Guerra

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Scarface
Gandhi e tutti i seguaci della nonviolenza

disapprovano questo articolo
Questo articolo è da BOLLINO ROSSO!
Il personaggio o l'argomento descritto può incitare alla VIULENZAAA!
Se ne SCONSIGLIA perciò la lettura ai minori di 14 anni.

Diego abatantuono
Barba

Un famosissimo generale vittorioso di numerose battaglie.

Quote rosso1 Perché ho fatto la guerra in Iraq? Diciamocelo: non se ne poteva più di film sul Vietnam... Quote rosso2

~ Giorgio Cespuglio su guerra in Iraq
Quote rosso1 Per il petrolio!!!...ehm... cioè... per la pace!!! Quote rosso2

~ George Bush su guerra in Iraq
Quote rosso1 Per... boh!!!...ehm... ho sbagliato... per allah!!! Quote rosso2

~ Saddam Hussein su guerra in Iraq
Quote rosso1 a-e-e-oiu-a, Beeeee... ARRGHHH SIIiiiIINoooOOOONIiiiII ARRABADRon BimBUMBAM igiene SALAM ARGHATHO ciAAAAAoooo-ciao. Bello. Quote rosso2


La guerra è un simpatico svago che da millenni gli esseri umani praticano, soprattutto durante le settimane bianche e nei villaggi turistici del Terzo mondo. Non fatevi ingannare: non muore mai nessuno, è tutto finto!

[modifica] Origini

Secondo alcuni storici, inizialmente si sarebbe trattato di un gioco rituale praticato dai Sumeri, consistente nel tagliare la barba del proprio vicino di casa durante la siesta pomeridiana. A un certo punto però tutti avevano la barba tagliata, perciò la guerra cadde in disuso e fu sostituita dalla simpatica abitudine di creare lunghe code davanti agli uffici postali. Approfittando del fatto che tutti i Sumeri erano in coda all'ufficio postale, una domenica mattina gli Ittiti occuparono abusivamente le ville che i Sumeri stessi si erano costruiti sul Mar Rosso per i fine settimana. Senza casa, i Sumeri decisero di costruire un unico condominio nel quale potessero abitare tutti, chiamato Torre di Babele. Per passare i pomeriggi lunghi e noiosi, indicevano lunghi tornei a scala quaranta, dette riunioni condominiali.

[modifica] La guerra oggi

Warispeace

Ricordate bambini: la guerra è pace!

Oggi la guerra, dicevamo, non è niente di più di un gioco di società, come monopoli, indomimando e le elezioni politiche. Il gioco è molto semplice: uno dei partecipanti dichiara guerra a qualcun altro, di solito scoreggiandogli in faccia, cercando di strappargli con una grossa tenaglia il dente del giudizio o dicendogli frasi ingiuriose come “hai la faccia di maiale”, “somigli a Woody Allen mentre divora canapa indiana” o “hai trapiantato peli pubici al posto dei capelli” (ricordiamo che tutto avviene in un contesto scherzoso e goliardico). Altre volte la guerra è dichiarata quando uno dei partecipanti decide di fare irruzione nell’appartamento di un avversario, con la scusa che possiederebbe un arsenale illegale di armi chimiche come anfetamine e crack, e prendendo possesso del bagno, lo dichiara territorio occupato, e vi costruisce piccoli kibbutz nella doccia. Se egli riesce a resistere almeno tre mesi nel bagno, il bagno è suo (per questo conviene portarsi una buona scorta alimentare e di carta igienica). A questo punto l’avversario ha due possibilità: o comprare un villino in Viale Augusto, senza passare dal via a ritirare i 20 euro, ma è come ammettere di avere veramente trapiantato peli pubici al posto dei capelli, o ricorrere alla forza multinazionale dell’Onu, che procederà a interrompere l’erogazione di acqua corrente, con la conseguenza che il cesso si intaserà di stronzi e l’invasore sarà costretto ad abbandonare il bagno se non vorrà morire preda delle sue stesse esalazioni. Questo gioco può essere anche praticato tra nazioni. In questo caso uomini vestiti tutti uguali che prendono il nome collettivo di esercito occuperanno più bagni possibili del paese avversario.

