alla fine, visto che lei non le caga, se la daranno fra di loro.
  • Fred e Roxanne Weasley - I due figliuoli dell'aitante George Weasley, i cui nomi sono stati scelti durante un attacco di diarrea, tra l'altro, a detta di molti critici, la scena è una di quelle più ricche di pathos dell'intero libro. Il primo cambierà sesso, mentre la seconda la darà a un Al ubriaco che il giorno dopo non ricorderà niente e le dirà 'TVB' per farla suicidare dal dolore.

[modifica] Trama

Stop hand.png
Attenzione, da qui in poi questo articolo contiene spoiler.

Ti ricordi quella volta che per sbaglio hai toccato la vagina a tua madre? Ecco, se continui a leggere te ne pentirai allo stesso modo.

Hello kitty cavaliere dell apocalisse.jpg

Harry Potter si prepara per combattere il suo arcinemico Lord Voldemort grazie all'aiuto del suo fedele destriero Ron Weasley.

Come ogni estate Harry è tornato a fracassare i coglioni ai suoi zii che ora sono, grazie a lui, anche in pericolo di vita e perciò verranno protetti dall'Ordine della Fenice che se ne fotte delle leggi per la segretezza magica e, anzi, invia quattordici maghi a volare per il paese. E chissenefrega. Il piano è di scortare Harry in salvo usando sei falsi Potter che partiranno in contemporanea a quello vero (da qui il fantasioso titolo del capitolo "I Sette Potter").

Ma Voldemort è più furbo, e anche più bello, e perciò li insegue tutti e sette fino a scoprire che il vero Potter è il vero Potter e si mette a inseguire, per questo, Harry sulla moto di Sirius. La quale moto è guidata da Hagrid che, notoriamente, è un mago penoso e infatti sbaglia metà delle magie che fa. Ma non importa perché Harry è il mago più culone che si sia mai visto, se la batte alla pari con Gastone e infatti la sua bacchetta, non appena Voldy scaglia con la bacchetta di Lucius Malfoy (presa per superare il problema dei nuclei gemelli e per scaccolarsi meglio) il temibile Avada Conlasabonetta, reagisce disintegrando la bacchetta di Malfoy e provocando una certa incazzatura a Voldemort, nonché un esaurimento nervoso che sfocerà in un esplosione cutanea di brufoli che condurranno Voldemort a torturare metà dei Mangiamorte, per calmarsi, più un paio di fabbricanti di bacchette e un mago oscuro. Ma andiamo con ordine.

Potter è salvo alla Tana anche se Moody è crepato e George ha perso un orecchio e svariati neuroni, benché non si noti la differenza. La terra è in pericolo, Voldemort si appresta a un colpo di stato, Goku è di nuovo nell'aldilà e Potter, giustamente, ritiene sia il momento di una vacanza e decide di aspettare il matrimonio di Bill e Fleur, la gran bona del quarto libro che faceva rosicare Hermione. Fleur intanto invita Krum per far rosicare Ron ma lui invita i Lovegood per far rosicare Krum, e insomma la festa fa cagare perché a tutti girano i coglioni: a Harry perché la gente parla male di Silente; a Hermione perché Krum non la caga e Ron nemmeno; a Ron perché c'è Krum e Hermione non lo caga; a Krum perché è in astinenza da qualche anno ormai; e a Voldemort perché a lui gli girano sempre i coglioni, e anche perché non è stato invitato.

A Krum intanto viene voglia di prender botte e va a rompere i coglioni al padre di Luna, Xenophilius Lovegood, perché questi porta un simbolo che, dice l'autrice, sembra un occhio ma che se provate a disegnarlo non ci assomiglia affatto. Comunque la festa finisce in tragedia perché muore il Ministro della Magia e scappano tutti, e i nostri tre amici vanno a farsi fottere a Grimmauld Place dove scoprono quello che tutti i fan già sapevano, cioè che R.A.B. è Regulus Black, il fratello scemo di Sirius (che non è che sia da meno). Questi, poiché è scemo, ha affidato il medaglione-Horcrux a Kreacher, l'elfo domestico masochista che però, poiché è stronzo e palesemente inutile, non ce l'ha più perché l'ha preso un altro squallido individuo, Mundungus Fletcher, il figlio della Signora in Giallo. Nel frattempo uno degli amici dei tre bimbiminkia, Lupin, li raggiunge, e si scopre che dopo aver sposato Tonks se l'è trombata talmente tanto (mai farlo prima del matrimonio, vuole insegnare l'autrice-suora) che già dopo qualche settimana la fertile sposa, che quanto a castità è l'opposto dell'autrice, è rimasta incinta ed è stata abbandonata dal marito come se fosse stata una prostituta che ha usato un preservativo semidistrutto. Allora Harry, che non si fa mai i cazzi suoi, per convincere Lupin a tornare dalla dolce mogliettina gravida tenta di stenderlo imitando uno dei campioni di wrestling che aveva probabilmente visto alla tele dei babbani, ma ovviamente ha la peggio nella lotta anche se il suo cervello da truzzo non riporta ulteriori danni. Poi i tre piccoli eroi scoprono che il figlio della Fletcher ha dato il medaglione alla Umbridge, che torna a rompere i coglioni, e come se niente fosse i nostri tre sfigati vanno al Ministero e glielo fregano, proprio sotto il naso di Mangiamorte e altra gentaglia.

