Gorgia

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Antichi greci pecorina.png
ΑΤΤƐΝΖΙΏΝƐ: ΠΆΓΙΝΑ ΑΔ ΆΛΤΩ ΚΟΝΤƐΝΟΎΤΟ ƐΛΛƐΝΙΖΖΆΝΤƐ!
Questa pagina tratta argomenti legati al mondo degli antichi greci. Quindi, a meno che tu non abbia fatto il classico, non prenotare una visita oculistica perché vedi lettere strane e non scandalizzarti troppo una volta scoperto il significato del verbo ῥαφανιδόω.
Libro su Gorgia e Parmenide.jpg

Un libello scandalistico sulle ambigue frequentazioni di Gorgia.

Quote rosso1.png L'uomo si misura tutte le cose. Quote rosso2.png

~ Gorgia su invidia del pene
Quote rosso1.png Stamattina mi sono alzato, ma poi mi sono reso conto che non esisto, che il letto da cui mi ero appena alzato non esiste, che non posso farmi due toast perché non esistono, così sono rimasto lì per un paio d'ore finché non mi hanno fatto CTRL ALT CANC e mi sono sbloccato. Quote rosso2.png

~ Gorgia sulla sua giornata tipo
Quote rosso1.png Non essendo un tostapane a energia atomica, esso non esiste! Quote rosso2.png

~ Gorgia sul frigo a pedali.
Quote rosso1.png Nulla è, se anche l'essere fosse, non sarebbe conoscibile, e se anche fosse conoscibile, non sarebbe comunicabile. Quote rosso2.png

~ Gorgia su LSD
Logo di Wikipedia sballonzolante.gif
Per quelli che non hanno il senso dell'umorismo, su Wikipedia è presente un articolo in proposito. Gorgia

Gorgia (pseudonimo di Miklòs Fallocephalopulos), conosciuto anche come Giorgia, in tangenziale, o Orgia, in gruppo, era un filosofo greco, nato nel 491 a.C. e morto fisicamente 130 anni dopo, nel 361 a.C. (o 917,43 con riporto di 13, secondo Totti). Cerebralmente, invece, egli è morto nel 486. Tale paradosso temporale è oggetto di studi approfonditi da parte di eminenti scienziati, come Winnie the Pus, Capitan Harlock e lo stesso Totti.

[modifica] La sua (squallida) vita.

Gorgia nacque a Lentini, in Terronia, in una famiglia che appariva perbene. Purtroppo, sotto sotto i suoi genitori celavano un terribile segreto: erano infatti affiliati con la potente cosca mafiosa dei Pitagorici, specializzata nel racket dei libri.
Un giorno, mentre il piccolino stava giocando con la palla, la perse e, rincorrendola, si ritrovò nel bunker ove erano rinchiusi i libri e, essendo l'interno buio, colpì una pila di libri, che gli cadde in testa. Miracolosamente, non subì alcun trauma cranico, ma, purtroppo, si scatenarono misteriose reazioni nucleari tra i libri (pare fossero stati rilegati in Plutonio, che fece dunque da catalizzatore) e il suo cervello.

Gruppo di filosofi.jpg

Gorgia (il secondo da sinistra) al bar con i suoi amici sofisti.
Il cameriere è nudo perché il filosofo gli ha appena dimostrato l'inesistenza dei suoi vestiti.

Esse gli causarono una grave malattia, i cui sintomi si rivelarono essere:

  • Invecchiamento improvviso: di colpo Gorgia divenne un vecchietto dall'età apparente di 280 anni, con una barba che non veniva via manco a tagliarla con la motosega e rughe tanto profonde da trapassare il volto.
  • Demenza senile acuto-cronica: portava a sparare cazzate a ripetizione, ogni giorno e man mano sempre più grandi.
  • Incontinenza: Creava infatti argilla e acqua potabile che secondo lui non esistevano, quindi lo faceva anche in pubblico.
  • Regressione delle dimensioni e della complessità del cervello: allo stadio di Paramecio.

In altre parole, Miklòs Fallocephalopulos, soprannominato dagli amici "Gorgia" (anche il significato di questo soprannome è alquanto misterioso, ma ne parleremo dopo), era definitivamente diventato un filosofo.

[modifica] Le sue idee principali.

Pubblicò "Essere o non essere? Questo è il dilemma, se sia più nobil l'oro oppur il salgemma" (Già il titolo era un po' prolisso, il libro in sé, poi, era in 3 volumi da 915 pagine ciascuno). Le prime 2745 pagine sono dedicate per la maggior parte (circa 2196) a ricamare sul concetto del "nulla è", servendosi di affermazioni concrete, verificabili e logicamente scontate quali:

  • A è A, ma non è B, quindi A non essendo B non è, quindi non esiste. Ciò si può dire per qualsiasi cosa, dunque nulla esiste.
  • Sono gocce di un passato che non può più tornare

Nelle altre 549 pagine, invece, dà le istruzioni per entrare nella sua setta filosofica.

Strumenti personali
wikia