Giusy Ferreri

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Satana1
Risponderò solo in presenza del mio avvocato!

Lui conosce metodi molto più convincenti dei miei per spiegarti che qui non sei il benvenuto. Sento la necessità impellente di mandarti gentilmente qui, ma il mio amico immaginario Babbi l'orsetto mi suggerisce di mandarti qui.

Avvocato piccolo


Avvertimento autoradio assordante
Attenzione
Questa roba è inascoltabile!
L'ascolto prolungato può portare alla paralisi cerebrale.
Si consiglia di accucciarsi a terra o di scappare a gambe levate.
Puffo1
Quote rosso1 "Ferreri" è il soprannome che gli hanno dato i colleghi del supermercato: si fotteva i Kinder Ferrero Quote rosso2
~ Checco Zalone su Giusy Ferreri
Quote rosso1 Cerca di evitare tutti i posti che frequento e che conosci anche tu, nasce l'esigenza di sfuggirsi per non ferirsi di più Quote rosso2
~ Lucio Battisti minaccia Giusy Ferreri
Quote rosso1 Ohhhh... indossato le catene, io, ohhhhh...i segni del tuo pene lo sohhhh... Quote rosso2
~ Giusy Ferreri su sadomaso
Quote rosso1 Io aouh crerudo nelle attese io aouh e noun ti scordar mai di mmeeeee! Quote rosso2
~ Giusy Ferreri sul successo immeritato
Quote rosso1 Aiutate-e-e-mi a-a-a ingoi-aa-re la polpetta che-e mi è rimasta incastrata in go-o-la! Quote rosso2
~ Giusy Ferreri nella sua ultima canzone scritta da Tiziano Ferro


Giusy Ferreri (nome completo: Giuseppa Gaetana Marco Mario Peppa Genoveffa Gia(in)cinta Etelredo Kinder-Ferreri Rochers - Palermo, 17 aprile 1979), è la cassiera-ah di un negozio di bombe a mano che si è improvvisata cantante e musicista-ah, divenendo l'imitatrice ufficiale di Amy Winehouse. La sua voce assomiglia a quella di un'oca ubriaca ed epilettica-ah in preda a un attacco di meteorismo.

Il 16 luglio 2008 è stata premiata al Vernice Music Awards come cantante rivelazione dell'anno[1].

LogoNonNotizie

NonNotizie contiene diffamazioni e disinformazioni riguardanti Giusy Ferreri.

NonCitazLogo
NonCitazioni contiene deliri e idiozie (forse) detti da o su Giusy Ferreri.


[modifica] La carriera

[modifica] La vita e il successo

Giusy Ferreri in concerto

Giusy Ferreri mentre mima una colica intestinale, scimmiottando il pubblico, colpito dai devastanti effetti della sua ugola.

Giusy Ferreri nasce nel Paesino di Don Matteo venerdì 17 197X (Factor) dall'improbabile unione di un folletto ubriaco e una gallina in calore.
Fin da piccola mostra uno spiccato interesse per musica, chitarra e lettori di codici a barre. I suoi genitori intuirono subito il talento della fanciulla quando a sette anni utilizzò il suo microfono per grattarsi il culo. La sua intelligenza intermittente la porta a conseguire risultati strepitosi, assieme a un prestigioso posto di lavoro come cassiera da Carrefour.
Una mattina, intenta a ululare note a cazzo mentre si faceva la barba, attira l'attenzione della sua vicina di casa, una simpatica vecchietta che le disse "lei ha un grande talento", e che poi chiamò la polizia per reiterati schiamazzi.
Mentre stava dedicando il suo tempo per attività socialmente utili, ovvero rimanere a casa e non farsi udire da alcun essere umano, vide la pubblicità di X Factor, e dopo un'illuminazione mistica[2], capì che quello sarebbe stato il suo futuro, assieme alla professione di ragazza squillo.
Nonostante il lavoro da cassiera impegni profondamente tutte le sue energie cerebrali, nel tempo libero si esibisce in poco raccomandabili night club, con un pitone arrotolato al collo, sotto lo pseudonimo di Deretana.

Nel 2008, grazie al suo talento[citazione necessaria], riesce a entrare a X Factor. Qui presenta la sua hit "Non ti scordar mai di mèèèèh".
Grazie ai nostri potenti mezzi è possibile visionare il video del suo famosissimo single video della cantante scritta dal celeberrimo Tiziano Inox e prodotta da Simona Ventura, che salta in vetta alle classifiche di ITunes, scalzando dalla prima posizione la sigla dei Teletubbies.
La stampa specializzata si pone il quesito di come sia possibile che una persona come Simona Ventura, che di musica non si è mai occupata in vita sua ed è addirittura incompetente in tale ambito, si sia ritrovata a essere una produttrice discografica a livello globale.
La canzone è diventata il maggior successo musicale non voluto dagli italiani (dopo il gattino Virgola). I riscontri di questo successone si possono notare anche accendendo la radio, visto che è diventato praticamente impossibile ascoltare qualcos'altro. Le conseguenze di questo fenomeno sono:

  • Incidenti stradali provocati da automobilisti che avevano la radio accesa mentre guidavano.
  • Conati di vomito per chi ascoltava RDS mentre mangiava/cucinava.
  • Otite quantistica bilaterale.
  • Nuovi motivi di depressione per gli Emo.
  • Amy Winehouse dopo la notizia del plagio di voce da parte di Giusy, si sente addirittura importante.
  • Calo degli ascolti per tutte le stazioni e incremento degli ascolti per Radio Maria, con conseguente felicità di Padre Livio.
  • Suicidio di Tonio Cartonio mediante forbici dalla punta arrotondata.