Non potendo tornare a Grimmauld Place vanno in un posto a caso e, non riuscendo a distruggere il medaglione, Ron va a cercare fortuna in Ghana. Rimasti in due, Harry e Hermione si danno dapprima ai giochi erotici per poi dirigersi a Godric's Hallow, alla tomba, nell'ordine, dei parenti di Silente, dei parenti di Harry e di un tizio di nome Ignotus Peverell, uno sfigato che ci tornerà utile dopo. A casa di una tizia Harry scopre che la vecchia è in realtà Nagini, il simpatico serpente da compagnia di Voldemort, nonché suo Horcrux e oggetto di sfogo dei suoi perversi piaceri sessuali. Il serpente chiama Voldemort, che però ritarda per concludere la partita a briscola con Gregorovitch (Voldy perde e per questo uccide il fabbricante di bacchette), e si perde i due maghi, che intanto sono andati a farsi una grappa al bar Mario, dove incontrano una cerva d'argento e Ron con la spada di Grifondoro. Ron distrugge l'Horcrux-medaglione con la spada e si fa menare da Hermione, ma poi tutti e tre vanno da Xenophilius perché scoprono che quello che Krum credeva fosse il marchio di Grindelwald era un simbolo che il mago oscuro e Silente usavano in gioventù, più o meno nel 1862.

Xenophilius li prende per dei ritardati, dicendogli che esso è in realtà il simbolo dei Doni della Morte, di cui i fratelli Peverell erano detentori: la Bacchetta Invincibile, la Pietra della Resurrezione e il Mantello EternoeImperscrutabileCheProprioNonTiSiVedeMancoaMorireDellInvisibilità. Poi vende simpaticamente i tre ai Mangiamorte ma loro scappano, tanto per cambiare, giusto per farsi catturare da un'altra parte e farsi portare dalla simpatica Bellatrix che è in vena di torture. Ovviamente i tre scappano liberando una grossa quantità di prigionieri e scoprendo un altro Horcrux di Voldemort, che vanno a prendere in una camera blindata alla Gringott.

Qui vengono accerchiati dall'esercito degli Stati Uniti, ma ovviamente fuggono a cavallo di un drago e vanno a Horgwarts, dove si trova l'ultimo Horcrux e dove Voldemort ha preso la bacchetta di sambuco (quella invincibile, che cambia nome in ogni capitolo), che prima era di Silente, che l'aveva fottuta a Grindelwald, che l'aveva fregata a Gregorovitch che al mercato mio padre comprò... Però la bacchetta non funziona bene e Voldemort, per farla funzionare, uccide Piton. Poiché continua a non funzionare gli girano le palle e decide di distruggere la scuola, ma prima vuole prendere a mazzate Harry Potter, che lo accontenta dopo aver distrutto gli ultimi due Horcrux (a parte Nagini) e va a farsi ammazzare perché scopre di essere l'ultimo Horcrux (a parte Nagini, ma noi ce ne sbattiamo le balle di Nagini), non prima di avere tirato quella polvere bianca che sembra talco ma non è e serve a darti l'allegria.

Quando Voldemort gli spara contro l'avada kevadra, Harry sviene e finisce in un mondo incantato dove scopre che l'ottavo frammento di anima è crepato e che lui non lo è, di nuovo, perché è proprio sculato. Silente gli racconta tutta la sua vita e infine Harry decide che non ha mai provato l'ebrezza di fare sesso e che è lui il proprietario della Bacchetta Invincibile. Torna in vita ma non lo dice a nessuno e tutti lo credono morto tranne Narcissa Malfoy (madre di Draco Malfoy che però se ne sbattè le palle), che però è introversa, si fa sempre i cazzi suoi e non lo dice a nessuno per non sembrare scortese e rovinare i festeggiamenti. Al che Neville ammazza Nagini e Voldemort scaglia l'Avada Conlavareghina su Harry che era saltato in piedi al momento clou gridando "Sorpresa!" visto che nessuno se lo cagava ora che era morto. Voldemort però riesce inspiegabilmente ad ammazzarsi da solo dopo che Harry fa il tosto e lo chiama "Riddle" per tutto il capitolo, facendogli venire l'ulcera. Voldemort crepa definitivamente e Harry è un eroe senza avere mai fatto un cazzo per esserlo e, anzi, aver provocato la morte di metà degli studenti del settimo anno (ed uno del sesto) ad Hogwarts.

[modifica]

Diciannove anni dopo Harry ci ha dato dentro con Ginny, avendone tre figli. Da notare come tutti i nomi siano stati scelti arbitrariamente da Harry: Lily come la madre, James come il padre e Albus Severus (ma non odiava Piton? Vabbè, cazzi suoi); mentre dei morti di Ginny Harry se ne frega. Anche Ronald ci ha dato dentro con Hermione, avendone due di figli, ingrossando la già nutrita famiglia Weasley nonostante tutti i morti assieme a Bill, che di figli con Fleur ne ha per ora uno solo ma secondo un'intervista all'autrice ne farà tanti altri (citazione necessaria) (i maghi non conoscono l'uso del preservativo). E infine c'è il figlioletto dei compianti Lupin e Tonks (eh?) che se la spassa alla grande con James Potter II. Ah, perfino Malfoy procrea: suo figlio, Scorpius, sta sulle balle a tutti alla pari del padre e si fidanzerà con Lily, la figlia di Harry, per la gioia del caro papino.

Insomma, alla faccia di tutti quelli che speravano nella morte del maghetto e dei suoi amici, finisce tutto bene per tutti, anche se dei morti a nessuno importa.

OKAY.png
Spoiler.gif
La trama è finita, leggete in pace.


[modifica] Gli altri libri della sega... no cioè saga

[modifica] Dal libro al film

[modifica] Dal film al teatro

Strumenti personali
wikia