[modifica] Guerra Chimica

Nel passato, nel presente e nel futuro, ossia in ogni epoca, non sono mai stati trascurabili gli effetti della guerra chimica, quella condotta in forma più occulta e subdola usando sostanze chimiche e batteri. Ma, in mancanza d'altro, anche un peto bello potente può sortire effetti devastanti.

Le truppe per fronteggiare i pericoli della guerra chimica si dotano di mezzi di protezione che le rendono ancora più sinistre.

Guerra chimica

Guerra Chimica

[modifica] Americani

La guerra è praticata a tutte le latitudini, ma i loro massimi esponenti sono gli americani, che hanno abbandonato il termine vetusto di “guerra” per sostituirlo con quello molto più simpatico e autoironico di “esportazione della democrazia”, o a volte, in uno sfoggio di irraggiungibile fantasia, “missione di pace”.

[modifica] Tg4

Attenzione: nessuna “guerra” può essere iniziata se non è stata annunciata dal Tg4, preferibilmente con una edizione straordinaria alle due di notte, poco prima dell’ennesima replica di “L’infermiera”, con Gloria Guida.

[modifica] Curiosità

MSlug Marco

I soldati devono portare con sè il minimo indispensabile di equipaggiamento

La guerra è diventato anche un simpatico gioco a premi di Italia 1, condotto da Enrico Papi che come tutti sanno, ha l’abitudine insana, frutto forse di un trauma infantile, di dare ridicoli soprannomi ai concorrenti più forti, ai campioni carismatici che resistono settimane e settimane alla pulsantiera prima di cadere preda di una fastidiosa forma virale di alopecia. Così, tra i grandi campioni del telequiz si annoverano Alessandro il Grande, detto "Pilone" Annibale detto “Lecter”, Napoleone detto “Maiale”, e George W. Bush, detto “George W. Bush”.

Può provocare dipendenza, leggasi: il ripetuto dichiarare guerra agli stati del medio oriente.

È il passatempo preferito di Spartani,Vichinghi, Cavalieri Teutonici, presidenti americani e fondamentalisti.

Trattasi di uno dei temi più amati dagli sviluppatori di videogiochi senza un minimo di creatività. Sono stati sviluppati oltre millemila videogiochi di guerra
Mitile

Monumento al mitile ignoto

(comprendenti guerre tra uomini e uomini, uomini e animali, animali e animali, animali e cose, animali e alieni, animali e mostri ecc ecc).

Pare che la guerra continui anche oltre il cesso. Sembra infatti che gli stronzoli debbano lottare per la sopravvivenza perfino nelle fogne, scenario di epici scontri tra pantegane, merda e amenità varie.

Gli emo sono noti guerrafondai. Peccato che schiattino sempre per primi, sono peggio della prima linea U.S.A. in Vietnam. Per questo motivo nella nuova edizione di RISIKO non compare l'esercito emo.

[modifica] Utilità

Secondo alcuni demografi, invece, la guerra è un modo come un altro per mantenere stabile la popolazione umana; per questo una grande guerra di solito nasce dopo una grande scopata di massa. Di seguito riportiamo alcuni dei più grandi benefattori che hanno aiutato e aiutano la razza umana:

E tu cosa fai

Dai non fare quel muso lungo, vieni a farti ammazzare anche tu che è divertente!

Belgrado bombardata

E poi, diciamolo, c'è anche l'utilità di portare un po' di luce e un po' di calore nelle fredde notti di inverno.

Mi fermo qui, in quanto per elencarli tutti servirebbe un'altra Nonciclopedia, che non ho intenzione né di creare né di mantenere.

[modifica] Guerre correlate

[modifica] Altri progetti

Strumenti personali
wikia