[modifica] X Factor

Nel 2008 partecipa ad X Factor-ia, un programma di gran calibro, condotto da un uccidi-musica di grandissimo prestigio, Francesco Facchinetti, con la partecipazione dell'onnipresente Simona Ventura. Ed è proprio quest'ultima a notare la spiccata personalità vocale di Giusy, permettendole di entrare a far parte del programma.
Giunta alla finale di X Factor, la nostra Giusy propone un brano scritto (ebbenesì!) da Tiziano Inox, il celeberrimo Non ti scordar mai di me.

[modifica] La crisi

Giusy Ferreri posa da copertina

Giusy sbarcava il lunario così prima di approdare ad X Factor

Nel novembre 2008, esce il nuovo singolo di Giusy Ferreri: Novembre.
Il titolo della canzone (molto fantasioso e sicuramente ponderato), fa riferimento a quel mese o quel periodo in cui ci si comincia a vestire pesante e comincia a fare un freddo cane, ma nel contempo si avvicina il periodo del Natale in cui qualunque essere umano vive una vita felice e serena.

Ma per lei questo è un periodo catastrofico: le città si spengono in un istante (probabilmente c'è un black-out), e lei rimane inerme perché c'è "un qualcuno" che le dice "basta" (probabilmente le performance di questo "qualcuno" non sono durature).

A peggiorare la situazione sono i rapporti che Giusy instaura con la cocaina, da cui non riesce mai a sfuggire e a cui ha dedicato un altra canzone che uscirà il prossimo mese: Se ci sono le strisce, vedo anche le stelle.

In seguito pubblica "Stai fermo lì (Almeno ascolta il finale)", singolo dedicato al pubblico mentre stava scappando dalla sua performance. L'insuccesso totale del singolo spinge la Giusyppina a pubblicare un altro singolo nella speranza che al situazione cambi. Infatti fa uscire "La Scala (The Ladder)" singolo scritto da Linda Perry mentre si faceva di polvere. Tiziano Inox ha pensato bene di tradurlo in madrelingua per renderlo più adatto ad un pubblico italiano, anche se non è servito ad una mazza perché inutile era, ed inutile resta.

[modifica] Curiosità

Icona scopa
L'abuso della sezione «Curiosità» è consigliato dalle linee guida di Nonciclopedia.

Contribuisci a scop migliorarla disintegrando le informazioni nel corpo della voce e aggiungendone di inappropriate

  • È iniziato il suo complotto nell'estate 08.
  • È in rapporto simbiotico con Simona Ventura.
  • È lei che doppia il Gobbo di Notre Dame.
  • È stata paragonata alla londinese Amelia Distilleria dopo esser stata sottoposta all'etilometro.
  • La sua voce è stata paragonata a un citofono rotto. Per questo Luca Laurenti l'ha accusata di plagio.
  • Benché non lo sbandieri ai quattro venti, ha un dannato bisogno del logopedista.
  • Per Giusy Ferreri, la frase ohhh, ohhh, ohhh, ohhh ha un senso profondo.
  • Durante un suo concerto si sono radunate sul palco moltissime anatre richiamate dal verso.
  • In realtà non esiste: è Tiziano Ferro travestito da donna.
  • Era Amy Winehouse a plagiare lei e non il contrario.
  • Si dice che per stare alla vetta della classifica sia lei stessa a scaricare la propria canzone per quattro mesi.
  • La voce di Giusy è facilmente riconoscibile perché estremamente particolare, essendo caratterizzata da una tonalità molto simile a quella delle foche [3]
  • Il suo modo di cantare viene anche definito "colto", infatti è una vera e propria enciclopedia di errori vocali che non si dovrebbero mai commettere, ma gli italiani giustificano prontamente la cosa definendo tali errori delle "scelte stilistiche". Persino quando la Ferreri si sveglia e sbatte il ginocchio nello spigolo del comodino lo fa per scelta stilistica e non per errore: poteva scegliere di sbatterlo nell'armadio o nello stipite della porta.

[modifica] Note

Cioè, stai davvero leggendo le ♪♫note♫♪?! Pazzesco...
  1. ^ Tanto la musica italiana l'avevano già uccisa i Finley.
  2. ^ La lampadina del soggiorno era andata in cortocircuito.
  3. ^ Vedere per credere
Strumenti personali
wikia

Utente:Mufufu/Diario di bordo